Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione Pagina 1 di 1
 
«LO STUFATO DI TOLSTOJ»
Autore Messaggio
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LO STUFATO DI TOLSTOJ» 
 
Fresco di stampa e' appena uscito in Italia edito da SERRA TARANTOLA (Brescia), LO STUFATO DI TOLSTOJ, la prima traduzione in lingua italiana del dimenticato ricettario della Contessa Sof'ja Andreevna Tolstaja (Поваренная книга С. А. Толстой), edito a Tula nel 1991. Pubblicato con testo a fronte offre la possibilita' di apprezzare la lingua della Contessa Tolstaja. La resa del testo e' stata possibile grazie all'aiuto della lingua arcaizzante del padre della cucina italiana, Pellegrino Artusi. Il testo corredato di fotografie ripropone la rivisitazione in chiave moderna da parte del curatore, di alcuni dei piatti presentati dalla Contessa.
Buona lettura e buon appetito.

 Image

  




____________
ImageImageImage
Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage MSN Live Skype ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Ringraziano per l'utile discussione di Doppio bequadro :
Vincentius Antonovich (02 Dicembre),  
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LO STUFATO DI TOLSTOJ» 
 
http://www.1tv.ru/news/world/204147
  




____________
ImageImageImage
Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage MSN Live Skype ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LO STUFATO DI TOLSTOJ» 
 
Questo libro mi interessa molto, stavo proprio cercando qualche ricettario di cucina Russa, qualcuno lo ha e me lo  può consigliare o me ne propone un'altro?  
grazie
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LO STUFATO DI TOLSTOJ» 
 
Il libro della Contessa Sofia Tolstaja è uscito nel 1991 e stato pubblicato dalla piccola casa editrice del Museo-Tenuta di Lev Tolstoj «Jasnaja Poljana». «Jàsnaja Poljàna» («Ясная Поляна») cioè la «Radura Serena» è il nome della tenuta in cui visse, operò e fu sepolto lo scrittore russo Lev Tolstoj, ubicata a dodici chilometri di distanza dalla città di Tùla (Тула).
SITO UFFICIALE DEL MUSEO DI LEV TOLSTOJ «JASNAJA POLJANA» (in russo, in inglese ed in tedesco)
http://ypmuseum.ru/

Quello che il «Libro di cucina di Sofia Tolstaja» è stato tradotto e pubblicato in Italia non è male. Meglio tardi che mai. Non so capire perché il libro è pubblicato sotto uno strano titolo «Lo stufato di Tolstoj». Spero che quest’iniziativa resterà sulla coscienza degli editori e del traduttore. Il titolo è assai brutto e non vedo nessun senso di cambiare il titolo originale della Contessa Sofia Tolstaja. Non si doveva fare l'originale (lo stravagante). La tale «trovata» non è venuta in mente né ai francesi, né ai tedeschi, né agli inglesi i quali hanno anche tradotto questo libro. Vorrei presentare un’edizione originale del «Libro di cucina di Sofia Tolstaja».
Zarevich  
      

«IL LIBRO DI CUCINA DI SOFIA TOLSTAJA»
«ПОВАРЕННАЯ КНИГА СОФЬИ ТОЛСТОЙ»
Casa Editrice «Museo-Tenuta Jasnaja Poljana» Tula 1991 (Pagine 88)
Издательство «Музей-усадьба Ясная Поляна» Тула 1991

«Il libro di cucina di Sofia Tolstaja» («Поваренная книга Софьи Толстой») rivela le tradizioni gastronomiche della Tenuta di Lev Tolstoj «Jasnaja Poljana» («Ясная Поляна»). Il libro contiene molte ricette della cucina russa caratterizzate per le famiglie nobili della seconda metà del XIX secolo. Il ruolo particolare di «Il libro di cucina» («Поваренная книга») è la conservazione delle tradizioni culinarie della famiglia di Lev Tolstoj. Qui troveremo la ricetta da sorella minore di Lev Tolstoj Maria della preparazione del «kvas di mele» («яблочный квас»), la ricetta del «vino schiumante» («пенное вино») della cugina dello scrittore, «le  focaccine ripiene di carne tritata» («пирожки с мясом») della madre di Sofia Tolstaja, e senz’altro il «piròg» («пирог»), il più famoso pasticcio della famiglia di Lev Tolstoj. La contessa Sofia Andreevna ogni giorno diceva al cuoco che cosa lui deve preparare per la colazione, pranzo e cena. Nel capitolo «I Pranzi» («Обеды») si può leggere le varie varianti del menù di Lev Tolstoj e della sua famiglia negli anni 1899-1900.  



Ultima modifica di Zarevich il 12 Dic 2017 18:37, modificato 2 volte in totale 

Il libro di cucina di Sofia Tolstaja 2.jpg
Descrizione: «IL LIBRO DI CUCINA DI SOFIA TOLSTAJA»
Casa Editrice «Museo-Tenuta Jasnaja Poljana» Tula 1991 (Pagine 88) 
Dimensione: 33.29 KB
Visualizzato: 1077 volta(e)

Il libro di cucina di Sofia Tolstaja 2.jpg

Libro di cucina di Sofia Tolstaja.jpg
Descrizione: «IL LIBRO DI CUCINA DI SOFIA TOLSTAJA»
Casa Editrice «Museo-Tenuta Jasnaja Poljana» Tula 1991 (Pagine 88) 
Dimensione: 26.74 KB
Visualizzato: 1077 volta(e)

Libro di cucina di Sofia Tolstaja.jpg







____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LO STUFATO DI TOLSTOJ» 
 
Nina Nikitina Нина Никитина  
«SOFIA TOLSTAJA» «СОФЬЯ ТОЛСТАЯ»
Collana: «Vita degli Uomimi Eccellenti» (ЖЗЛ: «Жизнь Замечательных Людей)
Casa Editrice «Molodaja gvardia» Mosca 2010 (Pagine 540)
Издательство «Молодая гвардия» Москва 2010

Questo libro sarà senz’altro interessante a tutti gli estimatori dell’arte letteraria di Lev Tolstoj. Essere una compagna della vita dell’uomo geniale non è facile. La scrittrice Nina Nikitina nel suo libro racconta della moglie di Lev Tolstoj, la contessa Sofia Andrèevna Tolstaja.  

  

Sofia Tolstaja.jpg
Descrizione: Nina Nikitina
«SOFIA TOLSTAJA»
Collana: «Vita degli Uomimi Eccellenti»
Casa Editrice «Molodaja gvardia» Mosca 2010 (Pagine 540) 
Dimensione: 25.94 KB
Visualizzato: 1074 volta(e)

Sofia Tolstaja.jpg







____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: «LO STUFATO DI TOLSTOJ» 
 
Buona sera!

Lungi da me voler entrare in polemica,
chiedo a chi ha definito il titolo "molto brutto"
se si sia posto il minimo dubbio sul fatto che la scelta sia stata fatta di proposito
e non in modo casuale
e che alle spalle di questo "cambiamento" ci sia una ragione...

Nemmeno il celeberrimo film "Cogli l'attimo" in inglese è tale.

Il mio titolo non è affatto originale...

Se prima di criticare aveste aperto qualche ricetta del libro della Contessa,
forse la critica sarebbe stata rivolta ad altri aspetti del libro
e ad altri errori assai più grossolani e gravi,
rispetto al titolo, che rispecchia completamente il contenuto.

Aperto ad ogni ulteriore critica, resto a vostra completa disposizione per chiarimenti.

L'autore del brutto titolo.

Andrea Di Tirro
(328-3564136)
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LO STUFATO DI TOLSTOJ» 
 
«IL PRANZO PER LEV» «ОБЕД ДЛЯ ЛЬВА»
«Il libro culinario di Sofia Andreevna Tolstaja»
«Кулинарная книга Софьи Андреевны Толстой»
Casa Editrice «Zentrpoligraf» Mosca 2017 (Pagine 192)
Издательство «Центрполиграф» Москва 2017

La vita famigliare in Jasnaja Poljana manteneva viva Sofja Andreevna Tolsaja. Il suo «Libro culinario» («Кулинарная книга») è a conferma di quanto detto. I nomi delle pietanze sono così: kvas di mela (яблочный квас) di Maria Nikolaevna, della sorella minore di Lev Tolstoj; kvas di limone (лимонный квас) di Marùssia Maklakova, della buona conoscente della famiglia dei Tolstoj; la pastilà o meringa di mele (пастила яблочная) di Maria Petrovna FEt e senza dubbio la Focaccia di Anke (Анковский пирог), del dottore famigliare Berssov Nikolaj Bogdanovich Anke. Sofia Tolstaja raccolse le ricette di 162 piatti cucinati per tutta la grande famiglia. Scrivevano le ricette due persone, Sofia Tolstaja stessa e il suo fratello minore Stepan Andreevich Bers. Il presente libro permette di conoscere la cucina dei Tolstoj e di preparare qualcosa.

  

IL PRANZO PER LEV.jpg
Descrizione: «IL PRANZO PER LEV» «Il libro culinario di Sofia Andreevna Tolstaja»
Casa Editrice «Zentrpoligraf» Mosca 2017 (Pagine 192) 
Dimensione: 35.31 KB
Visualizzato: 431 volta(e)

IL PRANZO PER LEV.jpg







____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LO STUFATO DI TOLSTOJ» 
 
«LA RADURA CHIARA» DI LEV TOLSTOJ
«ЯСНАЯ ПОЛЯНА» ЛЬВА ТОЛСТОГО

A Jàsnaja Poljàna, proprietà di famiglia presso la città di Tula, Lev Tolstoj nacque il 28 agosto 1828 e visse più di mezzo secolo a partire dal 1856. «Senza la mia Jasnaja Poljana, - scriveva Tolstoj in gioventù, - mi è difficile immaginare la Russia e il mio rapporto con essa». Visitiamo ora la casa-museo. La sua stanza più grande è la sala dove, attorno alla grande tavola da pranzo, si riunivano la famiglia e i numerosi ospiti. Alle pareti ritratti di membri della famiglia Tolstoj eseguiti in anni diversi dai migliori pittori russi. Tra essi il famoso ritratto di Lev Tolstoj, opera di Ivan Kramskoj. Dalla sala si passa al soggiorno di modeste proporzioni dove la moglie di Tolstoj trascriveva i manoscritti e riceveva gli ospiti. La stanza a fianco è lo studio di Lev Tolstoj.
A sinistra dell'ingresso c'è un'antica scrivania di legno di noce. Essa apparteneva al padre di Tolstoj. Qui Lev Tolstoj scrisse la maggior parte delle sue opere, tra cui «Guerra e pace» e «Anna Karenina». Qui c'è anche il divano sul quale Lev Tolstoj nacque e che gli fu sempre molto caro. Nello studio ci sono i ritratti degli scrittori russi Ivan Turghenev, Nikolaj Nekrassov, Afanassij Fet, con i quali Lev Tolstoj fu legato da lunga amicizia, il ritratto dell'economista e pubblicista americano Henry George. Avendo letto le opere di Lev Tolstoj, Henry George gli inviò i suoi lavori ed espresse stima e ammirazione per la sua attività. Lev Tolstoj fu entusiasmato dalle idee di George, gli dedicò tre articoli e legò al suo nome uno degli episodi del romanzo «Resurrezione». A sinistra dalla porta è appeso un grande ritratto di Charles Dickens. Lev Tolstoj ebbe sempre grande considerazione per questo scrittore e nel 1861 a Londra presenziò a delle sue lezioni sull'educazione. Nello spazio di muro tra le finestre notiamo la fotografia di Ernest Crosby, poeta e pubblicista americano che scrisse di Tolstoj e fu anche ospite a Jasnaja Poljana. Il loro incontro segnò l'inizio di un prolungato e amichevole scambio di lettere. Vicino alla porta che conduce alla stanza da letto c'è il fonografo donato a Lev Tolstoj da Edison. Le pareti della stanza di Sofia Tolstaja sono interamente ricoperte di fotografie dei figli, di nipoti e di amici. La moglie di Tolstoj conservava molte reliquie di famiglia. In questa stanza visse sino alla morte, avvenuta nel 1919 quando aveva 75 anni. Nella casa ci sono alcune stanze che, nei vari periodi della permanenza di Lev Tolstoj a Jasnaja Poljana cambiarono più volte d’uso. Oggi esse sono note come «segreteria», «stanza a volte», «stanza degli ospiti», stanza di Makovitskij, medico di famiglia dei Tolstoj.
La biblioteca occupa praticamente tutta la casa, e fu iniziata dal nonno di Tolstoj. Essa è eccezionalmente varia: molti sono i libri di pedagogia, di storia delle guerre napoleoniche, numerosi i memorie e le ricerche storiche sul movimento dei decabristi del 1825, primi rivoluzionari nobili russi, libri su problemi economico-sociali, di storia e di teoria dell'arte, di filosofia e teologia, ecc. Complessivamente 22 mila volumi in 36 lingue diverse. Secondo la sua volontà Tolstoj fu seppellito a Jasnaja Poljana, nel vecchio parco sul ciglio di un dirupo, nei cui pressi Lev Tolstoj, ancora bambino, cercava la «bacchetta verde», depositaria del segreto della comune felicità umana. Egli aveva cinque anni quando senti dell'esistenza della bacchetta magica, e lo ricordò per tutta la vita. Sulla tomba di Lev Tolstoj, nel rispetto delle sue ultime volontà, non ci sono né monumenti né recinti, è un semplice tumulo ricoperto d'estate da mazzi di fiori, d'inverno da ramoscelli d'abete.
Il museo letterario di Jasnaja Poljana fu aperto nel 1928, in occasione del centenario dalla nascita di Lev Tolstoj. Il museo occupa il secondo piano della dependance in pietra, dove aveva sede la scuola per i figli dei contadini creata da Tolstoj e che funzionò dal 1853 al 1863. L'esposizione occupa sei sale e in sequenza cronologica ripercorre le tappe fondamentali della vita e dell'arte di Tolstoj. Durante la guerra, per un mese e mezzo a Jasnaja Poljana spadroneggiarono gli occupanti hitleriani. La villa fu completamente saccheggiata, preziosissimi oggetti di grande valore storico vennero trafugati о distrutti. Per nascondere le tracce del crimine gli occupanti bruciarono la casa di Tolstoj. I materiali su questo atto di vandalismo figurarono tra i documenti del processo di Norimberga. Non pochi sforzi ci sono voluti per ricostruire completamente il museo-parco che oggi apre le sue porte a tutti coloro cui è caro il nome di Lev Tolstoj.

  




____________
Zarevich
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione  Pagina 1 di 1
 

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum
Puoi inserire eventi calendario in questo forum