Arca Russa

Posti da vedere - «LA METROPOLITANA DI MOSCA»

Alena - Lunedì, 29 Gennaio 2007, 19:49
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
La metropolitana di Mosca è considerata una delle più belle del mondo. Le sue stazioni assomigliano agli interni di meravigliosi palazzi, il complesso sistema di comunicazioni sotterranee è il risultato dell'unione di una perfetta tecnologia con un'arte raffinata.
Ogni giorno, scendendo nel sottosuolo della città, i moscoviti e gli ospiti della capitale russa possono ammirare splendidi monumenti di architettura, pitture e sculture, e scoprire un «museo» originale e unico al mondo. I marmi, i graniti, l'illuminazione particolare, le sculture, le incisioni, gli insiemi architettonici fanno la bellezza di questa metropolitana. …
La metropolitana di Mosca viene costantemente ampliata e tocca ormai tutte le zone della grande metropoli: ne permette quindi una visita rapida e funzionale; gli angoli più splendidi di Mosca sono in tal modo facilmente accessibili; i grandi spazi verdi che circondano la città divengono facilmente raggiungibili. Grazie a questa immensa e splendida rete sotterranea, anche i turisti più esigenti possono visitare la capitale russa più rapidamente. Ma le stesse stazioni della metropolitana meritano, anche per il turista frettoloso, almeno una mezza giornata di visita…

http://it.wikipedia.org/wiki/Metropolitana_di_Mosca

Argonauta - Lunedì, 29 Gennaio 2007, 20:16
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
E' vero.... la metropolitana di Mosca è interessante da vedere. Però.... mi mette una certa malinconia, un certo malessere... non so... forse il severo stile sovietico, la mancanza di colore e di luce.... E tutte le persone hanno una fretta.... una fretta! Ma dove vogliono andare così velocemente? Che cosa stanno perdendo per spingersi ed affrettarsi ad entrare nel primo treno se ne passano continuamente in abbondanza?

Zarevich - Lunedì, 29 Gennaio 2007, 20:24
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Ma in metrò di Roma o di Milano le persone non hanno fretta, ci arrivano per riposare e giocare a tennis o tombola?

Argonauta - Lunedì, 29 Gennaio 2007, 20:25
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
A Mosca hanno TUTTI fretta, anche i pensionati che non hanno nulla da fare quando vanno in metropolitana sono più veloci dei ragazzi!!!!! Mr. Green

Zarevich - Lunedì, 29 Gennaio 2007, 20:33
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Ma perchè la fretta di Mosca è una cosa negativa? La gente ha fretta perchè ha fretta. Cosa vedi in questa fretta di negativo? Secondo te i moscoviti devono essere lenti lenti e non avere fretta?

Argonauta - Lunedì, 29 Gennaio 2007, 20:39
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Sì. per me la fretta è una cosa negativa. Preferisco vivere con calma e fare in fretta solo alcune cose.

Esempio: preferisco lavorare in fretta, andare in bicicletta in fretta e mangiare le arancie in fretta.

ma....

preferisco farmi il bagno con calma, camminare con calma, mangiare il brodo bollito con calma: altrimenti mi brucio la bocca...

PS
Mi piace scherzare con Zarevich in fretta: ma non in metropolitana!

Zarevich - Lunedì, 29 Gennaio 2007, 20:48
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Ma per vivere a bell'agio non occorre arrivare a visitare Mosca. Si può andare al kolchoz "Aurora" e viverci per tutta la vita. Chi obbliga ad aver fretta a Mosca? Laughing Question Libertà d'azione
Carmen è libera e morirà liberamente come diceva zio Bizet

Myshkin - Martedì, 30 Gennaio 2007, 08:20
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
E' vero, non è il caso di andare a Mosca, come in molte altre metropoli, se si cerca una vita bucolica e rilassata.
Ci sono moltissimi posti più idonei per questo.
La metropolitana di Mosca è davvero monumentale. Io conosco solo poche stazioni, ma mi hanno colpito molto.
Ma quali sono le stazioni più rinomate per la loro imponenza e bellezza?

Doppio bequadro - Martedì, 30 Gennaio 2007, 09:14
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Io ho sempre fretta nella folla. Nella folla mi viene la follia!
Mi affretto di uscire ad un posto aperto, forse soffro di claustrofobia.
E poi nella nostra metropolitana, come anche in molte altre ci sono tanti ladri, bisogna essere sempre attenti.

Alena - Martedì, 30 Gennaio 2007, 11:38
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Myshkin ha scritto: 
Ma quali sono le stazioni più rinomate per la loro imponenza e bellezza?"

Ce ne sono molte. Majakovskaja, Kievskaja, Komsomolskaja, Novosloboskaja, Belorusskaja, Krasnopresnenskaja, Ploschchad Revolutsii, Teatralnaja …
Mi piacciono di piu
Majakovskaja http://metro.molot.ru/img/mayak4.jpg http://www.ljplus.ru/img2/z/a/zabyg18/mayak08.jpg
e Novoslobodskaja
Ploschad’ Revolutsii (Piazza della Rivoluzione).
Puo essere interessante di vederla. Ma mi sembra troppo opprimente. Ricordo che quando ero piccola quelle statue di bronzo mi facevano molta paura.
Alena

Myshkin - Martedì, 30 Gennaio 2007, 11:55
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
E' vero, sono molto belle Smile
Io di quelle conosco solo la Komsomolskaja e la Belorusskaja.
Comunque sono tutte mantenute ben pulite, e non con i muri imbrattati dai maniaci delle bombolette che ricoprono di graffiti qualunque superficie capiti loro a tiro, compresi i vetri dei mezzi pubblici Confused

Alena - Mercoledì, 31 Gennaio 2007, 13:10
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Irina ha scritto: 
Delle altre stazioni mi piacciono Arbatskaja (quella di linea blu scura)...

Si. La stazione Arbatskaja e’ bella.
Ma perche due stazioni diverse una della linea blu e un altra della linea blu scuro hanno lo stesso nome Arbatskaja? Questo non proprio riesco a capire.
Alena

Angelo di fuoco - Domenica, 04 Febbraio 2007, 13:38
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Da quel che so una delle linee azzurre fu concepita come rifugio in caso di guerra o bombardamento nucleare...

Anonymous - Domenica, 04 Febbraio 2007, 14:28
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Mi piaceva sempre la stazione Taganskaja, io anche ho sentito che questa e la piu profonda.

Angelo di fuoco - Domenica, 04 Febbraio 2007, 15:53
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Irina ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Si, anch'io ho sentito parlare che in quella direzione va una delle linee segrete..
Io non intendevo dire questo, soltanto che una delle due linee blu aperte era designata come rifugio...

Angelo di fuoco - Domenica, 04 Febbraio 2007, 16:10
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Irina ha scritto: [Visualizza Messaggio]
io invece quando si dice di rifugio, penso subito di bunker.. Wink
Mai si costrusse sí lussuoso bunker, designato per il popolo e non per i regnanti...

Anonymous - Domenica, 04 Febbraio 2007, 18:27
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Sa qualcuno, in Italia ci siano le linee segreti della metropolitana? Rolling Eyes

Argonauta - Domenica, 04 Febbraio 2007, 20:12
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
No, in Italia non ci sono linee segrete della metropolitana.

Zarevich - Domenica, 04 Febbraio 2007, 20:26
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
No, in Italia non ci sono linee segrete della metropolitana.

Ne sei sicuro? Question Question Question Question

Zarevich - Domenica, 04 Febbraio 2007, 20:55
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
La tua risposta è convincente Mr. Green
Caro! Noi non siamo nell'orto dei generali e dei direttori la cui ingenuità santa è fresca come una rosa. Mr. Green Exclamation Exclamation

Myshkin - Giovedì, 12 Aprile 2007, 17:09
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
I ritratti del fotografo realista del metrò di Mosca che ha spedito le foto sul web ed ora cominciano ad apparire su molti blog.

http://www.repubblica.it/2006/08/ga...politana/1.html

Argonauta - Giovedì, 12 Aprile 2007, 19:30
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Questo fotografo è un pervertito.
Non mi piace.

Zarevich - Giovedì, 12 Aprile 2007, 19:47
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Distratte, assorte, sorridenti, annoiate, sognatrici le facce ritratte in questa galleria di immagini, foto di molteplici espressioni per altrettante storie che si intrecciano quotidianamente in una stazione della metropolitana di Mosca. Sembra un casting per un film e invece è un progetto di un fotografo "realista" che ha spedito le foto sul web e ora compaiono in molti blog in giro per il mondo

Myshkin - Venerdì, 13 Aprile 2007, 07:58
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Ma signori, suvvia! Non avete un minimo di considerazione per l'arte? Razz

E va bene, ho voluto farvi uno scherzo innocente, e vedo che non è passato inosservato, per fortuna.
Zarevich, hai inquadrato molto bene il soggetto e la sua collocazione ideale! Mr. Green

Ora che ci abbiamo buttato sopra commenti e battute, penso che possiamo anche eliminarlo, questo topic.
Non pensavo di lasciarlo come materiale permanente del nostro forum... qualcuno potrebbe prenderlo sul serio!

Zarevich - Venerdì, 13 Aprile 2007, 10:56
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Secondo me le foto sono molto simpatiche
Sono tutti i tipi

Myshkin - Venerdì, 13 Aprile 2007, 13:21
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
E' per quello che avevo riportato il link, per la curiosità dei molteplici tipi ed espressioni che si ritrovano in quell'assortimento.
Però non pensavo di lasciargli occupare un posto fisso nel forum delle arti figurative.
Ma se pensi che è meglio lasciarlo, lasciamolo pure.

Angelo di fuoco - Domenica, 15 Aprile 2007, 16:56
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
I tipi sono piuttosto dei tipacci... 'un mi piacciono molto. Comunque non pensavo che la gente della metropolitana di Mosca fosse cosí. Rolling Eyes
Comunque è meglio che tu lo lasci qui questo topic, княже.

Zarevich - Mercoledì, 11 Luglio 2007, 13:26
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«МОСКОВСКОЕ МЕТРО»
Guida Путеводитель
Casa Editrice «KnigiWAM» Mosca 2007 (Pagine 168)
Издательство «Книги WAM» Москва 2007

Il mensile di Mosca «WAM» www.knigiwam.ru , specializzato nelle Belle Arti e Architettura, pubblica spesso dei libri come un supplemento. Questa settimana in tutte le edicole di Mosca si possono comprare due libri dal titolo «LA METROPOLITANA DI MOSCA» «МОСКОВСКОЕ МЕТРО», l’uno in russo e l’altro in inglese. È un album di formato 30x22.
E' una guida della metro di Mosca.
La guida contiene cinque itinerari per le 172 stazioni costruite negli anni ’30-’50. Sono presentate delle informazioni sulla storia della costruzione delle stazioni, dei suoi architetti, delle particolarità architettoniche, delle decorazioni di vari marmi.
La guida contiene l’indice di tutte le stazioni con le fotografie e informazioni dell’uscita e dell’entrata. Nel settore “Tutta Mosca presso la metro” ci sono tutta una serie di informazioni sui musei, teatri, stadi o stazioni ferroviarie nei pressi delle stazioni di metro.
La cosa più interessante è l’informazione dettagliata delle vecchie stazioni degli anni ’30-’50. Questa guida è una delle numerose guide della metro di Mosca ed è molto molto interessante sotto il profilo storico-architettonico. [/color]

«MOSCOW METRO» Travel guide
english edition
The guidebook offers five itineraries focussing on the art and architecture of Moscow`s most interesting stations with a brief account of their history and special features. Extensive use is made of modern and archive photographic material, as well as designs and sketches, some of which were never used. Routes 2, 4 and 5 have been expanded to include stations of general interest.
An index of all the stations on the Moscow Metro and a list of museums, theatres, sport centres, stadiums, railway stations, shopping facilities and parks in their vicinity make the guidebook invaluable for intrepid foregn tourists who prefer to explore for themselves.


Myshkin - Mercoledì, 11 Luglio 2007, 13:45
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Ci sono 172 stazioni in tutto nella metro di Mosca? Non le avevo mai contate, sono tante!
E' una delle più grandi reti metropolitane al mondo, ma di preciso non so come si classifica.
Di certo la prima è quella di Londra, questo è notorio. Poi forse c'è quella di Parigi e dopo quella di Mosca? O Madrid?
Certo che Roma, con due linee di metropolitana che in tutto hanno 50 stazioni, non è davvero una città con un sistema di trasporto su rotaia adeguato. Confused

Myshkin - Mercoledì, 11 Luglio 2007, 13:57
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Ho giusto davanti agli occhi un calendarietto plastificato di Mosca con su stampato lo schema delle linee della metro di Mosca. Proprio quello della tua scansione. Mi sono ritrovato molti di questi comodi calendari in mezzo a qualche libro.... chissà come ci sono finiti!

Zarevich - Mercoledì, 11 Luglio 2007, 14:01
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Sì, i calendarietti con lo schema delle linee della metro e gli schemetti plastificati si può comprare dappertutto in metro ed in ogni edicola.

Angelo di fuoco - Giovedì, 12 Luglio 2007, 00:54
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Myshkin ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ci sono 172 stazioni in tutto nella metro di Mosca? Non le avevo mai contate, sono tante!
E' una delle più grandi reti metropolitane al mondo, ma di preciso non so come si classifica.
Di certo la prima è quella di Londra, questo è notorio. Poi forse c'è quella di Parigi e dopo quella di Mosca? O Madrid?
Certo che Roma, con due linee di metropolitana che in tutto hanno 50 stazioni, non è davvero una città con un sistema di trasporto su rotaia adeguato. Confused

Be, non so se sia la piú grande metropolitana per numero di stazioni o la lunghezza delle linee, ma è sicuramente la piú frequentata al mondo (8-9 millioni passeggeri per giorno, cioè 3 milliardi passeggeri all'anno!!!) e le linee e stazioni esistenti non bastano ancora! E, se si facesse un concorso delle piú belle metropolitane al mondo, credo che quella di Mosca (almeno le stazioni piú vecchie e centrali) sarebbe fra le vincitrici.

Zarevich - Sabato, 10 Gennaio 2009, 12:22
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
La Metropolitana di Mosca ha 12 linee e 172 stazioni
Una linea Circolare (Кольцо)
Ma nel libro sono presentati solo cinque linee della metropolitana degli anni '30-'50

Zarevich - Domenica, 16 Maggio 2010, 21:14
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
LA METROPOLITANA DI MOSCA - 75
La notte dal sabato 15 maggio alla domenica 16 maggio 2010,
nella Notte dei Musei l’atrio sotterraneo della metropolitana di Mosca della stazione «KROPOTKINSKAJA» («КРОПОТКИНСКАЯ») è diventato una Sala da Concerti. Nel centro della banchina della stazione sono state collocate le sedie per gli spettatori e sul palcoscenico improvvisato in un'ora e mezzo si è esibita l’Orchestra da Camera «KREMLIN» diretta dal celebre maestro Misha Rakhlèvskij (Миша Рахлевский). Il concerto è cominciato con le composizioni di Dmitrij Shostakovich e Serghej Rachmaninov ed anche Summertime di George Gershwin, ed è finito con «l’inno» alla METRO DI MOSCA sulla musica di Nikita Bogoslòvskij. Il fatto è che la canzone di Nikita Bogoslòvskij scritta negli anni ’30, la «Canzone del vecchio vetturino» («Песня старого извозчика»), è considerata l'inno alla Metropolitana di Mosca. LA NOTTE NEL MUSEO quest’anno coincide con il 75-simo anniversario della Metropolitana di Mosca. Il 15 maggio di 75 anni fa fu aperta la prima linea della Metropolitana di Mosca su cui si trova la stazione «KROPOTKINSKAJA».
Come racconta e fa vedere la TV, alcune centinaia di visitatori o spettatori questa notte si sono uniti al grande coro e cantavano la «Canzone del vecchio vetturino» con l’accompagnamento dell’Orchestra «KREMLIN». I musicisti dell’orchestra erano vestiti nell’uniforme dei lavoratori della metropolitana. Sulla stazione stavano due treni, uno nello stile retro degli anni ’30 e l’altro, dall’altre parte, un treno nuovissimo con il nome «ACQUARELLO». Le porte dei treni erano aperte e ognuno poteva entrarci per guardare le esposizioni dei quadri nello stile «metropolitano» o «urbano» concessi gentilmente dal Museo degli Arti Figurative «PUSHKIN». I visitatori o spettatori del concerto erano costituiti da molti giornalisti e da semplici passeggeri. Apposta per loro la Metropolitana di Mosca prima ha sorteggiato 100 biglietti d'invito per il concerto di notte, dopo l'annuncio sul suo sito del concorso da 10 domande sulla storia della metropolitana di Mosca. 100 vincitori hanno ricevuto i biglietti d'invito, e i giornalisti … ma come fare senza di loro …


https://www.youtube.com/watch?v=MRm-ey9w4dw

Zarevich - Lunedì, 21 Giugno 2010, 20:06
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
A «Dostojèvskaja» ci vanno come in museo
На «Достоевскую» ездят как в музей

Il 19 giugno 2010 per i passeggeri della metropolitana di Mosca sono state aperte due nuove stazioni: «Dostojèvskaja» («Достоевская») e «Màrjina Ròscia» («Марьина роща»). Queste due stazioni erano attese da lungo tempo e ognuna a modo suo sono uniche. Prima di tutto si deve decifrare uno strano nome per l’orecchio straniero «Màrjina Ròscia» cioè in russo «Марьина Роща». È un antico quartiere di Mosca un po’ lontano dal centro. «Рòща» è il «boschetto», «Марьина» cioè «di Maria», significa «Il Boschetto di Maria» «Марьина Роща».
Ma io ho cominciato a scrivere questo post non per descrivere la stazione «Марьина Роща». Vorrei scrivere qualche parola della stazione «Dostojèvskaja» («Достоевская»). Di solito i moscoviti non dedicano attenzione alle stazioni del metro di Mosca, è un affare dei turisti e degli ospiti della capitale russa. Hanno aperto due nuove stazioni, e con ciò. Ogni anno aprono nuove stazioni. Ma questa volta tutto era diverso. Questo fine settimana, sabato e domenica, non si è potuto passare a forza di gomiti alla stazione «Dostojèvskaja»: i moscoviti con le macchine fotografiche e i loro cellulari ci sono arrivati come in museo. A dir il vero da tempo non era così. Della stazione «Dostojèvskaja», o meglio della sua decorazione si sentiva parlare da tempo. Sui muri della stazione ci sono raffigurate le scene che illustrano quattro romanzi di Fiodor Dostojevskij: «Delitto e Castigo» («Преступление и наказание»), «L’Idiota» («Идиот»), «I Demoni» («Бесы») e «I Fratelli Karamazov» («Братья Карамазовы»). Le decorazioni dai romanzi dello scrittore comprese le scene della violenza (l’omicidio e il suicidio). Il decoratore della stazione «Dostojèvskaja» è il pittore Ivan Nikolàev (Иван Николаев) il quale scelse per la decorazione della stazione la tecnica del mosaico florentino. Per il rivestimento dei piloni, delle colonne e delle pareti della stazione e dei atri sotterranei sono stati usati i marmi e i graniti di varie rocce sedimentarie: Ufalei, Carrara (bianco), Gabbro. Anche da queste rocce della pietra è fatto il mosaico florentino.
Qui presento qualche foto della stazione «Dostojèvskaja». Come vi piace?

Myshkin - Lunedì, 21 Giugno 2010, 20:21
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Non avevo sentito in precedenza di queste nuove fermate di metro, e lo ho appreso soltanto oggi, leggendo questo post e, combinazione, subito dopo vedendo un servizio video pubblicato su un quotidiano italiano online, dedicato appunto alla nuova stazione "Dostojevskaja".
Il servizio diceva che tra i i moscoviti le reazioni erano molto discordi. Certo che è notevole, in ogni senso, di sicuro da vedere.
Ho trovato anche una interessante galleria fotografica con le immagini scattate durante i lavori della stazione:

http://d0cent.livejournal.com/124730.html

Tu, sei già stato a vederla, Zarevich? E' vero che molti sono entusiasti e molti sono critici e hanno protestato?

Zarevich - Lunedì, 21 Giugno 2010, 20:30
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
No, io non ci sono stato ancora. Ci andrò a vedere nei prossimi giorni. Le reazioni dei moscoviti erano molto discordi perché il pittore ha presentato i mosaici con le scene della violenza, con l’accetta di Raskolnikov ecc.
Ma io penso che non si possa presentare Dostojevskij senza queste scene. Non penso che ci siano molti contradditori.

maria petrovna - Lunedì, 13 Dicembre 2010, 22:39
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Quest'estate ho visto una mostra bellissima sia per le foto che per il soggetto, la mostra di foto della fotografa Lena Liv sulle varie stazioni della metropolitana di Mosca con le persone che passano di lì. Le foto con i soggetti fotografati nella metropolitana, donne anziane, ragazzi, passanti di ogni tipo, sono veramente belle. E vien voglia di andare a vedere di persona queste stazioni della metro di Mosca, bellissime, imponenti, ognuna diversa dall'altra.
Qualcuno ne sa di più di questa fotografa?
La mostra che ho visto io era al museo di arte moderna di Tel Aviv.

Vincentius Antonovich - Lunedì, 13 Dicembre 2010, 23:24
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
A quanto ho trovato in internet, le stesse opere erano già state esposte al Centro Pecci di Prato.
Sembra un'artista molto interessante anche a me. Peccato, che non si vedano nel sito le foto della metropolitana di Mosca.

Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Zarevich - Sabato, 09 Luglio 2011, 17:05
Oggetto: «SOTTO I SETTE COLLI»
Mark Naùmov Марк Наумов
«SOTTO I SETTE COLLI»
Il passato ed il presente della metropolitana di Mosca
«ПОД СЕМЬЮ ХОЛМАМИ»
Прошлое и настоящее московского метро
Casa Editrice «Moskvovedenie» Mosca 2010 (Pagine 448)
Издательство «Москвоведение» Москва 2010

Qusto libro contiene le informazioni sulla Metropolitana di Mosca, la quale dall’inizio della sua prima apertura nel mese di maggio del 1935 diventò un notevole monumento storico della città di Mosca. L’autore del libro racconta della storia e della vita contemporanea della metropolitana. La parte principale del libro è una guida per tutte le 11 linee della metropolitana di Mosca. L’attenzione particolare si presta al design architettonico-artistico di tutte le stazioni. La Metropolitana di Mosca è un celebre monumento della nostra storia. Il presente libro è riccamente illustrato con i disegni e le fotografie. Il libro sarà interessante per la vasta cerchia dei lettori che si interessano della storia di Mosca e soprattutto sarà utile ai nostri amici stranieri. Basta solo cominciare a studiare la lingua russa.
Il libro si chiama «SOTTO I SETTE COLLI» («ПОД СЕМЬЮ ХОЛМАМИ»). Si dovrebbe spiegare ai nostri amici italiani che la città di Mosca fu fondata dal Principe Jurij Dolgorùkij nel 1147 proprio sui sette colli e la Metropolitana passa sotto questi sette colli della città.

Vincentius Antonovich - Venerdì, 30 Dicembre 2011, 00:49
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
Dal 28, la rete della metropolitana di San Pietroburgo si è arricchita di una nuova, centralissima stazione, quella dell'Ammiragliato, nel cuore monumentale della città, vicino alla Cattedrale di Sant'Isacco e all'Ermitage. A parte lo splendore delle decorazioni, che però non è un fatto insolito, per le stazioni delle metropolitane russe, questa stazione è interessante dal punto di vista tecnico, in quanto è molto profonda, ed è servita da una scala mobile dalla lunghezza e dalla pendenza straordinarie. Nello stesso giorno dell'inaugurazione la scala ha subito un guasto, prontamente riparato. Il nastro della scala è lunghissimo e non può certo essere trainato da un solo motore; ce ne saranno diversi, che devono funzionare nella più perfetta sincronia, anche quando le persone sono tutte concentrate in un solo tratto di scala. Evidentemente si tratta di un impianto fuori dell'ordinario e delicatissimo, che dovrà essere controllato con il massimo delle cure. Sembra che per arrivare in cima alla scala principale non bastino tre minuti. Un'esperienza da fare!

In questo video si vede la scala ferma per il guasto, che riparte (purtroppo si tratta proprio della scala che sale).

Zarevich - Sabato, 16 Maggio 2015, 15:37
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
La metropolitana di Mosca compie 80 anni.
Il 15 maggio del 1935 venne messa in funzione la prima linea, detta Sokholnicheskaya, che attraversava da Nord a Sud l'allora capitale sovietica. In una città costantemente afflitta dagli ingorghi, la metropolitana è il mezzo di trasporto più veloce e affidabile, nonchè una delle più belle se non la più bella del mondo. Ecco 8 curiosità sulla Metropolitana di Mosca in occasione del suo 80° compleanno. La rete della metropolitana di Mosca è composta da 12 linee, per una lunghezza complessiva di 327,5 km. Undici linee attraversano la città in diagonale, mentre quella di color marrone (o numero 5) raccorda le precedenti e disegna un anello intorno al centro. In totale le stazioni sono 196, 44 delle quali sono state riconosciute patrimonio culturale. Ogni giorno la metropolitana di Mosca trasporta 9,6 milioni di passeggeri, in un anno 2,6 miliardi.

La stazione della metro più profonda è «Park Pobedy», 84 metri. Le scale mobili sono lunghe ben 126.8 metri. In Russia solo la stazione «Admiralteyskaya» a San Pietroburgo è più profonda (86 metri). La meno profonda è «Pechatniki», solo 5 metri sottoterra. La stazione con il vestibolo più lungo è «Vorob'yevy Gory» - «Colline dei Passeri», con ben 282 metri.
500 metri: la distanza tra le stazioni più vicine fra loro, «Vystavochnaya» e «Mezhdunarodnaya». 6625 metri: la distanza fra le più lontane tra loro, «Krylatskoe» e «Strogino».

Inizialmente la Metropolitana di Mosca era stata costruita per essere utilizzata come luogo di difesa in caso di bombardamenti aerei. Durante la Grande Guerra Patriottica (Seconda Guerra Mondiale) nelle gallerie della metro di Mosca trovarono rifugio migliaia di abitanti della Capitale Sovietica. In caso di attacco atomico direttamente dal Cremlino partivano 3 linee dirette verso le basi militari di Podolsk, Checov e l'aerodromo di «Vnukovo», per permettere a Stalin ed al resto dei componenti del Soviet Supremo di venire evacuati. Questo sistema prese il nome di «Metro 2». Sui treni che si muovono dal centro verso la periferia le stazioni sono annunciate da una voce femminile, in quelli che viaggiano verso il centro, da una maschile. Sui treni della linea circolare la voce maschile annuncia le stazioni durante il tragitto in senso orario, quella femminile, al contrario, in senso antiorario. Questa particolarità è stata studiata per facilitare l'orientamento delle persone non vedenti.

Ogni città ha le sue superstizioni. Moscoviti, turisti, emigrati: che ci si creda o no quasi tutti almeno una volta hanno accarezzato il muso del «cagnolino del soldato di frontiera». Si tratta di una delle 76 sculturee di bronzo dedicate ad eroi sovietici poste nella stazione «Ploschad Revolyutsii» («Piazza della Rivoluzione», in pieno centro della capitale russa). Secondo la credenza popolare accarezzare il naso del cagnolino porta bene, specialemente agli studenti, che dopo questo rito possono andare all'università sicuri di passare il prossimo esame.

Nelle stazioni della metropolitana di Mosca non ci sono distributori automatici di bevande e snacks, però c'è una stazione, in cui si può consumare un pasto completo. E' «Arbatskaya» nella linea blu, proprio sotto l'omonima celebre via nel centro di Mosca. Qui è situata una filiale della mensa aziendale del personale della Metropolitana di Mosca, aperta anche al pubblico. Uno spazio piccolo ma accogliente: quattro tavoli con i fiori finti di plastica, come piatti e posate ed una riproduzione della Gioconda sulla parete. Il menu è democratico: riso oppure un piatto di pasta, cavoli, wuster, uova sode, insalata, kompot oppure un thè caldo. Buon Appetito!

Nella metropolitana di Mosca c'è la stazione «Rimskaya» arredata in tema con l'Antica Roma, eppure nella metropolitana di Roma non c'è una stazione dedicata a Mosca. Al contrario a Milano c'è la stazione «Moscova», dedicata ai soldati del Regno Italico che nel 1812 combatterono insieme alle truppe napoleoniche in Russia.
Anche la versione russa di Google celebra il compleanno della metro di Mosca:

La metro di Mosca compie 80 anni! Su quale linea avete viaggiato oggi?

Nei treni della metropolitana di Mosca funziona gratuitamente la rete Wi-Fi. Sulla linea Arbatsko-Pokrovskaya, la più lunga con i suopi 45 km, il tragitto da un capo all'altro dura anche più di un'ora, perciò disporre della connessione a internet aiuta a ingannare il tempo. Un bene…apparente, perchè anche nell'ora di punta la maggior parte della gente è china sul proprio smartphone, intralciando la caotica circolazione dei passeggeri. A questo proposito guai a sbagliarsi sulle scale mobili e stare fermi sulla sinistra. Mosca non si ferma mai, e sulla parte sinistra della scala mobile, sia in salita, sia in discesa c'è un flusso continuo di persone. Per i più imprigionati nella routine quotidiana, salire le lunghe scale mobili della metropolitana di Mosca è l'unica forma di esercizio fisico.

Zarevich - Lunedì, 28 Settembre 2015, 16:29
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«IL TRENO TIGRATO» «ПОЛОСАТЫЙ РЕЙС»

Il 28 settembre 2015 alla metropolitana di Mosca ha cominciato a collegare il treno nominativo «Il Treno Tigrato» («Полосатый Рейс»). Questo treno di metropolitana è dedicato alla tigre d’Amur (амурский тигр), al leopardo dell'Estremo Oriente della Russia, e ai problemi della difesa dell'ambiente della natura. È così la metropolitana di Mosca prende parte al progetto della Società Geografica Russa.

Zarevich - Lunedì, 28 Settembre 2015, 16:40
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«IL TRENO TIGRATO» «ПОЛОСАТЫЙ РЕЙС»

Zarevich - Sabato, 21 Maggio 2016, 17:27
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«LE PASSIONI SHAKESPEARIANE»
«ШЕКСПИРОВСКИЕ СТРАСТИ»

Il British Council insieme alla Metropolitana di Mosca il 24 maggio 2016 avvia sulla linea Blu del Metro di Mosca il treno tematico dedicato al 400° anniversario della morte di William Shakespeare (1564-1616).
I fondatori del «TRENO SHAKESPEARIANO» hanno deciso di trasformare le opere del grande cantore di gesta eroiche al linguaggio moderno dell’internet e di trasmettere dei sentimenti di Macbeth, del Re Lear, di Romeo e Giulietta con l’aiuto dei pittogrammi.

Zarevich - Mercoledì, 16 Novembre 2016, 13:08
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«PROSSIMA FERMATA, MOSCA!»

Mario Sommossa
«SPUTNIK»

I moscoviti che ogni giorno riempiono i treni della locale metropolitana nemmeno se ne accorgono, abituati come sono a percorrerne le stazioni, ma la loro è, probabilmente, la più bella metropolitana del mondo.Al contrario, lo straniero che vi scende per la prima volta rimane subito impressionato dalla monumentalità di alcune di esse e dall'arte che vi è stata profusa.
E' normale che non si faccia più caso ai luoghi che vediamo sempre e non ci si renda conto della loro peculiarità. Succede anche a Roma, dove ai romani capita di passare vicino ad autentici capolavori come la Fontana di Trevi o il Pantheon e di non rivolgere loro nemmeno uno sguardo. Chi arriva a Mosca da turista o per lavoro, abituato a metropolitane semplicemente funzionali e, talvolta, spoglie, resta colpito in modo indelebile dalla bellezza di alcune stazioni e da come migliaia di persone per volta vi si spostino con naturalezza e con ordine. Tra l'altro, mentre le nostre metropolitane sono subissate dalla pubblicità, in quella di Mosca non ce n'e' traccia, forse proprio per non contaminare la sacralità dell'arte che vi è profusa. Ricordo che un amico italiano, fotografo di professione, quando vi entrò per la prima volta in occasione di un breve soggiorno nella capitale decise di ritornarvi espressamente per immortalare con la macchina fotografica, le sensazioni che vi aveva vissuto. Ne uscì un libro d'immagini che, pur senza alcuna promozione, vendette facilmente in Italia qualche migliaio di copie. Tutti gli stranieri che hanno avuto la fortuna di essere, per qualche ora, passeggeri su questi treni sotterranei si meravigliano che, tra tutte le promozioni turistiche fatte dalla Russia verso l'estero, non si enfatizzi sufficientemente questo tesoro che è, contemporaneamente, un efficiente mezzo di spostamento e un museo. Questo vuoto sarà, forse, colmato da un bellissimo filmato di poco più di trenta minuti realizzato da una giovane regista russa, Elena Gladkova, moscovita che ha studiato all'Università' Russa di Cinematografia Seerghej Gerassimov e vi si è diplomata nel 2012. Il suo documentario, un insieme d'immagini bellissime e di musica di compositori russi (ogni stazione presentata ha un suo particolare e diverso sottofondo musicale, scelto singolarmente per corrispondere al tema di ogni luogo) ha richiesto alcuni giorni per le riprese e ben due mesi per il montaggio. A quanto pare, giudicando dal risultato, tanta attenzione ai particolari è stata premiata perché il film è già stato presentato con successo anche al Festival di Cannes nel settore dei cortometraggi, al XXII Video Festival di Verona e al 69esimo Festival di Locarno, ove ha ottenuto anche il premio ISPEC. Il film "Il palazzo del Popolo" su Youtube La regista Gladkova non è nuova a riconoscimenti internazionali. Nel 2014 aveva ottenuto una Menzione Speciale allo Short Film Festival in West Virginia (USA) per il suo altro cortometraggio "Summer Day" quale miglior regista. Lo stesso è accaduto in Ungheria al Festival Eszterhazy Filmnapok, sempre nel 2014, con il filmato "Jazz Etude". I premi raccolti in Russia, sia come regista sia per l'editing dei filmati realizzati, nemmeno si riescono a contare. © Sputnik. Alexander VilfLa metropolitana di Mosca compie 80 anni16La scorsa settimana ha presentato a Milano il suo filmato "Il Palazzo del Popolo — La Metropolitana di Mosca", davanti a un pubblico numeroso e attento che, alla fine della proiezione, non ha lesinato né i complimenti né i meritati applausi. In quest'occasione, le abbiamo chiesto come e perché era nata in lei la volontà di realizzare questo film su di un soggetto così particolare. Ci ha risposto che durante il Festival Cinematografico di Verona dello scorso anno, un architetto locale che aveva visto i suoi precedenti filmati l'aveva avvicinata per chiederle di girare qualche minuto proprio sulla metropolitana moscovita, per poter mostrare ad alcuni colleghi la bellezza di quelle stazioni. L'idea le piacque, al punto che decise di auto prodursi un vero film-documentario, un po' più impegnativo dei pochi minuti che le erano stati proposti. Ai nostri occhi ne è valsa la pena. Alla domanda del perché ha voluto che una delle prime presentazioni fosse fatta in Italia, la regista ha dato una risposta che non può che lusingarci: "Noi russi sappiamo che l'Italia è il cuore mondiale dell'arte e qui anche la gente comune percepisce il bello per istinto. Era quindi giusto, secondo me, partire da qui". Grazie. E sinceri auguri di uguale successo anche in tanti altri Paesi!

Zarevich - Venerdì, 22 Dicembre 2017, 14:32
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«L'ANNO NUOVO E IL NATALE A MOSCA ARRIVANO A BORDO DELLA METROPOLITANA»
L'atmosfera magica delle feste avvolge tutti e tutto, anche sottoterra. I moscoviti ed i numerosi turisti in visita alla Capitale Russa da oggi, dal 22 dicembre 2017 e fino al 14 gennaio 2018 possono provare il piacere di un viaggio a bordo di un treno speciale, dedicato al Natale.

Zarevich - Giovedì, 05 Luglio 2018, 18:22
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«LE PIU’ BELLE STAZIONI DEL METRO DI MOSCA»
«САМЫЕ КРАСИВЫЕ СТАНЦИИ МОСКОВСКОГО МЕТРО»
Gli architetti francesi venuti a Mosca ad appoggiare la loro squadra di calcio al campionato del mondo, hanno fatto un rating delle più belle stazioni della Metropolitana di Mosca. Secondo gli architetti francesi le stazioni più belle sono: «Komsomolskaja» («Комсомольская»), «Majakovskaja» («Маяковская»), «Parco della Vittoria» («Парк Победы»), «Taganskaja» («Таганская») e «Pushkinskaja» («Пушкинская»).

Zarevich - Sabato, 16 Maggio 2020, 10:31
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«МОСКОВСКИЙ МЕТРОПОЛИТЕН»
La metropolitana di Mosca è il cuore del sistema di trasporto della capitale ma è anche un’intera città sotterranea con le sue tradizioni, sorprese e leggende.
La storia della metropolitana di Mosca iniziò il 15 maggio 1935, con il viaggio inaugurale del primo treno dalla stazione Sokolniki a Park Kultury (Parco della Cultura). Il primo passeggero fu l'eroe del lavoro Pyotr Latyshev, cui venne concesso l’onore di obliterare il biglietto numero 1 della serie «A». Molte sono le leggende che riguardano la metro, come quella secondo la quale la linea anulare venne tracciata lungo il contorno della macchia di caffè che uscì dalla tazza di Stalin appoggiata sulla cara della città.
Storia curiosa, certo, ma del tutto inventata. Il Grande Anello, si decise di chiamarlo così negli anni ’40, venne al contrario pianificato con grande cura e perizia di calcolo per fare in modo che, man mano che la metropolitana si fosse estesa, avrebbe potuto fungere da scambio e congiungere tutte le linee radiali. Durante la Grande Guerra Patriottica la metropolitana funse da rifugio antiaereo, biblioteca, ospedale e persino da sala concerto. Alcune stazioni divennero il quartier generale di istituzioni militari e governative. Nella stazione di Majakovskaja c'era il posto di comando del quartier generale della difesa aerea di Mosca da dove veniva coordinata la difesa dell’intera capitale.

Zarevich - Domenica, 13 Dicembre 2020, 14:00
Oggetto: «LA METROPOLITANA DI MOSCA»
«METRO DI MOSCA: GUIDA ARCHITETTONICA»
«МОСКОВСКОЕ МЕТРО: АРХИТЕКТУРНЫЙ ГИД»
Casa Editrice «Kuchkovo Pole» Mosca 2018 (Pagine 320)
Издательство «Кучково Поле» Москва 2018

«METRO DI MOSCA: GUIDA ARCHITETTONICA»
- una guida unica dedicata ai palazzi sotterranei della capitale, alla loro storia, disposizione e design. Uno scatto speciale del fotografo-artista Aleksej Naroditskij dei testi della critica d'arte e scienziata culturale Evghenia Gershkovich sui principali stili della metropolitana - dall'Art Déco all'hi-tech - rappresentano le stazioni più belle e originali di ogni linea della metropolitana. La fila illustrativa è completata da materiali storici provenienti dalle collezioni del Museo statale di architettura A.V.Sciussev e del Museo della metropolitana di Mosca, e la storia è completata da testi sui destini di architetti, artisti, scultori Aleksej Dushkin, Ivan Fomin, Nikolai Ladovskij, Aleksej Sciussev, Pavel Korin, Matvej Manizer, Eughenij Lansere, Gheorghij Motovilov e molti altri. Trame dalla storia della creazione di strutture ensemble uniche, scoperte ingegneristiche, perdite, restauri, ricerca di avanguardia e modernismo, lotta contro il culto della personalità e tragedie militari, tecniche uniche di mosaico e pittura, l'eredità del realismo socialista e le rivelazioni del postmodernismo. Così, i «palazzi per il proletariato» degli anni 1930-1940 ei «millepiedi» («сороконожки») senza gli «eccessi architettonici» degli anni 1960-1970 sono raccolti in un'edizione tascabile, che diventa un libro da leggere e un album fotografico, una fonte di informazioni per gli specialisti e una comoda guida per etnografi, moscoviti, turisti e tutti gli ospiti della capitale.


Powered by Icy Phoenix based on phpBB © phpBB Group