Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione Pagina 1 di 1
 
«LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE»
Autore Messaggio
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Galina Ivanòva-Lukjànova
Галина Иванова-Лукьянова
«LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE»
L’intonazione, la pausa, l’accento logico, la cadenza, il ritmo.
«КУЛЬТУРА УСТНОЙ РЕЧИ»
Интонация, паузирование, логическое ударение, темп, ритм.
Casa Editrice «Flinta» Mosca 1998 (Pagine 200)
Издательство «Флинта» Москва 1998

Il libro è dedicato al problema dell’istruzione dell’intonazione, della pausa, alla creazione dell’accento logico, alla variazione della cadenza e del ritmo sulla base dei testi russi pronunciati di varie tendenze. È un materiale didattico destinato agli insegnanti delle scuole superiori, agli speaker radiotelevisivi, ai giornalisti, agli esponenti della cultura e della politica, agli interpreti ed anche a tutti gli stranieri che studiano la lingua russa. Questo «Prontuario» («Справочник») presenta in sé una raccolta delle informazioni normative per quanto riguarda i casi difficili della pronuncia russa, l’uso del lessico e delle forme grammaticali della lingua russa contemporanea. Ci sono anche presentati gli esempi dell’ortografia, della punteggiatura e delle regole delle pratiche del linguaggio scritto e della lettera d'affari. La cultura del discorso orale è composta non solo dall’uso di una grande quantità di parole che costruiscono una narrazione, ma da come queste parole si pronunciano secondo l’intonazione, il volume del suono e la cadenza del discorso.



Ultima modifica di Zarevich il 01 Gen 2018 17:49, modificato 2 volte in totale 

LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE.jpg
Descrizione: Galina Ivanòva-Lukjànova
«LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE»
L’intonazione, la pausa, l’accento logico, la cadenza, il ritmo.
Casa Editrice «Flinta» Mosca 1998 
Dimensione: 17.64 KB
Visualizzato: 7490 volta(e)

LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
È un libro utilissimo nei nostri tempi. Temo però che lo leggeranno in pochissimi quelli che dovrebbero essere i primi a leggerlo, cioè i giornalisti (sia della stampa, sia della televisione).
  




____________
Огненный ангел
Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Non so se esistano libri analoghi in italiano, ma presumo di sì. Il problema in effetti è che proprio quelle categorie di persone che dovrebbero avere una pronuncia e una dizione perfetta, impeccabile, non si danno pena di leggere e studiare tali libri. In Italia poi la situazione è ancora più grave, perché capita sempre più frequentemente di ascoltare, alla TV o alla radio, giornalisti, speaker, conduttori che non solo sono ben lontani dall'avere una pronuncia chiara, pulita e corretta, per quanto hanno dei seri difetti di che andrebbero curati da un logopedista, come i difetti di pronuncia della "r", della "s" e della "z", solo per dirne alcuni. Viene da chiedersi come vengono scelti per fare il loro lavoro, su quale base.  Confused
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Anche alla Tv russa dei giornalisti non sono Pushkin e Cechov
Invece di "сейчас" parlano "ща"
Invece di "что" parlano "чё"
E' un problema universale


Ultima modifica di Zarevich il 01 Gen 2018 17:50, modificato 1 volta in totale 




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Hai ragione, è un problema universale.
Il bello è che molto spesso certe lacune non sono neanche compensate da una particolare "telegenia", cioè la cosiddetta "bella presenza", a cui al giorno d'oggi tanta importanza viene data.
Forse è solo un problema di conoscenze e agganci.
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
È più fatale quando nel discorso inseriscono delle parole inglesi.


Ultima modifica di Zarevich il 01 Gen 2018 17:50, modificato 1 volta in totale 




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Con l'inglese si rasenta l'assurdo.
Non solo sempre più spesso vengono preferiti termini inglesi agli equivalenti italiani, ma si arriva addirittura a pronunciare parole di origine latina, esportate negli USA e reimportate debitamente modificate, con le regole inglesi, e con la convinzione che si tratti davvero di termini anglosassoni. Esempi sono "bus", "summit", "junior", "media"... perfino "forum" si finisce col ritenere che sia una parola inglese!
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Il DOP ( dizionario d'ortografia e di pronunzia ) esiste ancora e viene pubblicato, ma una volta (credo fino agli anni settanta) era d'obbligo la sua conoscenza mentre adesso si preferisce la libertà regionale.... E' una tendenza politica che si rispecchia nella televisione.
  




____________
Miayyyy! Myrrr....rrr....
Offline Profilo Invia Messaggio Privato MSN Live ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Zarevich ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Anche alla Tv russa dei giornalisti non sono Pushkin e Cechov
Invece di "сейчас" parlano "ща" Invece di "что" parlano "чё"
E' un problema universale


Già l'assoluta crisi della cultura (in generale, non solo di quella letteraria) è il male del presente e del futuro. Sembra che l'ignoranza USA abbia stravinto e non si vede nulla di alternativo all'orizzonte.
Russia dove sei?
PS: sto leggendo, anzi assaporando Berdjaev ! Che gusto, che leggerezza dell'anima.
PSS: permettetemi un abbraccio doppio a Zarevich ed uno semplice (scusa non arrbiarti) a MYSHIN POKA
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Caro Karenin, ti ringrazio per il pensiero gentile che ricambio con molto piacere, altro che arrabbiarmi!
Purtroppo anche io sono molto pessimista, sia per il presente che per il futuro prossimo. La Russia sta venendo travolta esattamente come tutto il nostro pianeta da questa incredibile follia chiamata "società del benessere" in cui siamo riusciti metterci. Oggi ci sembra impossibile che possa esistere un mondo, una società con dei valori, dei modelli e stili di vita diversi da quelli che viviamo, dimenticando che non è stato sempre così, ed è successo tutto in pochi decenni. Vorrei ricordare la profezia di un "geniale" analista economico americano padre spirituale del consumismo capitalistico, Victor Lebow, il quale nel 1950 scrisse:
"La nostra economia, così bisognosa di produrre sempre di più ... ci impone di plasmare sul consumo la nostra stessa vita, di trasformare in riti l'acquisto e l'uso dei beni materiali, di fare del consumo la nostra unica fonte di soddisfacimento spirituale e di autorealizzazione... Smaniamo per consumare, eliminare, sostituire ogni genere di oggetto ad un ritmo sempre più rapido".
La cosa triste è che le sue parole sono state prese come le tavole dei comandamenti di Mosè dagli americani realizzando in pieno la sua profezia, e tutto il resto del mondo li ha seguiti o aspira a farlo, in una corsa sempre più vertiginosa... fino alla catastrofe finale.

  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
La Russia non sarà mai comandata a bacchetta degli USA e non danzerà mai sotto il piffero americano.
I mass media russi stanno presentando e presenteranno sempre gli avvenimenti culturali dall’Italia, gli spettacoli, le mostre, la cultura teatrale, mentre i mass media italiani alla testa di Ansa nella Russia ci hanno trovato un nemico e si occupano della denigrazione e della diffamazione sotto la guida del loro padrone, guru e maitre a penser d'oltreoceano.
Soprattutto i mass media italiani si danno dentro, evidentemente hanno già risolto tutti i propri problemi.
La Russia è l’amica dell’Italia, era sempre un paese amichevole verso l’Italia. Io invece apro la tv italiana, RAI e i capelli si rizzano. Dicono bugie, raccontano balle e demonizzano la Russia. E poi su alcuni forum pseudo xxxxx-xxxxx ripetano e clonano questa cavolata e dicono sciocchezze.
La felicità di questi forum italiani è quello che la maggioranza dei russi non sappia leggere in italiano.
In internet russo ci sono molti forum o siti dedicati all’Italia dove i russi scrivono sinceramente sull’Italia e non ci si può incontrare simili cose che scrivono gli utenti dei forum italiani. Chi ha dato loro il permesso di umiliare il popolo, la sua cultura e le tradizioni? I mass media. Loro sono i figli di quei mass media. Il megafono e il portavoce Ansa gli dà la possibilità di sonorizzare la propaganda antirussa.  
Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino.


P.S.
Si deve fare tutto per le nostre culture erano vicini



Ultima modifica di Zarevich il 01 Gen 2018 17:52, modificato 1 volta in totale 




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Thumbup
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Zarevich ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Anche alla Tv russa dei giornalisti non sono Pushkin e Cechov
Invece di "сейчас" parlano "ща"
Invece di "что" parlano "чё"
E' un problema universale

Anch'io dico "ща" (e molto ma molto piú di rado "чё"), ma me lo permetto soltanto in famiglia, non in una situazione formale.

Myshkin ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Non so se esistano libri analoghi in italiano, ma presumo di sì.
Il problema in effetti è che proprio quelle categorie di persone che dovrebbero avere una pronuncia e una dizione perfetta, impeccabile, non si danno pena di leggere e studiare tali libri.
In Italia poi la situazione è ancora più grave, perché capita sempre più frequentemente di ascoltare, alla TV o alla radio, giornalisti, speaker, conduttori che non solo sono ben lontani dall'avere una pronuncia chiara, pulita e corretta, per quanto hanno dei seri difetti di che andrebbero curati da un logopedista, come i difetti di pronuncia della "r", della "s" e della "z", solo per dirne alcuni.
Viene da chiedersi come vengono scelti per fare il loro lavoro, su quale base.  Confused

Se tu non parlassi dell'"r" mosci, ma soltanto di "s" e "z", crederei che tu parlassi dei toscani, ma costoro hanno qualche particolarità in piú. Vero? Mr. Green
  




____________
Огненный ангел
Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Io credo che noi possiamo e dobbiamo fare di tutto per resistere, per opporci a tutto questo, in Italia come in Russia. Per fortuna in ogni paese ci sono persone che si rendono conto del profondo svilimento e degrado umano e ambientale che questo modello di società impone.
Ma temo che la fabbrica dei sogni, la cultura dell’edonismo, dell’usa e getta, dell’effimero, sia più potente delle singole intelligenze. La globalizzazione, la comunicazione totale ha accelerato incredibilmente questo processo “metastasi”. Anch’io ricordo un’Italia più sana, nei miei anni giovanili, se pur già contagiata dai miraggi del benessere materiale, ma era ben lontana da quello che è diventata oggi. Non è neanche più un problema di essere succubi degli americani o meno. Ormai è un sistema di valori, uno stile di vita, che con i tempi della comunicazione attuale è sotto gli occhi di tutti. Perfino paesi con culture millenarie e diversissime dalle nostre sono già irrimediabilmente compromessi. Tutti aspirano solo a migliorare il proprio tenore di vita, benessere materiale, acquistando automobili, televisori, e tutto quello che viene prodotto e presentato come essenziale per una vita più felice. Il cittadino ideale è quello che lavora,  e quando non lavora si divide tra il ruolo di telespettatore e quello di consumatore. La cultura del consumo è qualcosa di mostruosamente potente, capace di modificare gli individui stessi nei loro bisogni, le loro aspirazioni e desideri, ed anche nel loro sistema di valori. Gli unici ad esserne immuni sono coloro che non sono circondati da mezzi di comunicazioni di massa. Ma sono sempre e sempre meno.
La Russia certo può contare su un minor numero di anni di esposizione al bombardamento mediatico di questa cultura, ragione per cui è ancora lontana dai livelli di altri paesi che ne hanno subìto l’influsso più a lungo. Ma, come sappiamo, le cose stanno cambiando in maniera incredibilmente veloce anche lì.


p.s. Angelo, hai ragione. I toscani hanno qualche altra peculiarità, la più famosa delle quali è di sicuro la "c" dura (quella pronunciata davanti alle consonanti e alle vocali a, o, u).
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «LA CULTURA DEL DISCORSO ORALE» 
 
Ivan Blinòv Иван Блинов
«LA LETTURA CON ESPRESSIONE E LA CULTURA DEL LINGUAGGIO PARLATO»
«ВЫРАЗИТЕЛЬНОЕ ЧТЕНИЕ И КУЛЬТУРА УСТНОЙ РЕЧИ»
Casa Editrice «Ministero dell’Istruzione della Federazione Russa» Mosca 1946 (Pagine 200)
Издательство «Министерство Просвещения РСФСР» Москва 1946

È incredibile! Il libro del 1946, pubblicato subito dopo la guerra. IL presente libro permette di conoscere delle questioni principali della tonalità del linguaggio russo. Il libro aiuta a sviluppare la propria cultura e maestria del linguaggio parlato.

  

LA LETTURA CON ESPRESSIONE 1.jpg
Descrizione: Ivan Blinòv
«LA LETTURA CON ESPRESSIONE E LA CULTURA DEL LINGUAGGIO PARLATO»
Casa Editrice «Ministero dell’Istruzione della Federazione Russa» Mosca 1946 (Pagine 200) 
Dimensione: 22.56 KB
Visualizzato: 670 volta(e)

LA LETTURA CON ESPRESSIONE 1.jpg

LA LETTURA CON ESPRESSIONE 2.jpg
Descrizione: Ivan Blinòv
«LA LETTURA CON ESPRESSIONE E LA CULTURA DEL LINGUAGGIO PARLATO»
Casa Editrice «Ministero dell’Istruzione della Federazione Russa» Mosca 1946 (Pagine 200) 
Dimensione: 17.49 KB
Visualizzato: 670 volta(e)

LA LETTURA CON ESPRESSIONE 2.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione  Pagina 1 di 1
 

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum
Puoi inserire eventi calendario in questo forum