Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione Pagina 1 di 2
Vai a 1, 2  Successivo
COGNOMI RUSSI
Autore Messaggio
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio COGNOMI RUSSI 
 
I russi non hanno due nomi come gli inglesi o gli americani, bensì nome proprio (имя), patronimico (отчество) e cognome (фамилия). Per esempio Aleksandr (nome) Serghejevich (patronimico) Pushkin (cognome).
Quel Serghejevich non è che il nome del padre (ОТЕЦ in russo) di Aleksandr, declinato come un aggettivo maschile, desinenza ИЧ. La figlia (ДОЧКА in russo) di Aleksandr Pushkin, invece, si chiama Maria Aleksàndrovna Pushkina. Quel -НА è il segno distintivo del patronimico al femminile.

I cognomi più diffusi hanno desinenza -ОВ (-ov) Cèchov, Rachmàninov, Sokolòv
o –ЕВ (-ev) Katàev, Vyrapàev, in origine dei genitivi maschili plurali. Naturalmente le donne aggiungono la –a (Chècova, Sokolòva). Un'altra desinenza molto diffusa è la -ИН (come Pùtin o Nikìtin, Karamzìn). E ancora un'altra desinenza è la – SKIJ (come Ciajkovskij, Mussorgskij, Dostojevskij).
Il patronimico è molto importante perchè fa parte del modo di comunicare.
Sul lavoro o in altri contesti formali si usano quindi nome e patronimico, seguito dal voi. ОБРАЩАТСЬЯ НА ВЫ, dare del voi: come per il francese il russo non ha il lei. Inoltre i personaggi famosi sono sempre indicati dalla gente con nome e patronimico, ben difficilmente per cognome.
Serghej Vassiljevich Rachmaninov, Anton Pavlovich Cechov, Fiodor Mikhajlovich Dostojevskij, Piotr Iljich Ciajkovskij ma si può dire anche Serghej Rachmaninov, Anton Cechov ecc.
Fra gli amici il patronimico non si usa.
In altri contesti i russi adorano e usano i diminutivi che spesso diventano vezzeggiativi. Specie in famiglia (В СЕМЬЕ) o con gli amici (С ДРУЗЬЯМИ). Così è tutto un proliferare di Sàsha o Shùra (Aleksandr), Kolja (Nikolaj), Mitja o Dìma (Dmitrij), Nadja (Nadezhda), Olja (Olga), Vanja (Ivan), Mìsha (Mikhail), Pàsha (Pavel), Tàta (Natasha), Seriòzha (Serghej), Zhènia (Evghenij), Pietra (Piotr), Slava (Sviatoslàv), Vlad o Vladik (Vladislàv), Borja (Boris), Vitja (Victor), Lùda o Mìla (Ludmila), Sveta (Svetlana), Dunia (Avdotja), Tania (Tatiana), Katia (Katerina) ecc.
In Russia ci sono moltissimi libri sul tema dei nomi e cognomi, le enciclopedie e i dizionari, le ricerche scientifiche e i monogrammi. Ma ora vorrei presentare un libro scritto dall’autore inglese B.O.Unbegaun «RUSSIAN SURNAMES» («РУССКИЕ ФАМИЛИИ» - «I COGNOMI RUSSI») che è uscito nel 1972 Oxford University Press London e tadotto in russo nel 1989 dalla Casa Editrice “PROGRESS” di Mosca. È un grande lavoro di ricerca scientifica scritta da uno straniero. È incredibilmente precisa e secondo le ricerche provenienti da fonte attendibile.



Ultima modifica di Zarevich il 26 Apr 2014 11:02, modificato 1 volta in totale 

Cognomi Russi.jpg
Descrizione: B.O.Unbegaun «RUSSIAN SURNAMES» («I COGNOMI RUSSI»)
Oxford University Press London 1972
Casa Editrice “PROGRESS” di Mosca 1989 
Dimensione: 47.08 KB
Visualizzato: 43667 volta(e)

Cognomi Russi.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
il suffisso chuk (-чук), tipico dei cognomi ucraini insieme ad -enko, potrebbe derivare da una voce turca che significa piccolo? (in turco piccolo e' kuchuk)

O e' una mia fantasia?

grazie
zhenja
  




____________
ZHENJA
Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Non sono un esperto filologo della lingua russa, ma nel russo esiste una parola (barchúk) dove il suffisso -chuk è un suffisso diminutivo: barchúk (il signorino) è il (piccolo) figlio del bàrin (signore), quindi suppongo che la tua ipotesi possa esser vera.
  




____________
Огненный ангел
Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Non ricordo la fonte, ma una volta ho letto che il suffisso chuk (-чук) e’ patronimico e significa “figlio di”. Per esempio, Ivanchuk (Иванчук) significa figlio di Ivan. Non so se sia vero o no.



Alena
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Caro Zarevic', interessante il tuo excursus lungo i cognomi russi, ma c'è una svista da correggere. I cognomi in -in o -ev o -ov sono AGGETTIVI NOMINALI comunissimi a tutti i cognomi europei dopo lo sforzo dell'Imperatrice Maria Teresa di codificare i nomi borghesi rispetto a quelli della nobiltà. Dunque IVANOV non significa "dei Giovanni" ma un discendente da Giovanni (l'eponimo) e se maschile è il cognome di un uomo, se femminile IVANOVA di una donna (il neutro IVANOVO è il nome del villaggio). Questi aggettivi rispondono bene specialmente ai nomi e cognomi musulmani perchè sostituivano l'ultima definizione di una persona che diceva a quale clan questa apparteneva nei registri della Giamija alla quale si riferiva quella famiglia. Ad es. una persona "degna di cognome" poteva chiamarsi Mahomed ben (figlio di) Saleh ben Sciarif  etc. etc. fino al supposto eponimo ben Sadaq. Nella nuova dicitura russa risultava alla fine Mahomed Sadakov etc. sono aggettivi per "discendente di Mahomed o di Hasim". Per i cognomi di origine ebraica vigeva già un altro regime, poichè le comunità avevano già registrate nascite e genealogie e qui entrava poi il fatto di essere Sefarditi, Asc'kenaziti (la stragrande maggioranza) lituani. Gli ebrei usavano  vari metodi per non confodere due omonimi: aggiungendovi un soprannome, facendone un acronimo etc. ma accettarono di buon grado l'omologazione  ai cognomi russi e così abbiamo Zhudrik (soprannome) indeclinabile, Venjaminov (da Venjamin ossia Beniamino) declinabile, Langhenfeld (soprannome o attributo Teresiano) declinabile etc.  Quest'uso degli aggettivi nominali è ormai caduto lungo il XIX sec. e non si dice più ad es. IL LIBRO DI GIOVANNI "ivanova kniga" e si preferisce ormai dire Kniga Ivana. I cognomi in -skii o -kii o simili sono chiaramente poi degli aggettivi qualificativi e di solito derivano da un soprannome attribuito all'eponimo oppure si riferiscono alla provenienza "locativa". Giovanni da Kazan' diventerà Ivan Kazan'skii et sim. Altre regole si applicano poi alle diverse comunità alloglotte della Federazione Russa, cercando comunque di omologare i cognomi russificati agli usi più diffusi. Così un mio amico greco di Crimea si chiamava TOPUZIDIS, ma sua moglie restava TOPUZIDIS.
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Vorrei poi aggiungere che UNBEGAUN (tedesco Unbehauen ossia Imbattuto) è un russo emigrato. Il testo di riferimento dovrebbe essere però  SISTEMY LIC'NYH IMJON U NARODOV MIRA di un collettivo di linguisti russi edito da NAUKA anni fa.
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Caro Zarevic', interessante il tuo excursus  Anche qui qualche svista da correggere Wink : Ivanovo è una città abbastanza grande e capoluogo d'un'oblast' nel distretto federale Centrale (ma non escludo che esistano paesucoli con quel nome). Comunque, nel russo ci sono anche, sebbene poco diffusi, cognomi indeclinabili in "ych", questi sono perlopiú forme aggettivali (gen. pl,), che piú o meno corrispondono ad alcuni cognomi italiano derivati da aggettivi. Gli aggettivi nominali derivati dai nomi proprî non s'usano quando il nome è accompagnato da aggettivo qualificativo (трон Петра Великого) oppure patronimico e/o cognome. Invece sono assai diffusi gli aggettivi nominali derivate soprattutto dalle forme vezzeggiative (Митин ранец), ma anche, sebbene non cosí sovente, dalle forme "piene" od "ufficiali": conoscerai sicuramente il film di Tarkovskij "Иваново детство". L'aggettivo indicatore di provenienza dalla città di Kazan' sarà Казанский (собор, вокзал): a differenza del polacco, la palatalizzazione del consonante finale vien tolta se al sostantivo viene aggiunto il suffisso -ск (piú una desinenza qualsiasi). Come sarebbe la forma corretta greca del cognome della moglie del tuo amico di Crimea? Quella ceca sarebbe semplicemente Topuzidisová ("žena", sottintendesi). Wink
A proposito, in testi letterarî italiani (libretti operistici) del primo Novecento, nei quali s'imita l'italiano medievale, ho spesso incontrato la differenziazione tra singolare e plurale: e. g., nella "Francesca da Rimini" di Zandonai, che utilizza gran parti della tragedia di d'Annunzio, "Non fosti mai dai Malatesti a Rimino?" (sic!), poi, in un'altra opera di Zandonai ("Giulietta e Romeo"), Romeo Montecchio e Giulieta Capuleto (questo in un testo dove viene imitato il dialetto veronese o mantovano della lingua veneta, perciò Giulieta con una sola t).
  




____________
Огненный ангел
Offline Profilo Invia Messaggio Privato HomePage ICQ
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Certo IVANOVO era solo un esempio e villaggi e cittadine con questo nome (e simili) ce ne sono un centinaio nella FR (cfr. ATLAS AVTOMOBILNYH DOROG, Kartografija 2002). Il costume della "naimenovanie" però era altro. Le parrocchie tenevano una ROSPIS' con le GENEALOGIE DELLE FANMIGLIE del VILLAGGIO. A Novgorod la Grande soltanto i bojari avevano diritto a nome e patronimico (e soprannome, se lo avevano), ma non la gente semplice (Cjorn') e così il principe (knjaz) che addirittura aveva due nomi e un patronimico (nome "di famiglia" di origine slava, nome di battesimo di solito con la medesima iniziale, V:shock:LADIMIR - primo nome slavo - V:shock:ASILII - nome di battesimo - RAVNOAPOSTEL' - soprannome). La gente semplice si faceva conoscere in alcuni modi: provenienza dal luogo "al servizio di" (ad es. IOSIPOV proveniente dal villaggio di proprietà di gospodin Giuseppe), "dal clan di" (ad es. AKSAKOV - dal clan di Ak Sak), "dal mestiere proprio o dell'eponimo" (ad es. KUZNECOV ossia della famiglia del fabbro ferraio) e, se era un ecclesiastico, bastava che si dicesse da quale eparchia o convento provenisse. Per la parte "bassa" della popolazione perciò non era necessario nè nome nè cognome prima della modernizzazione voluta da Pietro il Grande, bastava dire a "chi apparteneva" e finiva lì. Col passar del tempo poi si cominciò a nominare nei rospisi anche eventi famosi e coì derivarono cognomi come  NASC'OKIN (da na sc'ceike ossia SUL COLLO) perchè sembra che un antenato nella famosa Battaglia di Pian delle Beccacce (1380) s'era beccato un colpo quasi mortale sul collo! Dunque il cognome comune era soltanto l'aggettivo che attribuiva la proprietà della persona a qualcun altro. Solo le grandi famiglie avevano un eponimo o più. Al tempo di Caterina la Grande fu emesso un editto che obbligava tutti i GUBERNII di istituire un assemblea di coloro che lavoravano per lo stato affinchè ogni servo personale avesse un nome e fosse registrato presso il cortigiano "padrone". Addirittura le genealogie si potevano far ricostruire o inventare allacciandosi a personaggi famosi del passato. Famoso è il cognome di Rimski-Korsakov il cui "padrino" incaricò un centinaio di storici che provassero che i Korsakov risalivano - partendo da Adamo - ai romani!
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
C'è una differenza  nei cognomi se sono riferiti alla figlia piuttosto che alla moglie?

Es: Andrei Timofeevich Solokov

Moglie: Yelena Solokova (o Solokovna?)

Figlia: Marija Solokovna (o Solokova?)

Grazie
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Privet!

Nei cognomi non c’è differenza, ma se il cognome maschile è Sokolov, la variante femminile sarà Sokolova, «-vna» si aggiunge non ai cognomi, ma ai patronimici delle donne. Per questo la figlia di Andrei Timofeevich Solokov sarà Maria Andreevna Sokolova e sua moglie sarà Elena Vassilievna Sokolova, se suo padre si chiama Vassilij. Il patronimico sempre segue al nome del padre sia per figli che per figlie.

In scambio al mio chiarimento vorrei sapere perché ti interessa tanto la questione dei patronimici e cognomi russi?  Wink
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Assol ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Privet!

Nei cognomi non c’è differenza, ma se il cognome maschile è Sokolov, la variante femminile sarà Sokolova, «-vna» si aggiunge non ai cognomi, ma ai patronimici delle donne. Per questo la figlia di Andrei Timofeevich Solokov sarà Maria Andreevna Sokolova e sua moglie sarà Elena Vassilievna Sokolova, se suo padre si chiama Vassilij. Il patronimico sempre segue al nome del padre sia per figli che per figlie.

In scambio al mio chiarimento vorrei sapere perché ti interessa tanto la questione dei patronimici e cognomi russi?  Wink


Grazie per la tua risposta. E' soltanto per un mio chiarimento. Su altro forum http://it.answers.yahoo.com/questio...11035519AAWyzVo

ho letto di questa differenza, ma non essendo troppo convinto, ho chiesto a voi. Mi interessano i patronimici e i cognomi perché sto scrivendo qualcosa e alcuni dei protagonisti sono russi. Prima di scrivere delle sciocchezze, preferisco informarmi con chi conosce la lingua russa e sa di cosa parla. Grazie di nuovo per il tuo aiuto. Book  Very Happy
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Ho fatto un'occhiata a quel topic, il terzo post mi ha fatto sorridere, non so da dove l'ha preso quel pensiero che il cognome si cambia come il patronimico, può darsi che questa differenza presente in un qualche altra lingua slava, ma non nella lingua russa. Se ti interessa ancora qualcosa, chiedi.

Non sarò troppo indiscreta se anch'io ti chiederò di raccontare un po' del libro che scrivi?   Wink
In esso i protagonisti russi sono dei principali personaggi e in che epoca è ambientato il libro?


Ultima modifica di Assol il 02 Nov 2011 18:11, modificato 1 volta in totale 




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Assol ha scritto: [Visualizza Messaggio]
No fatto un'occhiata a quel topic, il terzo post mi ha fatto sorridere, non so da dove l'ha preso quel pensiero che il cognome si cambia come il patronimico, può darsi che questa differenza presente in un qualche altra lingua slava, ma non nella lingua russa. Se ti interessa ancora qualcosa, chiedi.

Non sarò troppo indiscreta, se anch'io ti chiederò di raccontare un po' del libro che scrivi?   Wink
In esso i protagonisti russi sono dei principali personaggi e in che epoca è ambientato il libro?


Ciao, grazie per la precisazione. Ancora non so come mi prenderà questo racconto, la cosa certa è che zoppica un po'. Si svolge tra la guerra dei Balcani, San Pietroburgo e Firenze, ma non c'è un protagonista unico, ma una serie di protagonisti, russi e italiani e, ovviamente, sono uscito dallo stereotipo del "cattivo" russo dei film di "007". Diciamo che la scena la stanno rubando, per adesso, due ragazze, non più tanto ragazze, ex soldatesse dell'Armata  Wink  Wink  Smile
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
È un gesto! Sei uscito dallo stereotipo del "cattivo" russo. È l’atto eroico da parte tua! Io te lo dico come un "buon" russo. Mi sono commosso fino alle lacrime. Credo che scriverai un vero capolavoro. Jump  
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio Re: COGNOMI RUSSI 
 
Zarevich ha scritto: [Visualizza Messaggio]
È un gesto! Sei uscito dallo stereotipo del "cattivo" russo. È l’atto eroico da parte tua! Io te lo dico come un "buon" russo. Mi sono commosso fino alle lacrime. Credo che scriverai un vero capolavoro. Jump  


Grazie per l'augurio! Per adesso le "buone" sono soltanto le due ragazze, anche se a prima vista non lo sembrerebbero. I "cattivi" sono i loro padri e qualche italiano. Certo è che "buono" o "cattivo" rientrano negli stereotipi di ogni letteratura, ma come insegna quella russa, esiste sempre una sorta di "redenzione" che senza voler essere retorica, riesce a mettere in evidenza più le sfumature che i contorni netti delle persone, almeno di quelle che il potere, ogni potere, non ha corrotto fino in fondo.
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione  Pagina 1 di 2
Vai a 1, 2  Successivo

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum
Puoi inserire eventi calendario in questo forum