Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione Pagina 3 di 4
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
«NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!»
Autore Messaggio
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Ho sentito parlare di questo nuovo TVfilm di Leonid Parfenov. Lo aspettiamo con impazienza. Si deve spiegare ai nostri amici italiani perchè il titolo del film è così: «L'Uccello Gogol'» («Птица Гоголь»). Il fatto è che la parola «gògol'» («гоголь») significa «il pavone». C'è una locuzione o una frase figurata «ходить гòголем» cioè «fare il pavone».


Ultima modifica di Zarevich il 23 Feb 2018 12:28, modificato 1 volta in totale 




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Nikolaj Vassiljevich Gògol’
20 marzo (1 aprile) 1809 – Soròcintsy del governatorato di Poltàva
21 febbraio (4 marzo) 1858 – Mosca
  
Николай Васильевич Гоголь
20 марта (1 апреля) 1809 Сорочинцы, Полтавская губерния
21 февраля (4 марта) 1852 Москва

 
Si avvicina la celebrazione del’200 anniversario della nascita di Nikolaj Vassiljevich Gògol’ (Николай Васильевич Гоголь). Uno dei celebri scrittori della letteratura russa dell’Ottocento, la quale a dir la verità tutta uscì fuori dal «Mantello» di Gogol’.
Gogol’ stava nelle origini della cosiddetta scuola naturale, i cui rappresentanti descrivevano il realismo cupo e i costumi austeri dei sobborghi della città prestando un’attenzione particolare alle parti della vita poco appariscenti. E intanto era uno dei più profondi mistici e filosofi dei suoi tempi. Il taglio sociale della realtà lo preoccupava nella misura in cui serviva la manifestazione dell’assurdo comune e l’esoticità dell’esistenza umana.
Nel 1835 escono due raccolte dei racconti «Arabeschi» («Арабески») e «Mìrgorod» («Миргород») scritte con l’eccezionale senso dell'umorismo dei soggetti fantastici che letteralmente fanno mettere la testa a posto.
Non dimentichiamoci che Gogol’ era anche un insuperato drammaturgo del genere della commedia e le sue piece per teatro «L’Ispettore generale» («Ревизор») o «Il Matrimonio» («Женитьба») realmente sono disfatte alle citazioni. Gogol’ creò nella letteratura russa il genere horror nei suoi romanzi brevi «La Prospettiva Nevskij» («Невский проспект») e «Vij» («Вий»).
Ma il suo libro principale è senz’altro «Le Anime Morte» («Мёртвые души»), la cui idea gli fu suggerita da Pushkin, il quale amava raccontare delle storie, frottole, aneddoti e fatti curiosi. Gogol’ nel suo romanzo con i piccoli dettagli talvolta comicissimi disegnò la vita russa come è. Nella storia delle avventure dell’affascinante affarista Pavel Cìcikov (Павел Чичиков) è rappresentato il tema dell’indurimento e dell’assenza d’autenticità dell’uomo e del mondo nel suo insieme con l'attendibilità tragica.
Alla fine della vita Gogol’ diventa più religioso. Scriveva i lavori teologici, fra i quali il più sostanziale è «La Riflessione della Liturgia Divina» («Размышление о Божественной Литургии»). Nel 1848 fece il pellegrinaggio alla Terra Santa alla Tomba del Signore, dopo di che definitivamente tornò in Patria dai suoi viaggi di molti anni all’estero.
L’idea del secondo volume delle Anime Morte in cui Gogol’ sognava di far uscire la storia della degenerazione spirituale e della «vivificazione» dell'anima umana, non era realizzata. L’estate del 1845 Gogol’ bruciò il manoscritto del secondo volume. All’inizio dell’anno 1852 Gogol’ praticamente di nuovo riscrisse il secondo volume, ma poi lo bruciò per la seconda volta. Qualche giorno dopo, 21 febbraio 1852, morì a Mosca, nella città in cui viveva e amava, e dove fu sepolto. Gogol’ era un precursore di Fiodor Dostojevskij, e così si dice che tutti sono usciti fuori dal «Mantello» di Gogol’ perché Gogol’ nel suo racconto «Il Mantello» («Шинель») indicò la strada della letteratura russa della seconda metà dell'Ottocento.
Dopo il mio breve riassunto sarebbe bene parlare di Gogol’ nella musica, pittosto nella musica lirica, anche se sui temi di Gogol’ furono realizzati i pezzi musicali sinfonici ed anche i balletti.
Nell’Opera Gogol’ aveva molto successo fra i compositori russi e per prima cosa si dovrebbero subito nominare due opere sullo stesso soggetto di due compositori. Sono Piotr Ciajkovskij e Nikolaj Rimskij-Kòrsakov, i quali fecero le loro opere liriche sulla fiaba «La Notte prima di Natale» («Ночь перед Рождеством»). Questa fiaba è dal volume di racconti dal titolo «Le veglie alla fattoria di Dikànka» («Вечера на хуторе близ Диканьки»). Ciajkovskij fu il primo e chiamò la sua opera «Gli Stivaletti» («Черевички»). A dir il vero «cerevìchki» non è la stessa cosa che gli stivaletti, ma io non dibatterò con i primi traduttori i quali introdurranno proprio questa traduzione della parola «cerevìchki». Ce l'hanno sulla coscienza.
Invece Rimskij-Korsakov scrisse la sua opera su questo soggetto solo dopo la morte di Ciajkovskij e la chiamò tale come nell’originale da Gogol’. Ambedue le opere sono molto belle e completamente diverse nel loro genere musicale. Vorrei solo evidenziare che l’opera di Korsakov è un po’ seria, invece l’opera di Ciajkovskij è comica, con un pirotecnico sarcasmo gogoliano.
Rimskij-Korsakov è l’autore dell’altra opera sul soggetto di Gogol’. È l’Opera «La Notte di Maggio» («Майская Ночь»). Questa storia di horror entra anche nel ciclo dei racconti «Le veglie alla fattoria di Dikànka» e si chiama «La Notte di Maggio o L’Annegata». L’orribile storia delle russàlke (le ondine dei fiumi). L’opera è splendida. È un capolavoro di Korsakov.
Non possiamo dimenticarci di Modest Mùssorgskij il quale cominciò a scrivere ma non finì la sua opera «Il Matrimonio» («Женитьба») sull’omonima piece teatrale di Gogol. L’opera è meravigliosa ed è un peccato che raramente sia rappresentata nel teatri lirici. Ma l’opera «Il Matrimonio» non era la prima prova di Mussorgskij di rivolgersi a Gogol’. Prima fu scritta l’opera «La Fiera di Soròcintsy» («Сорочинская Ярмарка»), la storia allegra la quale anche entra nel ciclo dei racconti «Le veglie alla fattoria di Dikànka».
Dmitrij Shostakovich, il grande ammiratore di Gogol’ fece due opere sui suoi soggetti: «Il Naso» («Нос») e «I Giocatori» («Игроки»). Ma è un argomento per un discorso di una certa consistenza. L’opera «Il Naso» è un capolavoro assoluto del Novecento. Da non sottacere che negli anni ’70 nel Teatro da Camera (o Teatro lirico di Boris Pokròvskij) di Mosca furono presentate nella reggia di Pokrovskij due opere in un atto tratte da due racconti di Gogol’. Sono «Il Mantello» («Шинель») e «Il calesse» («Коляска») del compositore Aleksandr Khòlminov (Александр Холминов, nato nel 1925). Queste opere sono registrate su cd e per gli appassionati della lirica russa è un mio consiglio di ascoltarle. Infine «Le Anime Morte» («Мёртвые Души») di Rodion Scedrìn (Родион Щедрин). La prima rappresentazione: 1979, Teatro Bolshoj di Mosca. È una meravigliosa opera che amo molto. Esiste la registrazione integrale sui cd con il baritono Aleksandr Voroshylo (Александр Ворошило) nella parte di Cicikov. L’Orchestra del Teatro Bolshoj diretta da Jurij Temirkànov (Юрий Темирканов). Registrato: 1982 «MELODIA». Certo che si può continuare questa lista, ma ci fermeremo all’opera di Rodion Scedrin, la quale sinceramente consiglio di trovare e ascoltare.
I miei cari saluti


Ultima modifica di Zarevich il 23 Feb 2018 12:29, modificato 1 volta in totale 

GOGOL 200.gif
Descrizione:  
Dimensione: 14.13 KB
Visualizzato: 4910 volta(e)

GOGOL 200.gif

GOGOL.jpg
Descrizione: Nikolaj Gogol' 
Dimensione: 18.46 KB
Visualizzato: 5226 volta(e)

GOGOL.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Grazie, Zarevich, per questo interessantissimo articolo, molto ben scritto.
L'ho sinceramente apprezzato perché io sono un grande ammiratore di Gogol', e considero questo un giusto tributo ad un grandissimo scrittore, padre di tutta la letteratura russa dell '800, e non solo.
Ricordiamoci anche che Gogol' amava profondamente l'Italia, e che molte pagine del suo grande capolavoro furono scritte proprio a Roma, come abbiamo ricordato già sul nostro forum.
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Zarevich ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Dopo il mio breve riassunto sarebbe bene parlare di Gogol’ nella musica, pittosto nella musica lirica, anche se sui temi di Gogol’ furono realizzati i pezzi musicali sinfonici ed anche i balletti.
Nell’Opera Gogol’ aveva molto successo fra i compositori russi e per prima cosa si dovrebbero subito nominare due opere sullo stesso soggetto di due compositori. Sono Piotr Ciajkovskij e Nikolaj Rimskij-Kòrsakov, i quali fecero le loro opere liriche sulla fiaba «La Notte prima di Natale» («Ночь перед Рождеством»). Questa fiaba è dal volume di racconti dal titolo «Le veglie alla fattoria di Dikànka» («Вечера на хуторе близ Диканьки»). Ciajkovskij fu il primo e chiamò la sua opera «Gli Stivaletti» («Черевички»). A dir il vero «cerevìchki» non è la stessa cosa che gli stivaletti, ma io non dibatterò con i primi traduttori i quali introdurranno proprio questa traduzione della parola «cerevìchki». Ce l'hanno sulla coscienza.
Invece Rimskij-Korsakov scrisse la sua opera su questo soggetto solo dopo la morte di Ciajkovskij e la chiamò tale come nell’originale da Gogol’. Ambedue le opere sono molto belle e completamente diverse nel loro genere musicale. Vorrei solo evidenziare che l’opera di Korsakov è un po’ seria, invece l’opera di Ciajkovskij è comica, con un pirotecnico sarcasmo gogoliano.

A dire il vero, la mia opinione su queste due opere è l'esatto contrario della tua: l'opera di Ciajkovskij è seria e sentimentale con poco umorismo, quella di Rimskij è comica ed esalta il lato fantastico, anzi, il paganesimo slavo, pure presente in questo racconto di Gogol, ma non cosí forte come in altri racconti del ciclo cui appartiene. Faccio qualche esempio.
1. Il bes: in Ciajkovskij è un baritono (voce maschile media), in Rimskij è un tenore (voce maschile acuta), piú esattamente tenore caratterista. Cioè: in Ciajkovskij è un personaggio possente ed un po' demoniaco (invoca la potente , in Rimskij è un personaggio privo di potere, ma comico.
2. Presentazione di Oxana: in Ciajkovskij la ragazza è pensosa, pensa alla madre morta. In Rimskij, invece, la ragazza s'ammira nello specchio, con civetteria. Qui Rimskij è piú vicino a Gogol che Ciajkovskij.
3. Come Vakula cattura il bes: in Ciajkovskij Vakula vuole suicidarsi, perciò va ad un lago (dove le ondine si lamentano del freddo e buio invernale), ma poi, confrontato col bes, ci ripensa e se ne serve per ottenere gli stivaletti. In Rimskij invece Vakula cerca consiglio da Paziùk (altra scena fantastica), il quale gli dice che il bes gli sta dietro le spalle. In Ciajkovskij è assente la scena in casa di Paziùk, in Rimskij non pensa neanche a suicidarsi. Poi i due viaggi aerei di Vakula dànno a Rimskij la possibilità di scrivere musica su soggetti fantastici: la notte prima di Natale come la festeggiano le deità slave pagane.
4. Il mattino natalizio, Vakula scomparso. In Ciajkovskij Oxana e Solocha piangono insieme il fabbro creduto morto per suicidio, scena, credo, assente in Gogol. Nell'opera di Rimskij invece ci sono le due comari che bisticciano comicamente su come Vakula si sia ucciso.
5. Infine, la presentazione di Vakula nell'opera di Rimskij. Vakula è uscito dalla sua casa e, fuori, nella piazza del paesucolo dove vive, comincia una cantilena dove si lamenta del fatto che Oxana non l'ami, ma viene continuamente interrotto da chi passa per la strada. Quando capii che questa fosse un'aria continuamente interrotta, risi da morire.

Zarevich ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Non possiamo dimenticarci di Modest Mùssorgskij il quale cominciò a scrivere ma non finì la sua opera «Il Matrimonio» («Женитьба») sull’omonima piece teatrale di Gogol. L’opera è meravigliosa ed è un peccato che raramente sia rappresentata nel teatri lirici. Ma l’opera «Il Matrimonio» non era la prima prova di Mussorgskij di rivolgersi a Gogol’. Prima fu scritta l’opera «La Fiera di Soròcintsy» («Сорочинская Ярмарка»), la storia allegra la quale anche entra nel ciclo dei racconti «Le veglie alla fattoria di Dikànka».

Invece sí: la prima opera di Musorgskij su un soggetto di Gogol fu proprio "Il matrimonio", di cui il compositore ultimò soltanto il primo atto e poi abbandonò la composizione. Credo che non si rappresenti cosí spesso proprio perché non ultimata. Ci sono stati alcuni tentativi di terminarla, ma non tali da fare di quest'opera una parte del repertorio stabile dei teatri lirici.
"La fiera di Soròcinzy" fu invece l'ultima opera lirica di Mùsorgskij, chi l'avrebbe ultimata se non fosse stato cosí malato e morto cosí precocemente. Ne esistono varie versioni. L'ultima e la migliore, secondo ho letto, è quella di Vissariò Šebalin.

Zarevich ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Dmitrij Shostakovich, il grande ammiratore di Gogol’ fece due opere sui suoi soggetti: «Il Naso» («Нос») e «I Giocatori» («Игроки»). Ma è un argomento per un discorso di una certa consistenza. L’opera «Il Naso» è un capolavoro assoluto del Novecento.
Da non sottacere che negli anni ’70 nel Teatro da Camera (o Teatro lirico di Boris Pokròvskij) di Mosca furono presentate nella reggia di Pokrovskij due opere in un atto tratte da due racconti di Gogol’. Sono «Il Mantello» («Шинель») e «Il calesse» («Коляска») del compositore Aleksandr Khòlminov (Александр Холминов, nato nel 1925).
Queste opere sono registrate su cd e per gli appassionati della lirica russa è un mio consiglio di ascoltarle.


Šostakovič purtroppo non terminò mai "I giocatori", altrimenti sarebbe un'opera da repertorio stabile, ma, per fortuna, Gennadij Roždestvenskij ha inciso sia "I giocatori" sia "Il naso". Non sbaglio se affermo che "Il naso" inaugurò il Teatro lirico da camera? La sua incisione de "Il naso" durante molto tempo era l'unica disponibile e rimane il punto di riferimento per ogni esecuzione di quest'opera, nonostante recentemente sia apparsa una seconda incisione. È un peccato che non si sia voluto o potuto pubblicare il DVD dello spettacolo del teatro Mariinskij.

Zarevich ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Infine «Le Anime Morte» («Мёртвые Души») di Rodion Scedrìn (Родион Щедрин). La prima rappresentazione: 1979, Teatro Bolshoj di Mosca. È una meravigliosa opera che amo molto. Esiste la registrazione integrale sui cd con il baritono Aleksandr Voroshylo (Александр Ворошило) nella parte di Cicikov. L’Orchestra del Teatro Bolshoj diretta da Jurij Temirkànov (Юрий Темирканов). Registrato: 1982 «MELODIA»
Certo che si può continuare questa lista, ma ci fermeremo all’opera di Rodion Scedrin, la quale sinceramente consiglio di trovare e ascoltare.


Qualche anno fa ne vidi il CD in negozio a Mosca, ma non la comprai. Poi, quando volli comprarlo, non c'era piú. Credo che la tiratura fosse troppo piccola. I miei genitori assisterono ad una rappresentazione in teatro e mi dicono che l'opera piacque loro, cosí come l'allestimento.
  




____________
Огненный ангел
Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Salve a tutti, sono iscritto da un pò di tempo ma è la prima volta che partecipo al forum e quale occasione migliore per congratularmi con Zarevich per il bellissimo articolo.
Amo molto Gogol, ricordo che il primo libro che lessi fu "l'ispettore generale".
L'anedotto è interessante perché all'epoca mi occupavo di teatro e ricordo perfettamente che questo capolavoro mi prese subito in maniera quasi morbosa come poche volte mi accade. Ricordo che divorai il libro in pochi giorni e gli ultimi capitoli (non so dire quanti) me li bevvi nel giro di poche ore, ovvero, quante sono necessarie ad un airbus per coprire la ditanza tra Milano da Istanbul.
La cosa pazzesca è che ad un certo punto mi trovai dentro la scena al punto tale che le hostes della compagnia con la quale viaggiavo, dovettero venire a calmarmi e a chiedermi gentilmente se potevo "moderare" i toni delle spassose e chiassose risate con le quali stavo sicuramente "interessando" tutto l'equipaggio a bordo.
Amo tantissimo gli scrittori russi, specialmente quelli che si sono dedicati al teatro e se dovessi scegliere qualcuno tra i vari Puskin, Cechov, Bulgakov, Tolstoj, Gogol, sicuramente non riuscirei a venirne a capo, tuttavia quello che più di tutti mi sa far vedere la scena, i volti, il ritmo, i toni, ...insomma quello che più di tutti mi sa far entrare dentro al teatro, è lui, Gogol.
Come dimenticare "le anime morte, il matrimonio, la prospettiva nevskij, il naso, il giocatore, il cappotto (in Italia è uscito con questo nome anziché con il nome forse più corretto de: il Mantello)" tutti capolavori assoluti.
Tra quelli citati da Zarevich che non ho letto e che trovo intrigante, mi incuriosisce "La Riflessione della Liturgia Divina", vedrò se riesco a procurarmelo.
W Gogol !!!
Salutissimi
Teo



Ultima modifica di Teo il 26 Feb 2009 19:49, modificato 1 volta in totale 




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Caro Teo, sei il benvenuto!
Sono molto contento del tuo arrivo  Thumbup
Dal tuo sentito intervento si capisce che sei un amante della letteratura e del teatro classico russo.
Ne siamo molto felici, e speriamo che condividerai con noi questa tua passione.
A presto.
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Ciao Teo,
sono molto contento che il mio articolo dedicato a Gogol' ti sia piaciuto.
Ben arrivato!
Zarevich



Ultima modifica di Zarevich il 23 Feb 2018 12:31, modificato 1 volta in totale 




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Ciao Teo..... naturalmente W Gogol!!!  Thumbup
  




____________
Miayyyy! Myrrr....rrr....
Offline Profilo Invia Messaggio Privato MSN Live ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Nikolaj Gogol’ Николай Гоголь
«LE NOVELLE MISTICHE»  (edizione di lusso)
«МИСТИЧЕСКИЕ ПОВЕСТИ» (подарочное издание)
Casa Editrice «Интрейд Корпорейшн» Mosca 2001 (Pagine 406)
Издательство «Интрейд Корпорейшн» Москва 2001

Le fantasie bizzarre e fantasiose e la mistica di Nikolaj Gogol’. Nel libro sono raccolte le più famose opere di questo genere dello scrittore.
 
1.«Vij» («Вий»)
2.«Il Ritratto» («Портрет»)
3.«Il Cappotto» («Шинель»)
4.«La Fiera di Soricintsy» («Сорочинская ярмарка»)
5.«La Sera alla vigilia del giorno di Ivan Kupàla» («Вечер накануне Ивана Купала»)
6.«La Notte di Maggio o L’Annegata» («Майская Ночь или Утопленница»)
7.«La Notte di Natale» («Ночь перед Рождеством»)
8.«La Missiva scomparsa» («Пропавшая грамота»)
9.«La Vendetta orribile» («Страшная месть»)
10.«Il luogo stregato» («Заколдованное место»)



Ultima modifica di Zarevich il 23 Feb 2018 12:31, modificato 2 volte in totale 

Gogol' 1.jpg
Descrizione: Nikolaj Gogol’
«LE NOVELLE MISTICHE» (edizione di lusso) 
Dimensione: 52.58 KB
Visualizzato: 3761 volta(e)

Gogol' 1.jpg

Gogol' 2.jpg
Descrizione: Nikolaj Gogol’
«LE NOVELLE MISTICHE» (edizione di lusso) 
Dimensione: 33.48 KB
Visualizzato: 3761 volta(e)

Gogol' 2.jpg

Gogol' 3.jpg
Descrizione: Nikolaj Gogol’
«LE NOVELLE MISTICHE» (edizione di lusso) 
Dimensione: 20.62 KB
Visualizzato: 3761 volta(e)

Gogol' 3.jpg

Gogol' 4.jpg
Descrizione: Nikolaj Gogol’
«LE NOVELLE MISTICHE» (edizione di lusso) 
Dimensione: 29.41 KB
Visualizzato: 3761 volta(e)

Gogol' 4.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
NEL GIORNO DEL COMPLEANNO DI NIKOLAJ VASSILJEVICH GOGOL, 1 APRILE 2009
AUGURI CARISSIMO NIKOLAJ VASSILJEVICH!!!
NON SAPPIAMO VIVERE SENZA DI TE!!!


Ultima modifica di Zarevich il 23 Feb 2018 12:32, modificato 1 volta in totale 

NIKOLAJ GOGOL'.jpg
Descrizione: NIKOLAJ GOGOL' 
Dimensione: 25.43 KB
Visualizzato: 4911 volta(e)

NIKOLAJ GOGOL'.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Essa mente a ogni ora, questa Prospettiva Nevskij, ma più che mai quando la notte cala sopra di essa come una massa densa e fa spiccare i muri bianchi e giallastri delle case, quando l'intera città si trasforma in un solo tuono e lampo, miriadi di carrozze rotolano giù dai ponti, i postiglioni gridano e sobbalzano sui cavalli, e un demone in persona accende le lampade solo per mostrare ogni cosa sotto un aspetto che non è il suo.
Auguri carissimo Nikolaj Vasil'evič
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Nikolaj Gogol’ Николай Гоголь
«CHE COSA PUO’ PORTARE L’UTILE ALL’ANIMA?»
«ЧТО МОЖЕТ ДОСТАВИТЬ ПОЛЬЗУ ДУШЕ?» Из писем
Casa Editrice «Starklajt» Mosca 2009 (Pagine 160)
Издательство «Старклайт» Москва 2009

Nel presente libro sono raccolti i testi poco conosciuti di Gogol’, i brani dalle sue lettere unite dal tema del perfezionamento religioso-morale.
A dire il vero, è una predica diretta alla trasformazione radicale della vita nello spirito dell’ideale cristiano. Secondo le convinzioni di Gogol’, il mondo interiore dell'uomo e l’influenza benefica sull’ambiente circostante sono necessari per il progresso di tutta la società nel suo insieme.
Questa edizione è di fatto ancora un libro di Gogol’ fra gli altri. L’idea di tale edizione appartiene a Gogol’ stesso e di ciò è stato detto nel suo libro «I Passi scelti dalla corrispondenza con gli amici» («Выбранные места из переписки с друзьями»).

«LA PROSA SPIRITUALE» di Nikolaj Gogol
«ДУХОВНАЯ ПРОЗА» Николай Гоголь
«I Passi scelti dalla corrispondenza con gli amici»
«Выбранные места из переписки с друзьями»
Casa Editrice «Russkaja Kniga» Mosca 1992 (Pagine 560)
Издательство «Русская Книга» Москва 1992



Ultima modifica di Zarevich il 23 Feb 2018 12:36, modificato 2 volte in totale 

CHE COSA PUO’ PORTARE L’UTILE ALL’ANIMA.jpg
Descrizione: Nikolaj Gogol’
«CHE COSA PUO’ PORTARE L’UTILE ALL’ANIMA?»
Casa Editrice «Starklajd» Mosca 2009 
Dimensione: 22.76 KB
Visualizzato: 1298 volta(e)

CHE COSA PUO’ PORTARE L’UTILE ALL’ANIMA.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Nina Mòleva Нина Молева
«GOGOL’ A MOSCA» «ГОГОЛЬ В МОСКВЕ»
Casa Editrice «ACT» Mosca 2008 (Pagine 288)
Издательство «АСТ» Москва 2008

Gogol giurò di arrivare a Mosca solo quando sarebbe diventato celebre. Così accadde. Questo strano e mistico amore di Gogol’ verso la città di Mosca durò fino alla morte di Nikolaj Vassiljevich.
Questo libro di Nina Moleva racconta di Mosca gogoliana, degli uomini con cui lui si incontrava, dei posti e luoghi dove amava fare delle passeggiate. Si racconta di come lo adorava il pubblico di Mosca, i moscoviti che portavano la sua bara sette verste (verstà - vecchia unità di misura di lunghezza russa pari a 1067 m) fino alla chiesa universitaria, alla messa funebre. È un bel libro, uno dei numerosi che ora escono in occasione della 200mo anniversario della nascità del grande scrittore russo Nikolaj Vassiljevich Gogol’.



Ultima modifica di Zarevich il 23 Feb 2018 12:37, modificato 1 volta in totale 

GOGOL' A MOSCA di Nina Moleva 1.jpg
Descrizione: Nina Mòleva
«GOGOL’ A MOSCA»
Casa Editrice «ACT» Mosca 2008 
Dimensione: 35.86 KB
Visualizzato: 904 volta(e)

GOGOL' A MOSCA di Nina Moleva 1.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Nikolaj Gogol’ Николай Гоголь
«I PASSI SCELTI DALLA CORRISPONDENZA CON GLI AMICI»
«ВЫБРАННЫЕ МЕСТА ИЗ ПЕРЕПИСКИ С ДРУЗЬЯМИ»
Casa Editrice «Azbuka-classica» Mosca 2005 (Pagine 320)
Издательство «Азбука-классика» Москва 2005

I suoi ultimi anni della vita erano colmati del lavoro sul secondo volume di «LE ANIME MORTE» delle meditazioni religiose. «I PASSI SCELTI DALLA CORRISPONDENZA CON GLI AMICI» usciti all’inizio dell’anno 1847 aprivano allora ai lettori l’altro Gogol’, Gogol’ sconosciuto, e ancora oggi letteralmente il mondo interiore di Gogol’, la sua personalità, si presenta come un enigma che richiede il conseguimento della verità. L’enigma di Gogol’ fu in modo più preciso di tutti formulato da Ivan Aksàkov (Иван Аксаков 1823-1886): «Passerà ancora molto tempo prima di capire pienamente tutto il profondo e serio significato di Gogol’, di questo monaco-artista, cristiano-satirico, asceta e umorista, di questo martire del pensiero nobile e della questione insoluta!»
(«Много еще пройдет времени, пока уразумеется вполне все глубокое и строгое значение Гоголя, этого монаха-художника, христианина-сатирика, аскета и юмориста, этого мученика возвышенной мысли и неразрешимой задачи!»).



Ultima modifica di Zarevich il 23 Feb 2018 12:37, modificato 1 volta in totale 

I PASSI SCELTI DALLA CORRISPONDENZA CON GLI AMICI.jpg
Descrizione: Nikolaj Gogol’
«I PASSI SCELTI DALLA CORRISPONDENZA CON GLI AMICI»
Casa Editrice «Azbuka-classica» Mosca 2005 
Dimensione: 47.17 KB
Visualizzato: 1194 volta(e)

I PASSI SCELTI DALLA CORRISPONDENZA CON GLI AMICI.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «NIKOLAJ GOGOL’: È INCREDIBILE!» 
 
Caro Zarevich! E' un piacere vedere i numerosi contributi dedicati al grandissimo Nikolaj Gogol' da te scritti in questi ultimi giorni. E' bello che anche sul nostro forum si celebri il 200mo anniversario dello scrittore ricordando le sue opere e i film da esse tratti. Gogol' è uno di quegli autori eterni e intramontabili di cui sarebbe bene avere e leggere la sua opera omnia. Per nostra fortuna, tutti i suoi lavori teatrali, romanzi, racconti, novelle, lettere, è tutto tradotto in italiano e facilmente reperibile. Ci sono anche qui raccolte complete dei lavori di Gogol'. Le novelle di questo libro ad esempio sono tutte contenute nel volume I di "Tutte le opere" della collana "I Meridiani" della Mondadori.
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione  Pagina 3 di 4
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum
Puoi inserire eventi calendario in questo forum