Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione Pagina 1 di 1
 
«LE SUPERSTIZIONI RUSSE»
Autore Messaggio
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LE SUPERSTIZIONI RUSSE» 
 
E.Lèbedeva Е.Лебедева
«IL GATTO NERO CON LA SECCHIA VUOTA»
Presagi e superstizioni popolari
«ЧЁРНЫЙ КОТ С ПУСТЫМ ВЕДРОМ»
Народные приметы и суеверия
Casa Editrice «Zentrpoligraf» Mosca 2006 (Pagine 543)
Издательство «Центрполиграф» Москва 2006
 
Da secoli la gente ha sempre osservato la vita della natura e sono stati raccolti un gran numero di presagi. Spesso noi stessi a volte non ci rendiamo conto che nella nostra vita ci appoggiamo su questi presagi.
Nel presente libro il suo autore propone ai lettori di prendere cognizione del vasto spettro della simbolica culturale entrata nella nostra vita quotidiana.
Nel libro si danno delle spiegazioni e delle interpretazioni di alcuni presagi che permettono di capire la sostanza e la natura di questo fenomeno della cultura umana.
Molti ancora oggi credono nei presagi. Temono di incontrare una donna o una vecchietta con la secchia vuota, sputano ad armacollo o si fanno il segno della croce quando sulla loro strada attraversa un gatto nero. Sono pronti a morire di paura quando rompono uno specchio. È molto curioso che molti presagi davvero si avverino.
Molti presagi riguardano i cambiamenti del tempo.
 
1. Se le rondini volano basso vuol dire che pioverà.
2. Spargere i piselli è per le lacrime.
3. Mangiare un fiore di lillà con cinque petali per la fortuna.
4. Lasciare i capelli sul pavimento per il mal di testa.
5. Quando in casa litigano allora le piante domestiche appassiscono.
6. Non fischiare mai in casa, non avrai mai soldi!
7. Non cucire niente addosso a te stesso, la memoria cucirai!
8. Se si pizzica il naso vuol dire bere un bicchierino di … vodka
9. Spargere il sale è per il litigio!
10. Se hai dimenticato una cosa nella casa altrui, ci tornerai fra poco.
11. Non si può categoricamente salutarsi con la mano fra la soglia di casa - metterai discordia o litigherai senz’altro.
12. Finirà male se torni nella casa da cui sei appena uscito
13. Chi sta seduto sulla sedia e dondola le gambe quello dondola il diavolo.
14. Rompere il piatto o la tazza è un buon segno.
15. Se la gatta si lava vuol dire che arrivano ospiti
16. Vedere un ragno al tramonto del sole è buon segno!
17. Incontrare sulla strada nello stesso tempo tre monache o suore è un segno buonissimo!
18. Vedere di sera un uomo vestito in smoking è un buon segno
19. Rompere per caso una tazza di sabato è un buon segno
20. Alzarsi dal letto con la gamba destra è un buon segno
21. Fare uno starnuto prima del pasto o del desinare solenne è un buon segno



Ultima modifica di Zarevich il 01 Gen 2016 13:49, modificato 4 volte in totale 

IL GATTO NERO CON LA SECCHIA VUOTA.jpg
Descrizione: E.Lèbedeva
«IL GATTO NERO CON LA SECCHIA VUOTA»
Presagi e superstizioni popolari
Casa Editrice «Zentrpoligraf» Mosca 2006 
Dimensione: 21.7 KB
Visualizzato: 4285 volta(e)

IL GATTO NERO CON LA SECCHIA VUOTA.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: «IL GATTO NERO CON LA SECCHIA VUOTA» 
 
E' vero, le superstizioni popolari sono davvero molto numerose, e spesso molto antiche. Ed anche il significato originale, nella maggior parte dei casi aveva un senso che nel tempo si è perduto ed oggi sappiamo solo cosa è bene fare o non fare, quali segni sono fausti e quali infausti, ma ne ignoriamo assolutamente le radici.
Ed è altresì vero che, chi più e chi meno, tutti noi ci lasciamo in qualche misura influenzare da queste antiche superstizioni nella nostra vita di ogni giorno.
Questo libro deve essere interessante.
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LE SUPERSTIZIONI RUSSE» 
 
Vladimir Dal’ Даль Владимир
«LE CREDENZE, LE SUPERSTIZIONI ED I PREGIUDIZI DEL POPOLO RUSSO»
«ПОВЕРЬЯ, СУЕВЕРИЯ И ПРЕДРАССУДКИ РУССКОГО НАРОДА»
Casa Editrice «EXMO» Mosca 2008 (Pagine 736)
Издательство «ЭКСМО» Москва 2008

Vladimir Dal’ (Владимир Даль 1801-1872), il celebre autore del «Dizionario esplicativo della lingua grande-russa viva», in russo «Толковый словарь живого великорусского языка».
Nel presente libro si presenta dalla parte completamente inattesa. Non tutti sanno che Vladimir Dal’ il quale apprese molti mestieri e provò molte occupazioni, si interessava di tutto. Le storie dei miracoli, le credenze popolari ingenue e commoventi, i pregiudizi curiosi e le leggende agghiaccianti. Tutto trovava il suo posto nella collezione di questo uomo meraviglioso. Questo libro dà la possibilità di conoscere quella parte della creazione di Vladimir Dal’ la quale non è conosciuta bene al vasto pubblico. Vladimir Dal’ per tutta la vita raccoglieva e custodiva con riguardo i detti proverbiali, i detti d'intercalare, scherzosi, arguti, i motteggi che furono alla base del suo famoso «Dizionario esplicativo della lingua grande-russa viva». Raccoglieva le descrizioni dei riti e delle cerimonie popolari. Il libro «LE CREDENZE, LE SUPERSTIZIONI ED I PREGIUDIZI DEL POPOLO RUSSO», pubblicato nel 1880, risuscita il mondo mistico dei nostri antenati popolato dagli esseri fantastici: i demoni, le streghe, i geni della casa, le ondine, gli stregoni, i silvani, i lupi mannari ecc.



Ultima modifica di Zarevich il 01 Gen 2016 13:46, modificato 1 volta in totale 

VLADIMIR DAL'.jpg
Descrizione: Vladimir Dal’
«LE CREDENZE, LE SUPERSTIZIONI ED I PREGIUDIZI DEL POPOLO RUSSO»
Casa Editrice «EXMO» Mosca 2008 
Dimensione: 45.41 KB
Visualizzato: 3500 volta(e)

VLADIMIR DAL'.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LE SUPERSTIZIONI RUSSE» 
 
Marina Vlàssova Марина Власова
«LE SUPERSTIZIONI RUSSE» «РУССКИЕ СУЕВЕРИЯ»
Vocabolario Enciclopedico
Энциклопедический Словарь
Serie «Gamajun» («Гамаюн»)
Casa Editrice «Azbuka» Mosca 1998 (Pagine 672)
Издательство «Азбука» Москва 1998

Il Vocabolario «Le Superstizioni Russe» fa conoscere con un complesso le credenze correnti fra il popolo russo nei secoli XIX-XX. I suoi «personaggi» principali sono le streghe (ведьмы) e gli stregoni (колдуны), i fattucchieri (волшебники), i defunti (покойники), i diavoli (черти), gli spiritelli maligni del focolare domestico (домовые), i geni delle acque (водяные), le russalche (русалки), gli spiriti del bosco (лешие), gli orchi (страшилища), i vampiri (упыри), i mostri (чудовищи) e gli altri maligni (нечистая сила).
Le loro immagini sono sorprendentemente vitali fino ad oggi nella coscienza del popolo russo. Il libro è indirizzato sia agli specialisti del folclore che alla vasta cerchia dei lettori. I materiali di questo dizionario aiuteranno a capire meglio le opere letterarie di molti scrittori russi e prima di tutto di Nikolaj Gogol che era un esperto della demonologia russa. Ed anche aiuteranno a capire tutti i racconti di Teffi dalla raccolta «La Strega» («Ведьма»).



Ultima modifica di Zarevich il 01 Gen 2016 13:46, modificato 1 volta in totale 

LE SUPERSTIZIONI RUSSE 1.jpg
Descrizione: Marina Vlàssova
«LE SUPERSTIZIONI RUSSE» Vocabolario Enciclopedico
Serie «Gamajun»
Casa Editrice «Azbuka» Mosca 1998 (Pagine 672) 
Dimensione: 16.87 KB
Visualizzato: 4344 volta(e)

LE SUPERSTIZIONI RUSSE 1.jpg

LE SUPERSTIZIONI RUSSE 2.jpg
Descrizione: Marina Vlàssova
«LE SUPERSTIZIONI RUSSE» Vocabolario Enciclopedico
Serie «Gamajun»
Casa Editrice «Azbuka» Mosca 1998 (Pagine 672) 
Dimensione: 20.04 KB
Visualizzato: 4344 volta(e)

LE SUPERSTIZIONI RUSSE 2.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: «LE SUPERSTIZIONI RUSSE» 
 
«LE SUPERSTIZIONI PIU’ DIFFUSE IN RUSSIA»

Venerdì 13 o il «Venerdì nero» sono temuti dalle persone superstiziose di tutto il mondo. Qualcuno rinvia affari importanti, qualcuno si guarda cautamente intorno. In questo caso i russi non sono un'eccezione. Tuttavia in Russia esistono molte superstizioni interessanti, che hanno una lunga storia.

«SALE COSPARSO PORTA A LITIGI IN FAMIGLIA»
Nei tempi antichi il sale era particolarmente utile per la gente da tutti i punti di vista. Il sale era uno dei primi condimenti che consentiva di variare il gusto del cibo. Il suo prezzo nell'antichità e nel Medio Evo raggiungeva valori enormi. Ci sono stati dei periodi in cui il sale veniva usato come valuta per acquistare le merci. A volte il lavoro svolto veniva ripagato col sale. Inoltre, secondo le convinzioni comuni, il sale veniva considerato un elemento importante nella magia. Si poteva usare per togliere il malocchio. Detto questo, non è sorprendente che il sale cosparso rappresenti un cattivo presagio che promette discordia in famiglia.

«NON CI SI SALUTA E PASSA QUALCOSA ATTRAVERSO LA SOGLIA»
Anche questa superstizione ha un fondamento abbastanza storico. Una volta era costume conservare le ceneri dei propri antenati sotto la soglia e lasciarle intatte. Dal momento che la soglia veniva vista come una sorta di linea di demarcazione tra 2 mondi, quello dei vivi e dei morti.

«NON SI PUO’ TORNARE INDIETRO A META’ STRADA PER QUALCOSA CHE SI E’ DIMENTICATO»
Questa superstizione è direttamente legata alla soglia, con il suo ruolo di demarcazione dei mondi separati. Se una persona ritorna, senza aver raggiunto l'obiettivo, si ritroverebbe alla soglia indebolito. Qui incombe il pericolo, può essere punito da spiriti inquieti o anche da entità ultraterrene che vogliono entrare nel nostro mondo. In Russia credono che ci si debba guardare allo specchio dopo essere tornati per togliersi l'energia negativa accumulata.

«NON SPAZZARE IL PAVIMENTO DOPO LA PARTENZA DEGLI OSPITI»
Subito dopo la partenza da casa di uno dei membri della famiglia o di un ospite, le persone che credono nei presagi non puliscono il pavimento. Si ritiene che le discussioni volino via dopo e che alla persona andata via possa capitare una disgrazia sulla strada. Alcuni dicono che pulendo subito dopo la partenza, il proprietario di casa spazzi via le tracce dell'ospite dalla propria abitazione, il quale rischia di non tornarvi più.

«FISCHIARE IN UN LUOGO CHIUSO FA PERDERE DENARO»
A lungo il fischio veniva considerato un appello rivolto all'altro mondo e un invito alle forze del male. Questa superstizione non è presente solo tra i popoli slavi, ma anche per esempio in Giappone. In alcuni Paesi europei il fischio veniva associato alle streghe, considerato come una loro arma. Fischiare in casa, secondo la superstizione, è presagio di perdite di denaro.

«TENETEVI ALLA LARGA DALLE DONNE CON I SECCHI VUOTI!»
In Russia si ritiene che porti sfortuna incontrare una donna con un secchio vuoto. La credenza era chiaramente radicata in un momento in cui le donne andavano a prendere l'acqua al pozzo o al fiume. Perché un secchio vuoto sia segno di sfortuna non è noto. A questa domanda i russi enigmaticamente rispondono: «Chi lo sa?».

«NON REGALATE OROLOGI, COLTELLI E FAZZOLETTI»
Regali come coltelli, fazzoletti o orologi possono non rallegrare un russo superstizioso. Si ritiene che un fazzoletto porti lacrime a chi lo riceve. L'orologio è percepito come un presagio di separazione. La storia dei coltelli ha fondamenti mistici: gli oggetti appuntiti e taglienti sono considerati un rifugio per gli spiriti maligni. Le persone superstiziose fino ad oggi sostengono che gli oggetti appuntiti non si possano regalare perchè insieme ad essi si trasmette il male.

«NON FAR SEDERE LE DONNE NON SPOSATE ALL'ANGOLO DI UN TAVOLO»
Nella Russia antica in disparte o negli angoli del tavolo di solito trovavano posto le zitelle. Da qui deriva questa credenza: se una ragazza si siede all'angolo del tavolo, per 7 anni non si sposerà. Tuttavia le ragazze dei nostri tempi, se amano sedersi agli angoli, a questa osservazione rispondono abilmente «il marito avrà gli angoli», ovvero sarà proprietario di una casa, ma la maggior parte delle ragazze cercano di non sedersi agli angoli del tavolo e cercano di evitarli.

  

Superstizioni russe .jpg
Descrizione: «LE SUPERSTIZIONI PIU’ DIFFUSE IN RUSSIA» 
Dimensione: 17.8 KB
Visualizzato: 2539 volta(e)

Superstizioni russe .jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: «LE SUPERSTIZIONI RUSSE» 
 
«DIZIONARIO MULTILINGUE DELLE SUPERSTIZIONI E DEI PRESAGI»
Russo, Inglese, Italiano, Francese, Spagnolo, Tedesco, Giapponese e cinese
«МНОГОЯЗЫЧНЫЙ СЛОВАРЬ СУЕВЕРИЙ И ПРИМЕТ»
Русский, Английский, Итальянский, Французский, Испанский, Немецкий, Японский и Китайский
Casa Editrice «Flinta» Mosca 2013 (Pagine 384)
Издательство «Флинта» Москва 2013

Le superstizioni e i presagi sono delle forme originali delle reminiscenze e allo stesso tempo sono dei campioni e degli esempi in un certo qual senso delle prediche. Riproducono il passato culturale, definiscono la natura e le proprietà della lingua cultura contemporanea. Il presente dizionario multilingua rappresenta un’esperienza unica fra i dizionari. Sullo sfondo delle superstizioni e dei presagi russi sono presentate le somiglianze e le differenze nelle varie culture: inglese, italiana, francese, spagnola, tedesca, giapponese e cinese. Il dizionario sarà molto interessante ai culturologi ed anche a tutti quelli che si interessano delle superstizioni e dei presagi russi.

  

DIZIONARIO MULTILINGUE DELLE SUPERSTIZIONI.jpg
Descrizione: «DIZIONARIO MULTILINGUE DELLE SUPERSTIZIONI E DEI PRESAGI»
Russo, Inglese, Italiano, Francese, Spagnolo, Tedesco, Giapponese e cinese
Casa Editrice «Flinta» Mosca 2013 (Pagine 384) 
Dimensione: 26.95 KB
Visualizzato: 1882 volta(e)

DIZIONARIO MULTILINGUE DELLE SUPERSTIZIONI.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: «LE SUPERSTIZIONI RUSSE» 
 
Di questi libri, esiste una qualche traduzione in italiano/inglese?
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: «LE SUPERSTIZIONI RUSSE» 
 
Temo che non esistano le traduzioni in italiano. Gli editori italiani di oggi sono occupati di pubblicare soltanto quello che gli spedisce il gran papà d'oltreoceano.
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione  Pagina 1 di 1
 

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum
Puoi inserire eventi calendario in questo forum