Arca Russa

Notizie - «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»

Zarevich - Martedì, 06 Ottobre 2015, 18:11
Oggetto: «IL CRETINISMO DELLA CNN» OSSIA «L’IPOTIROIDISMO EREDITARIO»
«IL CRETINISMO DELLA CNN» OSSIA «L’IPOTIROIDISMO EREDITARIO»

Cremlino si è rifiutato di commentare la notizia, trasmessa dall’americana CNN, secondo cui la Russia si starebbe preparando ad un’operazione di terra in Siria.
«CNN poteva sbagliare, dato che prende Putin per Eltsin. Posso soltanto ricordarvi quanto ha detto il presidente», — ha detto il portavoce di Putin, Dmitry Peskov, rispondendo ai gornalisti che gli chiedevano di commentare le affermazioni di CNN.
Durante l'intervento di Vladimir Putin all'Assemblea generale dell'ONU la conduttrice della CNN ha presentato il presidente russo come Boris Eltsin, ma quasi subito ha capito l'errore e si è scusata con telespettatori.
Ieri il canale americano ha comunicato che la Russia sta concentrando in Siria i suoi armamenti per dare un sostegno all'operazione di terra.
Nel suo servizio la giornalista Barbara Starr si riferiva a due non meglio precisati rappresentanti del Pentagono, secondo i quali la Russia starebbe inviando armamenti in Siria per sostenere l'operazione di terra delle truppe del presidente Assad. I militari degli USA hanno affermato che Mosca avrebbe già dislocato in Siria 4 lanciarazzi multipli BM-30 «Smerch», alcuni sistemi d'artiglieria e mezzi di guerra elettronica. I detti rappresentanti del Pentagono, tuttavia, non erano in grado di dire in quale fase si trovasse l'operazione di dispiegamento delle armi.

Zarevich - Domenica, 24 Dicembre 2017, 11:47
Oggetto: «IL CRETINISMO TOTALE È ARRIVATO NELLA MAMMA EUROPA»
«IL CRETINISMO TOTALE È ARRIVATO NELLA MAMMA EUROPA»

Tatiana Santi

Il Natale senza Gesù Cristo non è più Natale, le feste e i canti dell’amicizia organizzati per il 25 dicembre non hanno nulla a che vedere con la natività di Gesù di Nazareth. Il presepe in Italia spesso e volentieri viene nascosto, perché dà fastidio al politicamente corretto. Vogliono cancellare il Natale.
Nelle scuole, ma anche nelle piazze e nei posti pubblici i simboli del Natale vengono sempre più spesso sostituiti da attributi e immagini festose che richiamano il tema dell'inverno, della luce e dell'amicizia. Tutti temi bellissimi, per carità, ma il grande assente è Gesù e alla fine dei festeggiamenti non rimangono che l'albero di Natale e lo spumante.
È nota a tutti la battaglia che spesso si conduce nelle scuole per togliere il crocefisso dalle classi, com'è nota la scelta di diversi presidi e professori nel "modificare" le rappresentazioni natalizie a scuola. Pensiamo solo un attimo a tutte le opere pittoriche, ai crocefissi, alle sculture che rappresentano simboli e temi cristiani, vogliamo cancellare e nascondere anche tutto questo?
Annullare il Natale significa rinnegare una parte della propria cultura e quindi anche sé stessi. Sputnik Italia ha raggiunto per una riflessione in merito Luca Nannipieri, storico dell'arte e autore di numerosi saggi, fra cui "Vogliono cancellare il Natale".
— "Vogliono cancellare il Natale" è il titolo di un suo saggio. Luca, esattamente come si sta cancellando il Natale e come avviene la guerra ai simboli cristiani?
— A Nazareth ad esempio quest'anno il sindaco, che è di religione musulmana, ha voluto cancellare il Natale e Nazareth è la città per eccellenza del Cristianesimo, come tutti sappiamo Gesù è di Nazareth. Questo è un esempio su scala mondiale e con una simbologia di fortissimo impatto. Però anche in Italia nelle nostre province, nelle nostre città, nelle nostre scuole, nelle vetrine dei nostri negozi sta avvenendo una cosa molta silenziosa ma evidente: si fa sempre più fatica a vedere i presepi, la natività di Gesù Cristo. Al posto di questi presepi vengono fatte altre iniziative oppure i presepi vengono spostati dalla piazza principale ad un angolo più periferico. Invece di essere una festa attorno a cui si riunisce un'intera civiltà, in sua sostituzione vengono organizzati altri eventi molto più innocui nei simboli. Se la Natività viene sostituita con una festa dell'amicizia, se il presepe è sostituito con un'iniziativa sull'integrazione, sostanzialmente cancelli un simbolo, un racconto, una narrazione che ha cambiato la storia dell'uomo. Parliamo di iniziative che di per sé non sono negative, ma non hanno nulla a che fare con il Natale. Se tu al Natale togli Gesù Cristo ti rimane l'alberello con le luci e il panettone.
— Chi vuole cancellare il Natale e con quale scopo si fa tutto questo?
— Sicuramente è vero quello che diceva Papa Benedetto XVI: l'Occidente spesso ha in odio sé stesso, vede solamente quello che di negativo e deprecabile ha fatto, mentre non riesce ad innalzare ciò che di grande e illuminato ha prodotto. Gesù Cristo è la figura che più di tutte ha rivoluzionato la storia dell'Occidente, questo invece di essere un fondamento della nostra civiltà diventa una cosa da accantonare in nome del politicamente corretto. Non puoi rappresentare Gesù Cristo sennò dovresti rappresentare Maometto, Buddha, il simbolo degli agnostici e dei panteisti. Siccome non puoi rappresentare tutto, alla fine non rappresenti niente. Secondo questa logica gli spazi pubblici devono essere neutrali, ecco che vengono tolti i segni di riconoscimento, anche quelli che costituiscono le nostre ossa, il nostro sangue, la nostra memoria e la nostra identità. Tutto ciò a prescindere se uno sia cristiano o meno, lo dice uno come me che è un mangiapreti…
— Il Natale non è solo una festa religiosa, ma fa parte della cultura e riguarda tutti, credenti e non. Volendo cancellare i simboli cristiani si potrebbe arrivare a nascondere opere italiane fantastiche: crocefissi, sculture e quadri. Qual è il vero rischio che si corre annullando una parte della propria cultura?
— Il rischio più importante è che non si abbia consapevolezza della propria cultura. Se tu pensi che togliere il crocefisso o il presepe significhi togliere il Cristianesimo dalla cultura occidentale, in realtà non realizzi che si toglie il 98% della cultura prodotta nella nostra civiltà. La nostra civiltà è sia Paltone, Aristotele, Socrate e la civiltà classica, ma soprattutto e anzitutto tutto ciò che si è prodotto dall'anno zero fino al 2017: un tripudio di opere in onore, in conflitto e in riferimento a Gesù Cristo. Gesù di fatto è la figura per i cristiani e per i non cristiani di riferimento in ogni scrittura e in ogni opera d'arte. Socrate è importantissimo, Platone è fondamentale, ma non hanno trasformato la nostra civiltà com'è riuscito a fare Gesù Cristo. La civiltà prodotta da dopo la nascita di Gesù Cristo ha permeato in modo profondo e inestricabile il nostro modo di pensare e di parlare. Disconoscere questo dà l'idea di un'Europa, come diceva Benedetto XVI, che ha in odio sé stessa.
— Che messaggio vorrebbe lanciare alla vigilia di Natale?
— Vorrei che le persone guardassero la realtà con gli occhi aperti. Avendo consapevolezza della realtà riuscirai a mantenerla in ciò che di splendente ha. Il Natale è la festa per eccellenza dove si riflette, dove si mette a fuoco la nascita di uno che si è fatto crocifiggere per ciò che ha detto e ha fatto. Questo non può essere sostituito o annacquato con la festa dell'amicizia. Va benissimo la festa dell'amicizia e dell'integrazione, ma non possono essere celebrate il 25 dicembre. Celebriamo queste feste per Capodanno, siamo tutti amici e integrati. Il 25 dicembre, così come la Pasqua, è una festa che immortala nel nostro cuore il racconto di Gesù Cristo.

Tatiana Santi
«SPUTNIK»
https://it.sputniknews.com/opinioni...cellare-natale/


Zarevich - Martedì, 30 Marzo 2021, 13:42
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
«IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
«ЗАПАДНЫЙ КРЕТИНИЗМ»

Oxford chiamava Mozart, Beethoven «propaganda dell'egemonia bianca» e notazione musicale.
В Оксфорде назвали «пропагандой белой гегемонии» Моцарта, Бетховена и нотную запись.


Diversi professori e studenti universitari hanno rilasciato una dichiarazione nello spirito del movimento Black Lives Matter. Gli attivisti chiedono di riformare il corso della musica classica, secondo il britannico «The Telegraph». Secondo alcuni professori, l'attuale curriculum promuove «idee di supremazia bianca» perché si concentra troppo sulle opere dei compositori classici Mozart e Beethoven, che erano bianchi e componevano anche musica durante il «periodo della schiavitù». Gli iniziatori propongono di fare lezioni di tastiera e dirigere un'orchestra classi opzionali, poiché «si concentrano sulla musica europea bianca», «promuovono l'egemonia dei bianchi» e causano grande angoscia agli studenti di diverso colore della pelle. Inoltre, la maggior parte degli insegnanti di queste discipline sono uomini bianchi, non donne di colore o donne. Inoltre, l'istituzione scolastica ha dichiarato la notazione musicale stessa una «manifestazione del colonialismo», definendola un «sistema coloniale di mezzi simbolici», che «non si è scrollato di dosso i legami con il passato coloniale», quindi, per alcuni studenti, è «una specie di schiaffo in faccia». Sebbene il curriculum di Oxford includa lo studio dell'hip-hop e del jazz, sembra necessario che gli autori delle proposte divenute note ai giornalisti di «The Telegraph» introducano corsi di musica africana e pop invece di corsi su Schubert e sul compositore francese medievale Guillaume de Machaut.

Zarevich - Martedì, 30 Marzo 2021, 13:51
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
I teatri americani hanno abbandonato «Cenerentola» a causa della predominanza di attori bianchi.
Американские театры отказались от «Золушки» из-за преобладания белых актеров.


La produzione è stata cancellata dal Minnesota Theatre. Il Chanhassen Dinner Theatre situato nella periferia di Minneapolis ha annunciato la cancellazione dello spettacolo. Secondo il servizio stampa teatrale, il cast prevalentemente bianco non corrisponde al «continuo impegno dell'istituzione per la diversità, l'uguaglianza e l'inclusione». «Cenerentola» è stata cancellata non a causa del contenuto, ha sottolineato il teatro. La compagnia ha deciso che il casting iniziale degli attori non era sufficiente per adempiere agli obblighi dell'istituzione, ha detto il teatro in una nota. Il direttore del teatro Michael Brindisi ha detto ai media locali che il cast di Cenerentola era «bianco al 98%», il che non è coerente con la missione dell'istituzione. Brindisi ha provato a rifare lo spettacolo, ma alla fine ha deciso di «mollare tutto e ricominciare da capo». Mentre alcuni degli attori sono rimasti delusi da questa decisione, tutti hanno affermato di comprendere le motivazioni del regista e di rispettare la sua difficile decisione, ha detto. Per adempiere al suo impegno nel «casting consapevole dell'identità» e diventare «un teatro più deliberatamente antirazzista», l'istituzione ha detto che stava reclutando attori non bianchi. Allo stesso tempo, molto probabilmente, al prossimo casting, il colore della pelle dell'attore sarà più importante del talento recitativo.

Karla - Mercoledì, 31 Marzo 2021, 04:11
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Mi sembra IT
https://www.youtube.com/watch?v=xUbg8sfRCao

Karla - Mercoledì, 07 Aprile 2021, 02:40
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Questo supera ogni limite: https://www.ilprimatonazionale.it/c...a-lista-188349/

Karla - Mercoledì, 05 Maggio 2021, 02:39
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
https://www.ilfoglio.it/esteri/2021...del-37-2319765/

Zarevich - Venerdì, 11 Giugno 2021, 12:41
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
«LA FOLLIA PROGRESSISTA»
«ПРОГРЕССИРУЮЩИЙ МАРАЗМ»

La follia progressista, che è oggi cultura di massa nella stragrande maggioranza degli stati del cosiddetto Occidente, che compongono l'elenco di quelli democratici e liberi, ha già bisogno di essere spiegata alle giovani generazioni che entrano nella vita. Non c'è da stupirsi: i cambiamenti nella comprensione del bene e del male sono così significativi che i nonni di oggi ti direbbero che sei pazzo se tu parlassi loro circa cinquant'anni fa di come saranno i loro attuali nipoti...

Karla - Martedì, 10 Agosto 2021, 02:43
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
A questo punto cosa servono i vertici?

La Russia sta già spargendo disinformazione nel tentativo di influenzare le elezioni americane di metà mandato del prossimo anno: lo ha detto Joe Biden visitando la sede della Direzione nazionale dell'Intelligence, definendo Vladimir Putin una minaccia. " Sa che è in difficoltà e questo rende ancor più pericoloso", ha affermato Biden, aggiungendo che i cyber attacchi potrebbero un giorno "scatenare una vero e proprio conflitto armato".

Zarevich - Lunedì, 20 Settembre 2021, 10:16
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
La Touring Opera inglese ha licenziato 14 musicisti bianchi, circa la metà dell'orchestra. Pertanto, la direzione vuole diversificare etnicamente la squadra. Molti degli artisti che hanno perso il lavoro hanno lavorato per la compagnia per quasi 20 anni, dall'inizio dell'esistenza dell'orchestra. Il licenziamento è legale - i membri dell'orchestra lavorano con un contratto temporaneo. Tuttavia, molti sono rimasti indignati per il contenuto della lettera di dimissioni, in cui il capo dell'azienda, James Conway, fa riferimento alle raccomandazioni del British Arts Council. La lettera ha provocato una reazione negativa da parte del sindacato dei musicisti britannici. Indignati anche i musicisti, che solo di recente hanno iniziato a tornare alle loro attività abituali dopo la pandemia.
La English Touring Opera Company è stata fondata nel 1949 con lo scopo di organizzare spettacoli nelle province e l'educazione culturale degli abitanti dell'entroterra britannico.

Zarevich - Venerdì, 08 Ottobre 2021, 13:10
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
All'Università del Michigan, il professore di composizione Bright Sheng è stato sospeso per aver mostrato agli studenti il ​​film Othello, in cui Laurence Olivier interpreta l'eroe con il trucco nero.
Ora il professore emerito sarà sostituito da un collega meno esperto. La decisione è stata presa sulla base delle richieste degli studenti, indignati dal fatto. Secondo il preside della Scuola di Musica, Teatro e Danza, il cambio di insegnante migliorerà l'atmosfera generale.
"Le azioni del professor Sheng non sono in linea con i nostri impegni per combattere il razzismo, la diversità, la giustizia e l'inclusione".
Bright Sheng, il cui vero nome è Sheng Zongliang, è nato in Cina e un tempo ha sofferto della Rivoluzione Culturale.

Karla - Sabato, 09 Ottobre 2021, 04:38
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Zarevich ha scritto: [Visualizza Messaggio]
All'Università del Michigan, il professore di composizione Bright Sheng è stato sospeso per aver mostrato agli studenti il ​​film Othello, in cui Laurence Olivier interpreta l'eroe con il trucco nero.
Ora il professore emerito sarà sostituito da un collega meno esperto. La decisione è stata presa sulla base delle richieste degli studenti, indignati dal fatto. Secondo il preside della Scuola di Musica, Teatro e Danza, il cambio di insegnante migliorerà l'atmosfera generale.
"Le azioni del professor Sheng non sono in linea con i nostri impegni per combattere il razzismo, la diversità, la giustizia e l'inclusione".
Bright Sheng, il cui vero nome è Sheng Zongliang, è nato in Cina e un tempo ha sofferto della Rivoluzione Culturale.

Zarevich - Sabato, 09 Ottobre 2021, 10:00
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Nei teatri francesi si combatterà l'antidiscriminazione
Il ministro della Cultura francese Roslin Bachelot ha definito le direzioni per lo sviluppo dell'arte operistica. Una delle direzioni è la lotta alla discriminazione. Si sottolinea che al momento solo due teatri d'opera nel Paese sono diretti da donne.

Zarevich - Lunedì, 11 Ottobre 2021, 09:17
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Il cantante pop tedesco Roberto Blanco ha invitato il sindaco di Vienna a riesumare le spoglie di Ludwig van Beethoven, che riposano nel cimitero centrale della capitale austriaca. Il cantante nero di 84 anni crede che l'analisi del DNA potrebbe dimostrare le radici africane del grande compositore. Lo ha affermato Blanco in un video pubblicato sui social network. "Scommetto che mi assomiglia più di quanto pensi... Dobbiamo chiarire", ha detto il cantante. Ancora sconosciuta la reazione del sindaco di Vienna Michael Ludwig.
La speculazione sulla presenza di radici africane per il compositore esiste da diversi decenni. Hanno acquisito nuova forza sullo sfondo dei discorsi sulla nuova etica. La tomba del compositore è già stata aperta più volte, l'ultima volta nel 1888.

Zarevich - Sabato, 30 Ottobre 2021, 09:30
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Il disegno di legge sulla lotta all'omofobia e alla transfobia, soprannominato Legge Zan in Italia (dal nome del suo autore, l'attivista LGBT, deputato del Partito Democratico Alessandro Zan), è diventato oggetto di contesa nel parlamento nazionale.

Karla - Lunedì, 01 Novembre 2021, 03:44
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
forse è più il caso di parlare di criminalità cadendo queste dichiarazioni nell'80° dell'invasione tedesca del 1941
https://www.ilsussidiario.net/news/...sibile/2241826/

Zarevich - Giovedì, 11 Novembre 2021, 11:36
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
«ЩЕЛКУНЧИК, ОСКОРБЛЯЮЩИЙ»
«SCHIACCIANOCI OFFENSIVO»

Alla vigilia delle vacanze di Natale, lo Scottish Ballet rivedrà la produzione de «Lo schiaccianoci». Il razzismo verrà rimosso dalla fiaba musicale e verrà aggiunta la diversità di genere. Dalla produzione del 1972 verranno rimossi gli «elementi del fumetto» delle danze arabe e cinesi. Inoltre, il personaggio chiave del balletto - il buon mago Drosselmeyer - sarà interpretato da interpreti sia maschili che femminili. Le modifiche allo spettacolo, che sarà in tournée in Scozia, Inghilterra e Irlanda del Nord, sono state annunciate dopo che la troupe si era precedentemente impegnata a «lottare contro il razzismo nel balletto» in risposta alle chiamate del movimento Black Lives Matter. L'annuncio ufficiale di «Lo Schiaccianoci», che sarà mostrato a Edimburgo il 1 dicembre, recita: «Lo Schiaccianoci» è una storia natalizia senza tempo che ha affascinato il pubblico di tutto il mondo per oltre un secolo. … Per tenerlo aggiornato, continuiamo ad apportare piccole ma importanti modifiche ad alcuni personaggi, costumi e coreografie. In precedenza, la troupe si era impegnata a migliorare l'immagine degli zingari nell'opera teatrale «La regina della neve».
CRETINISMO ASSOLUTO!

Zarevich - Giovedì, 25 Novembre 2021, 08:59
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
«LO SCHIACCIANOCI»
La direzione del Balletto di Stato di Berlino ha deciso di annullare le esibizioni del balletto di Ciajkovskij «Lo schiaccianoci» messo in scena dai coreografi russi Vasilij Medvedev e Jurij Burlaka a causa del blackface e dei ballerini dell'harem. Come ha spiegato il direttore artistico del Balletto di Stato di Berlino, Christiane Theobald, questa produzione del 2013 è una ricostruzione della produzione originale di Marius Petipa nel 1892 e alcuni dei suoi elementi non corrispondono alle idee dell'era post-coloniale.
«Sono convinta che dobbiamo ricontestualizzare questo Schiaccianoci», - disse Christiane Theobald.
Secondo lei, nel 2015, il teatro ha ricevuto lamentele secondo cui nel secondo atto del balletto, due bambini si esibivano con un trucco nero, simile a Blackface. Quando la performance è stata ripresa sotto la direzione del coreografo svedese Johannes Eman, è stato eliminato. Vassilij Medvedev e Jurij Burlaka hanno accettato questo cambiamento, sebbene l'accuratezza storica della ricostruzione sia stata così violata. Anche altri numeri de «Lo Schiaccianoci» sollevano interrogativi, rispecchiando gli stereotipi della fine del XIX secolo: danza cinese con un piccolo passo «sminuzzato» e danza orientale, a cui partecipano donne dell'harem, e il solista ha il trucco marrone scuro.
«Anche queste sono cose che oggi non si possono mettere in discussione», - dice Christiana Theobald.
Alla domanda su quando è prevedibile il ritorno dello Schiaccianoci nel repertorio del teatro, il capo del Balletto di Stato di Berlino ha risposto che ciò avverrà solo dopo che lo spettacolo sarà stato modificato. È convinta che i coreografi contemporanei debbano ascoltare le opinioni del pubblico e degli accademici.
IL CRETINISMO ASSOLUTO!

Zarevich - Martedì, 30 Novembre 2021, 15:18
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Nel Regno Unito, la parola «Natale» è stata vietata. In risposta alle informazioni che alla vigilia delle vacanze di Natale nel Regno Unito, i funzionari del governo stanno cercando di sradicare la parola «Natale» dall'uso ufficiale. Dopotutto, tali divieti sono offensivi per i cristiani. In precedenza, sia gli Stati Uniti che i paesi europei erano considerati il mondo cristiano. Oggi è più appropriato designare questo territorio con il mondo post-cristiano. In Occidente, il «processo di de-chiesa», la rinuncia ai canoni cristiani e l'apostasia stanno guadagnando velocità. Seguendo una logica simile, l'Europa dovrebbe in un prossimo futuro vietare il libro sacro che descrive la Natività di Cristo - il Nuovo Testamento. Ma poi, invece del bene espulso, può stabilirsi nel cuore delle persone il suo contrario, il male, poiché «un luogo santo non è mai vuoto».
IL CRETINISMO ASSOLUTO!

Karla - Sabato, 18 Dicembre 2021, 02:46
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
https://www.rainews.it/dl/rainews/a...b7ce85fa24.html

Zarevich - Sabato, 18 Dicembre 2021, 08:52
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
La stampa italiana, sotto l'attenta guida del suo mecenate americano, è pronta a scrivere ogni sorta di fake e ogni tipo di propaganda antirussa.

Karla - Mercoledì, 29 Dicembre 2021, 03:00
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Forse è meglio parlare di demenza
https://www.rainews.it/articoli/202...df28eb2078.html

Zarevich - Martedì, 11 Gennaio 2022, 09:14
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
La regina Sofia di Spagna, madre del re regnante Filippo VI, ha assistito a un concerto con Placido Domingo alla Sala Nazionale dei Concerti di Madrid. Questo è un discorso a favore dell'organizzazione di beneficenza cattolica "Cáritas", la cui patrona è la Regina. Adesso la regina viene criticata per il tacito sostegno alla cantante, accusata di molestie. È noto che dopo lo scandalo scoppiato negli Stati Uniti, il governo spagnolo ha annunciato la cantante persona non grata in tutti i progetti statali e sponsorizzati dallo stato. Nessuno, tuttavia, è stato in grado di interferire con le esibizioni di Domingo in progetti privati, come concerti di beneficenza. La presenza di personalità politiche a questi concerti è diventata un segno del loro disaccordo con il corso dell'attuale dirigenza.

Karla - Venerdì, 14 Gennaio 2022, 02:18
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Qualcuno dia a questo signore un atlante del 1975
https://www.repubblica.it/commenti/...utin-333694088/

Karla - Domenica, 16 Gennaio 2022, 03:26
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Washington vuole rivincita su mucchi di cadaveri polacchi e ucraini
https://www.ilfoglio.it/esteri/2022...entale-3546200/

Karla - Lunedì, 24 Gennaio 2022, 03:31
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Con gente simile cosa ci aspetta? https://twitter.com/ianbremmer?lang=it

Karla - Domenica, 30 Gennaio 2022, 02:47
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
https://www.lastampa.it/cultura/202...neare_-2843945/

Zarevich - Domenica, 30 Gennaio 2022, 08:31
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
L'isteria nella stampa Usa e Ue dovuta all'«aggressione russa» diretta contro l'Ucraina è già giunta allo «stadio estremo della follia», e i media italiani in questa campagna informativa lanciata contro Mosca hanno superato tutti gli altri canali e testate televisive in termini di assurdità.

Karla - Martedì, 01 Febbraio 2022, 06:14
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Ormai Putin oscilla tra Tamerlano e Gengis Khan qui gli viene attribuito il proposito di ricreare addirittura l'Orda d'Oro cmq per gli "europei" mi pare pessimo precedente ambedue finirono alla grande


https://www.asianews.it/notizie-it/L'eredit%C3%A0-dei-tatari-55024.html

Karla - Lunedì, 14 Febbraio 2022, 10:03
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
https://www.agi.it/sport/news/2022-...oping-15611649/

Zarevich - Venerdì, 25 Febbraio 2022, 08:39
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Il Teatro alla Scala di Milano richiede al direttore d'orchestra russo Valerij Gherghiev di definire chiaramente la sua posizione. Il conduttore è invitato a opporsi all'operazione speciale in Ucraina, altrimenti è minacciato di cessare la cooperazione. In caso di rifiuto o mancata risposta da parte del direttore d'orchestra, si terranno quattro recite de La dama di picche di Ciajkovskij senza Gherghiev.
«Alla Scala abbiamo «La Dama di picche», condotto da Valerij Gherghiev, un uomo che non nasconde la sua vicinanza al presidente russo Vladimir Putin, e crediamo che dovrebbe definire chiaramente la sua posizione e opporsi all'invasione dell'Ucraina, altrimenti dovremo interrompere la cooperazione»,
Lo ha detto in una nota il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Zarevich - Giovedì, 03 Marzo 2022, 12:18
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
«IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Quali sanzioni sono state imposte ai gatti russi?
La International Cat Federation (FIFe) ha imposto sanzioni ai gatti russi dal 1 marzo 2022 a causa della situazione in Ucraina.
Dal 1 marzo 2022, nessun gatto il cui proprietario vive in Russia potrà partecipare a spettacoli FIFe al di fuori della Federazione Russa. L'organizzazione in cui si trovano gli allevatori di gatti, in questo caso, non ha importanza.
Inoltre, tutti i gatti allevati in Russia non possono più essere importati e registrati in nessun libro genealogico FIFe al di fuori della Russia. Inoltre, non importa l'organizzazione che ha emesso il pedigree del gatto.
«IL CRETINISMO OCCIDENTALE»

Zarevich - Giovedì, 10 Marzo 2022, 07:36
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
«IN GRAN BRETAGNA, SANZIONI CONTRO CIAJKOVSKIJ»
«В БРИТАНИИ ВВЕЛИ САНКЦИИ ПРОТИВ ЧАЙКОВСКОГО»

Le sanzioni occidentali hanno raggiunto i compositori russi. In Gran Bretagna, la Cardiff Philharmonic Orchestra ha cancellato un concerto di opere di Piotr Ciajkovskij, scrive l'edizione britannica dell'Independent.
È stato riferito che il compositore russo è stato escluso dal programma dei prossimi concerti in relazione all'operazione speciale russa in Ucraina. L'orchestra ha affermato che l'esecuzione delle opere di Ciajkovskij «è inappropriata al momento».
Ricordiamo che le aziende e le organizzazioni occidentali, in un unico impulso di sanzioni, hanno già iniziato a introdurre alcune restrizioni del tutto assurde. Quali sono solo le sanzioni contro i gatti russi o il divieto ai russi di giocare ai giochi per computer polacchi.
Sembra che siano arrivati ai classici russi. Ora è del tutto possibile aspettarsi un divieto sulle opere di Aleksandr Pushkin e Lev Tolstoj.

Karla - Venerdì, 11 Marzo 2022, 03:04
Oggetto: Re: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
lL'antico nome dell'Ucraina era Khazaria:scorrendo la lista di alcuni "artisti russi" che protestano contro "la guerra di Putin" ho pensato è giusto loro non sono russi ma khazari. (cancellatelo pure se volete sò che il momento è difficile)

Zarevich - Mercoledì, 20 Aprile 2022, 08:01
Oggetto: «IL CRETINISMO OCCIDENTALE»
Concorso Ciajkovskij escluso dalla World Federation of International Music Competitions
Конкурс Чайковского исключён из состава Всемирной федерации международных музыкальных конкурсов


La World Federation of International Music Competitions esclude dalla sua adesione il Concorso Internazionale Ciajkovskij. In una dichiarazione, il presidente della federazione Peter Paul Kainrath e il segretario generale Florian Riem hanno affermato, in parte, che «l'organizzazione non può sostenere un concorso finanziato dal regime russo e utilizzato come strumento di propaganda». La decisione è stata presa a maggioranza, nonostante una precedente dichiarazione secondo cui la Federazione mondiale dei concorsi musicali internazionali si oppone alle sanzioni contro tutti i russi e contro la discriminazione e l'esclusione dei singoli musicisti su base nazionale.
Andrey Malyshev, capo della direzione del Concorso Ciajkovskij, ha commentato la decisione della federazione: «Recentemente, hanno iniziato a chiederci di parlare di questa o quella questione politica, ma siamo rimasti e rimarremo in piedi - il Ciajkovskij La concorrenza, come la nostra compagnia statale Rosconcert, è impegnata nel campo della musica e dell'arte, in queste materie siamo professionisti ed è su questi temi che siamo pronti a dialogare, a discutere il sistema di sviluppo dell'arte musicale nel mondo. Possiamo e dobbiamo condividere l'esperienza nell'organizzazione di importanti spettacoli musicali, identificare i talenti, sostenerli e rendere popolare l'arte accademica. La cultura russa era, è e sarà una parte significativa della cultura mondiale. Non può essere cancellato. Pertanto, indipendentemente dal fatto che il Concorso sia membro della federazione o meno, il nostro Concorso Internazionale Ciajkovskij rimane aperto a musicisti di talento provenienti da tutto il mondo».


Powered by Icy Phoenix based on phpBB © phpBB Group