Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione Pagina 1 di 1
 
«FORESTA PIETRIFICATA IN SIBERIA»
Autore Messaggio
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «FORESTA PIETRIFICATA IN SIBERIA» 
 
«FORESTA PIETRIFICATA IN SIBERIA»

Visitare la Siberia, con un lungo viaggio, di quelli narrati dai grandi esploratori, e' un mio grande sogno, questa notizia lo rafforza ulteriormente.
Shalun


La scoperta nella regione di Cità grazie ad un ufficiale giudiziario che ha notato i resti di 4 enormi tronchi. E gli scienziati confermano: appartengono al Giurassico e al Cretaceo

La foresta tropicale pietrificata
la Siberia riscrive la storia geologica


La foresta tropicale pietrificata la Siberia riscrive la storia geologica
dal nostro corrispondente
LEONARDO COEN
MOSCA - L'ufficiale giudiziario Jurij Kazykin, viaggiando dalle parti della regione di Cità, nella zona Transbaikalja, li ha notati subito: 4 enormi tronchi che sembravano di pietra, e poi frammenti di rami su ambo le parti della strada che parevano invece sassi. Ha capito che si trovava di fronte a qualcosa di straordinario: e che forse si era imbattuto nei resti di una foresta pietrificata, come quella che si trova in Arizona. La parte inferiore dei tronchi era di color marrone-rosso, e in alcuni punti color del carbone, il resto color della cenere.


Kazykin si è messo allora a chiedere agli addetti delle ferrovie locali - gli unici che regolarmente si spostavano in quella vastissima area geografica quasi disabitata - se gli era mai capitato di scorgere tronchi del genere. Gli operai quasi gli risero in faccia: "Ma certo! Un anno fa abbiamo scoperto dentro una gigantesca cava un'intera foresta di alberi diventati marmo". Il buon Jurij si è incuriosito sul serio: come era mai possibile che ci fossero alberi di tali dimensioni, nella steppa sterminata senza alberi? Deciso a svelare il mistero il nostro ufficiale giudiziario si rivolse al direttore del parco nazionale locale Aleksandr Borodin, e insieme sono riusciti a trasportare un grosso frammento di tronco, cinquanta centimetri di diametro per un metro di lunghezza (di più sarebbe diventata un'impresa) sino al più vicino museo di geologia, quello di Cità.


Gli scienziati sono rimasti sbalorditi dalle dimensioni del reperto: di alberi di dimensioni finora non se ne erano mai visti in quella parte della Siberia. In questa regione di Zabajkalje si trovano sulle sponde dei fiumi locali - Ingoda, Citinka, Onona e Argun' - solo frammenti fossili di legno. Appartenevano a intere foreste tropicali pietrificate del periodo Giurassico e dell'inizio del periodo Cretaceo. "Possiamo definire l'età e la specie dell'albero esaminandone per esempio le pigne o le foglie - spiega Sofia Sinitsa, direttrice del Centro scientifico di geologia presso l'Università pubblica di Cità - mentre è estremamente difficile farlo servendosi solo dei pezzi del tronco. In passato, avevamo scoperto alberi che erano gli antenati della palma moderna. Le loro foglie erano il cibo dei dinosauri, ed infatti abbiamo scoperto anche le loro ossa. A dir la verità, le foreste di palme nella nostra regione non erano diffuse come in altre aree della Siberia".

Infatti, 140 milioni di anni fa le foreste tropicali coprivano la zona di Zabajkalje ed erano popolate dai dinosauri, non però quanto nella limitrofa Mongolia. Allora, il clima era davvero africano. Perché gli alberi non sono marciti e decomposti? Perché, nonostante siano stati sepolti per milioni e milioni di anni, sembra che siano stati tagliati di recente? Forse la colpa di tutto è legata ad una catastrofe: un diluvio, una frana o un uragano che non sradicò gli alberi, ma li piegò verso terra. L'acqua invase la foresta e portò con se anche argilla, sabbia, pietrisco, ghiaia. L'aria non riusciva più a penetrare, i sali "mangiarono" i tessuti organici legnosi. E la foresta diventò pietrificata. In sostanza, l'albero pietrificato non è che un semplice selce: "I sali minerali sostituiscono le sostanze organiche, e il legno si pietrifica, mantenendo la forma, la corteccia, a volte persino le foglia" racconta il geologo Aleksandr Lesnjanskij. Una pacchia per i gioiellieri. Ma anche una nuova attrazione turistica. La Siberia è ancora in gran parte uno scrigno della Natura tutto da scoprire.

(da la Repubblica del 4 settembre 2008)

  




____________
"Chiamo menzogna il non voler vedere qualcosa così come lo si vede... La menzogna più consueta è quella con cui si mente a sé stessi: mentire ad altri è, relativamente, l'eccezione"
F. Nietzsche
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: «FORESTA PIETRIFICATA IN SIBERIA» 
 
«FORESTA PIETRIFICATA IN SIBERIA»
È un post assai interessante!
  

FORESTA PIETRIFICATA IN SIBERIA.jpg
Descrizione: FORESTA PIETRIFICATA IN SIBERIA 
Dimensione: 47.02 KB
Visualizzato: 3096 volta(e)

FORESTA PIETRIFICATA IN SIBERIA.jpg







____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «FORESTA PIETRIFICATA IN SIBERIA» 
 
I pilastri di Lèna (Ленские столбы), noti anche come la Foresta di Pietra sul fiume Lena, sono una formazione naturale di montagna. Si trovano a circa 60 chilometri a monte della città di Jakùtsk in Russia. Le incredibili torri di pietra, alte più di 150 metri, si estendono lungo il fiume per circa 80 chilometri. Questi pilastri furono scoperti nel XVII secolo, ma arrivarci non è stato un compito facile. Il viaggio durerà almeno tre giorni se si arriva qui da Mosca. Prima di tutto, devi arrivare a Jakutsk attraverso tutta la Siberia, a Jakutsk devi prendere una barca e trascorrere un'altra mezza giornata per raggiungere la foresta di pietra lungo il fiume Lena. Infine, una volta arrivati alla destinazione finale, la gente del posto può facilmente organizzare escursioni per voi, che richiederanno anche diversi giorni. Non parleremo nemmeno del costo di un viaggio del genere. I pilastri sul fiume Lena sono una prova sorprendente dello sviluppo della Terra nel corso di milioni di anni. Qui sono stati trovati numerosi fossili degli organismi più antichi - testimonianze uniche conservate di una fase molto importante nella storia dello sviluppo del mondo organico e di molte specie biologiche nell'era Cambriana. Qui sono stati trovati resti di mammut, bisonti, rinoceronti e molti altri animali.
  




____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione  Pagina 1 di 1
 

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum
Puoi inserire eventi calendario in questo forum