Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione Pagina 1 di 1
 
«LA SYLPHIDE» di Pierre Lacotte
Autore Messaggio
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA SYLPHIDE» di Pierre Lacotte 
 
«LA SYLPHIDE» DI PIERRE LACOTTE
«СИЛЬФИДА» ПЬЕРА ЛАКОТТА

Il 2 dicembre 2011 al Teatro Lirico «STANISLAVSKIJ» di Mosca si è svolta la prima del balletto di Jean Madeleine Schneitzhoeffer «La Sylphide» («Сильфида») nella coreografia di Pierre Lacotte.
«La Sylphide» è uno dei balletti più famosi e capostipite del balletto romantico, chiamato anche «ballet blanc» per le sue connotazioni estetiche. Il libretto è di Adolphe Nourrit e, nella versione originale (o prima versione), la musica è di Jean Schneitzhöffer e la coreografia di Filippo Taglioni. La prima rappresentazione si tenne il 12 marzo 1832 all'Opéra National de Paris, con Maria Taglioni nel ruolo principale. Nel 1834, all'Opéra National de Paris, August Bournonville assistette all'interpretazione de «La Sylphide» di Maria Taglioni. Ne rimase impressionato, tanto che decise di portare nella sua Danimarca l'opera di Adolphe Nourrit, e di allestirla seguendo la versione originale ma adattandola per i propri allievi e costruendo il ruolo di protagonista attorno alla sua giovanissima allieva Lucile Grahn. La versione di August Bournonville aveva un gran successo. Proprio la versione «danese» davano ai teatri russi ed è conosciuta bene agli spettatori russi. Questa volta il Teatro «STANISLAVSKIJ» di Mosca presenta la versione «francese». Il coreografo francese Pierre Lacotte, il conoscitore della coreografia antica, ha ricreato lo spettacolo di Maria Taglioni. Ed ora la leggendaria Sylphide esce sul palcoscenico di Mosca.
The Moscow Stanislavksy and Nemirovich-Danchenko Musical Theatre is presenting the new version of La Sylphide to the music by Jean-Madeleine Schneitzhoeffer in the choreography of Pierre Lacotte. The first version of «La Sylphide» premiered in 1832 with choreography by Filippo Taglioni, who designed the ballet for his daughter Marie. Marie Taglioni became famous for being the first to dance in pointe-shoes. In the newly introduced version, the Sylph is performed by Mariinsky’s guest star Yevgenia Obraztsova and James is played by Thiago Bordin of Brazil.    
www.stanislavskymusic.ru



Ultima modifica di Zarevich il 10 Feb 2021 15:44, modificato 1 volta in totale 

La Sylphide 2.jpg
Descrizione: «LA SYLPHIDE» 
Dimensione: 63.25 KB
Visualizzato: 2191 volta(e)

La Sylphide 2.jpg

La Sylphide.jpg
Descrizione: «LA SYLPHIDE» 
Dimensione: 33.07 KB
Visualizzato: 2191 volta(e)

La Sylphide.jpg







____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA SYLPHIDE» di Pierre Lacotte 
 
Il balletto romantico degli anni '30 del XIX secolo ha cambiato radicalmente l'estetica, la poetica e il dramma del teatro coreografico. L'inconciliabile conflitto tra realtà e realtà è diventato la bandiera di risultati innovativi. La realtà è percepita attraverso il prisma della fantasia, in cui si sentono dubbi e delusioni umani. Il balletto romantico ha abbandonato i grandi divertissements festivi. Il lieto fine non è più obbligatorio. Gli spettacoli si sono conclusi con scene liriche, malinconiche o lugubri. Gli autori delle performance riflettevano così il disordine della vita stessa, la fragilità della felicità, l'inaccessibilità degli ideali. Il significato di un primogenito romantico è complesso e ambiguo. La silfide è soprattutto l'immagine di una fanciulla, trascinata e ammaliante. Il tema principale della Silfide non è l'amore, ma la gioia di essere, l'estasi della fantasia pura e non offuscata. La principale difficoltà nell'interpretare il partito di Silfide è nella necessità di mostrare la singolarità di questa bellissima creatura che non obbedisce alle regole e alle leggi umane. È piuttosto un sogno umano, quell'ideale desiderato e irraggiungibile che perisce da ogni ruvido tocco. Allo stesso tempo, il mondo di Sylphis è un mondo di natura meravigliosa e incontaminata, pieno di uccelli che cinguettano, libellule che lampeggiano, un ruscello che mormora, cioè tutto ciò che è così facile da distruggere irrevocabilmente. Tutto questo esiste in «Sylphide» in un sottotesto sottile ma tangibile pieno di simbolismo. Non per niente il balletto si apre con una scena onirica per la protagonista: il mondo della vita quotidiana è un assonnato regno dello spirito, in cui è sveglia la Silfide, miracolosamente volata dentro. Nonostante il nome, il personaggio principale del balletto è James. La tragedia di questo giovane veramente romantico è che cerca di esistere sia nel mondo reale che nel mondo della fantasia, ma non trova la felicità in nessuno di loro.
  




____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione  Pagina 1 di 1
 

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum
Puoi inserire eventi calendario in questo forum