Arca Russa

Cinema e TV - «IL PIANETA DELLE TEMPESTE» («Planet of Storms»)

Zarevich - Domenica, 20 Settembre 2015, 07:01
Oggetto: «IL PIANETA DELLE TEMPESTE» («Planet of Storms»)
«IL PIANETA DELLE TEMPESTE»
«ПЛАНЕТА БУРЬ»
«Planet of Storms»
«La Planète des tempêtes»

Il suo romanzo «Il pianeta delle tempeste» («Планета бурь») è stato filmato dal regista Pavel Klushàntsev nel 1962. Il film aveva un gran successo. Tre astronavi entrano in orbita attorno al pianeta Venere, ma una di esse viene distrutta da un asteroide. Per atterrare su quel mondo misterioso occorre che una delle navi resti in orbita con un uomo a bordo e che l'altra scenda sulla superficie. Per ripartire sarà necessario abbandonare sul pianeta il robot in dotazione all'equipaggio. Così viene fatto e gli astronauti iniziano ad esplorare quello che sembra un mondo selvaggio e primordiale. Solo un attimo prima di ripartire si renderanno conto che «qualcuno» abita quei luoghi, qualcuno che attenderà il loro ritorno per percorrere assieme la via delle stelle.

Aleksandr Kazàntsev (Александр Казанцев), scrittore di fantascienza, uno dei padri dell'archeologia spaziale. Ufficiale dell'esercito, laureato in ingegneria, insegnante e autore di decine di romanzi di fantascienza, insignito di varie decorazioni sovietiche, Aleksandr Kazantsev divenne famoso in tutto il mondo nel 1959, quando i mass media occidentali diffusero la sua teoria (avanzata in un racconto del 1946) secondo cui la devastante esplosione che sconvolse la zona siberiana di Tungùska (Тунгуска), nel 1908, invece che da un meteorite o da una cometa, sarebbe stata causata dall'esplosione nucleare di un'astronave extraterrestre.
Aleksandr Kazàntsev (Александр Казанцев 1906-2002) nacque nella città di Akmòlinsk nel 1906. Nella letteratura di fantascienza debuttò nel 1936 con la sceneggiatura per il film di fantascienza «Arenida», la quale diventò più tardi il soggetto del suo romanzo «L’Isola ardente» («Пылающий остров», 1940-1941). Proprio questo romanzo costituì l’inizio della carriera letteraria di Kazantsev che durò 60 anni. Nel 1946 Kazantsev pubblicò il suo secondo romanzo «Il Ponte Artico» («Арктический мост»), nel 1956 «Il sogno Polare» («Полярная мечта»), nel 1964 «I Ghiacci tornano» («Льды возвращаются»), nel 1970 «Il Sole sommergibile» («Подводное солнце»).



Zarevich - Martedì, 26 Gennaio 2021, 13:07
Oggetto: «IL PIANETA DELLE TEMPESTE» («Planet of Storms»)
«IL PIANETA DELLE TEMPESTE» «ПЛАНЕТА БУРЬ»
Senza paura e coraggiosamente, una squadra di astronauti sovietici e americani sta esplorando il secondo pianeta dal sole. Non sapendo ancora cosa li attende, ognuno di loro è sopraffatto dalle proprie aspettative e speranze. Risolvendo i problemi derivanti da un viaggio così difficile, gli astronauti conducono conversazioni filosofiche e parlano dell'origine e della diffusione della vita nell'universo. Inoltre, effetti speciali eseguiti in modo eccellente e una trama piuttosto interessante rendono questo film degno di attenzione. Il pianeta delle tempeste non è un film meritatamente dimenticato diretto da Pavel Klushàntsev (Павел Клушанцев), basato sulla storia omonima di Aleksandr Kazàntsev. Può sembrare ad alcuni degli spettatori molto obsoleto, ma l'immagine ha molti vantaggi rispetto ai film disegnati moderni. La storia di Aleksandr Kazantsev, che credeva sinceramente nel paleocontatto, nei voli spaziali a lunga distanza, è in gran parte rivelata grazie al genio del regista Pavel Klushantsev, come scenografo. Un approccio rivoluzionario alle riprese, il fantastico scenario della Venere primitiva è realizzato in modo fenomenale, anche per gli standard del nostro tempo. L'impressione di realismo di ciò che sta accadendo si crea come se si guardasse un cinegiornale.


Powered by Icy Phoenix based on phpBB © phpBB Group