Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione Pagina 1 di 1
 
«OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO»
Autore Messaggio
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO» 
 
«OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO»
«ОТТОРИНО РЕСПИГИ: ИТАЛЬЯНСКИЙ КОМПОЗИТОР»

Vorrei proporre al vostro ascolto questo brano musicale, cantato da Ezio Pinza, che m'ha impressionato.

Ecco le parole ed una mia traduzione (non rimata, mica sono Roberto):

Nebbie

Soffro, lontan lontano
Le nebbie sonnolente
Salgono dal tacente
Piano.

Alto gracchiando, i corvi,
Fidati all'ali nere,
Traversan le brughiere
Torvi.

Dell'aere ai morsi crudi
Gli addolorati tronchi
Offron, pregando, i brocchi nudi.
Come ho freddo!

Son sola;
Pel grigio ciel sospinto
Un gemito d'estinto
Vola;

E mi ripete: Vieni;
È buia la vallata.
O triste, o disamata
Vieni! Vieni!


"Туманы"

Я стражду, далече
Сонливые туманы
Подымаются над молчащею
Равниною.

Громко каркая, вороны,
На верных чёрных крыльях
Пересекают зловеще
Верещатник.

Воздуха злым укусам
Изгоревавшиеся стволы
С мольбою подставляют нагия ветви.
Как мне холодно!

Я одна;
Через серое небо нависшее
Доносится могильный
Стон

И повторяет мне: приди;
Темна долина.
О печальница, о разлюбленная,
Приди! Приди!
  




____________
Огненный ангел
Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO» 
 
Si, "Nebbie" è davvero impressionante. Ottorino Respighi ha scritto molte romanze per voce e pianoforte che sono bellissime. Ma non so perchè si eseguono poco. Vi segnalo alcune - "Rispetti toscani" - ciclo, "Sei melodie"- ciclo, "Cinque liriche" - ciclo, "Deità Silvane" - ciclo, "Quattro liriche su parole di poeti armeni" - ciclo e altri ancora.
E musica assolutamente da conosere e eseguire molto, ma molto più spesso.

Tatiana
  



Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO» 
 
Ciao e benvenuta, Tani, sei la prima a rispondere! Laughing
Questa romanza qui che ho proposta e linkata nella sezione downloads è in versione orchestrale, ancora piú impressionante. Perché sia cosí ignorato il Respighi che non sia quello dei pezzi orchestrali (i cicli "romani", le escursioni nel rinascimento) non so. Purtroppo questa romanza è l'unica di Respighi che conosco. Mi ricorda moltissimo la "Fiamma" respighiana, opera ambientata nella Ravenna dell'epoca bizantina, opera dai toni cupi e foschi, scritta circa trent'anni dopo "Nebbie".
  




____________
Огненный ангел
Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO» 
 
ho cantato le Deità silvane al Gremio letterario di Lisbona un pò di annetti fa...bellissimo,insieme alle liriche su poemi di D'annunzio,  Rencesval di Dallapiccola Le Liriche di Saffo e un brano di Carlo Deri...ciao Tani,non potrò esserci a Milano e mi spiace ti avrei ascoltata volentieri,benvenuta su questo bellissimo sito!
  



Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO» 
 
CANTATA BIBLICA «CHRISTUS» DI OTTORINO RESPIGHI
БИБЛЕЙСКАЯ КАНТАТА «ХРИСТОС» ОТТОРИНО РЕСПИГИ
 
Il 18 gennaio 2012, alla vigilia dell’Epifania ortodossa (Крещение Господне) nel quadro del Festival «La Settimana dell’Epifania al Teatro Novaja Opera» 2012 («Крещенская неделя в Новой Опере») avrà luogo la presentazione della cantata biblica «CHRISTUS» («ХРИСТОС») del compositore italiano, sinfonista e direttore d’orchestra della prima terza del Novecento Ottorino Respighi (Отторино Респиги 1879-1936). Quest’avvenimento è a modo suo unico. La Cantata «Christus» (1899) appartiene al 18enne Respighi e per un lungo periodo è stata condannata all'oblio completo. La sua prima rappresentazione si è svolta soltanto nel 1991 in Italia e nella Russia questa composizione praticamente non è stata mai eseguita. A suo tempo il maestro Evghenij Kòlobov (Евгений Колобов, 1946-2003), il fondatore del Teatro lirico «Novaja Opera» di Mosca, aveva sognato di eseguire la Cantata «Christus».
La Cantata «Christus» formò il gusto e lo stile estetico di Ottorino Respighi. La Cantata è pervasa dall’enorme forza drammatica. La trama narra degli ultimi giorni della vita di Gesù Cristo e della sua Risurrezione. Il testo fu preso dalla variante latina della Bibbia. La prima parte dal Vangelo secondo Matteo, la seconda dal Vangelo secondo Luca. Il compositore scrisse le parti di Matteo, Cristo e Giuda rispettivamente per tenore, baritono e basso.

Ottorino Respighi «Christus»
Cantata biblica in due parti, per soli coro e orchestra (1899)

S.Matteo (tenore) Gheorghij Vassìljev (Георгий Васильев)
Cristo (baritono) Andrzej Belètskij (Анджей Белецкий)
Giuda (basso) Dmitrij Orlòv (Дмитрий Орлов)
Coro e Orchestra del Teatro «NOVAJA OPERA» di Mosca
Direttore d’Orchestra: Anatolij Gus’ (Анатолий Гусь)
VIII Festival Internazionale «La Settimana dell’Epifania al Teatro Novaja Opera» 2012
VIII Международный Фестиваль «Крещенская Неделя в Новой Опере» 2012
www.novayaopera.ru



Ultima modifica di Zarevich il 06 Mar 2019 10:45, modificato 2 volte in totale 

Epiphany Week at Novaya Opera international festival.jpg
Descrizione: Ottorino Respighi «Christus»
Cantata biblica in due parti, per soli coro e orchestra (1899) 
Dimensione: 61.7 KB
Visualizzato: 1790 volta(e)

Epiphany Week at Novaya Opera international festival.jpg







____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO» 
 
Qui possiamo vedere l'influsso di Rimski-Korsakov
https://www.youtube.com/watch?v=3FBlL-_kXNk
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO» 
 
«OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO»
«ОТТОРИНО РЕСПИГИ: ИТАЛЬЯНСКИЙ КОМПОЗИТОР»

Nella storia della musica italiana della prima metà del XX secolo Ottorino Respighi entrò come un autore delle brillanti composizioni sinfoniche: due poemi «Le Fontane di Roma» e «I Pini di Roma». Nel 1901 Ottorino Respighi come violinista arriva insieme all’Opera Italiana a San Pietroburgo. Qui si svolse un incontro significativo con Nikolaj Rimskij-Korsakov. L’eminente compositore russo accolse tiepidamente uno sconosciuto visitatore, ma dopo aver guardato la sua partitura, si interessò ed inizio ad insegnare al giovane musicista italiano. Gli studi duravano cinque mesi. Sotto la guida di Nikolaj Rimskij-Korsakov fu stato scritto da Respighi «Preludio, corale e fuga» per orchestra. Proprio questa composizione diventò una tesi di laurea al liceo di Bologna e il suo professore Martucci disse che Respighi non è più allievo, è un maestro. Un anno dopo Ottorino Respighi visita di nuovo la Russia ed insieme alla compagnia teatrale italiana vive a San Pietroburgo e a Mosca. Avendo imparato la lingua russa, Respighi con gran interessa conosce la vita di queste città. Nel 1919 la compagna di Serghej Djaghilev realizzò a Londra il balletto di Respighi «La boutique fantasque» su musiche di Gioacchino Rossini.    
Ottorino Respighi è autore dell’orchestrazione di cinque «Studi-Quadri» di Serghej Rakhmaninov.

  




____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «OTTORINO RESPIGHI: IL COMPOSITORE ITALIANO» 
 
«OTTORINO RESPIGHI» «ОТТОРИНО РЕСПИГИ»

Ottorino Respighi è uno dei primi Italiani che aprì delle pagine dimenticate della musica del suo paese. Così lui fece la nuova orchestrazione per «L'Arianna» della tragedia per musica composta da Claudio Monteverdi. Respighi creò le famose trascrizioni delle opere di Frescobaldi, di Vivaldi e di Tartini. Rispighi stesso scrive qualche opera e balletto, alcuni cori e sonate per pianoforte e una famosissima trilogia: «Le fontane di Roma» (1916), «I pini di Roma» (1924) e «Feste romane» (1928), in cui si notano chiaramente le peculiarità del linguaggio maturo del compositore.

https://www.youtube.com/watch?v=Fa6JbCX7PW0

  




____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione  Pagina 1 di 1
 

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum
Puoi inserire eventi calendario in questo forum