Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione Pagina 1 di 1
 
«TUTTO GLAZUNOV»
Autore Messaggio
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
ALEKSANDR GLAZUNOV (1865-1936) АЛЕКСАНДР ГЛАЗУНОВ
«SUITE DI BALLETTO PER L’ORCHESTRA», Op.52
«SUITE CARATTERISTICA PER L’ORCHESTRA», Op.9

All’individualità musicale di Aleksandr Glazunòv era sempre vicina la plastica del genere di ballo. Fra le prime composizioni del compositore scritte nell’infanzia e nell’adolescenza ci sono parecchi pezzi musicali di questo genere. Sono largamente noti i suoi sinfonici «I Valzer Concertanti» («Концертные Вальсы»), i tre balletti «Rajmonda» («Раймонда»), «Le Stagioni» («Времена года») e «La Signorina Serva» («Барышня-служанка»), la Suite orchestrale «Chopiniana» («Шопениана»).
La «SUITE DI BALLETTO PER L’ORCHESTRA», Op.52, fu scritta nel 1894 subito dopo la suite «Chopiniana», e in dicembre dello stesso anno Glazunov la diresse per la prima volta alla Sala del Circolo dei Nobili a San Pietroburgo.
La «SUITE CARATTERISTICA PER L’ORCHESTRA», Op.9 appartiene al precoce periodo della creazione musicale di Glazunov. Nel 1880 il compositore scrisse le variazioni per pianoforte, poi le rifece nella suite sinfonica. È un Ciclo di pezzi musicali costruiti sulle intonazioni popolari di varie canzoni e danze. Il contenuto metaforico del ciclo si determina con i titoli di ogni pezzo. Nel 1884 nella Società Musicale Russa si svolse la prima con l’orchestra diretta da Nikolaj Rimskij-Korsakov.
Le Suite di Aleksandr Glazunov come tutto il suo retaggio sinfonico composto da otto sinfonie sono registrate dall’Orchestra Sinfonica dell’URSS diretta dal celebre direttore d’orchestra Evghenij Svetlànov (Евгений Светланов, 1928-2002).

ALEKSANDR GLAZUNOV (1865-1936) АЛЕКСАНДР ГЛАЗУНОВ
«SUITE DI BALLETTO PER L’ORCHESTRA», Op.52
«БАЛЕТНАЯ СЮИТА ДЛЯ ОРКЕСТРА», Op.52

1. I. «Préambule» 3.06
2. II. «Marionettes» 2.22
3. III. «Mazurka» 3.51
4. IV. «Scherzino» 1.18
5. V. «Pas d’action» 4.02
6. VI. «Danse orientale» 2.46
7. VII. «Valse» 5.25
8. VIII. «Polonaise» 5.37

«SUITE CARATTERISTICA PER L’ORCHESTRA», Op.9
«ХАРАКТЕРИСТИЧЕСКАЯ СЮИТА ДЛЯ ОРКЕСТРА», Op.9

9. I. а) «Introduzione», b) «Danza Russa» 5.02
10. II. «Intermezzo scherzando» 5.59
11. III. «Carnevale» 3.54
12. IV. «Pastorale» 5.09
13. V. «Danza orientale» 4.10
14. VI. «Elegia»
15. VII. «Corteo» 8.47
TOTALE: 64.28
Orchestra Sinfonica dell’URSS
Direttore d’orchestra: Evghenij Svetlànov (Евгений Светланов)
Registrato: 1990
Numero del CD: «Melodia» CD 10 00160



Ultima modifica di Zarevich il 12 Gen 2018 14:17, modificato 1 volta in totale 

ALEKSANDR GLAZUNOV.jpg
Descrizione: ALEKSANDR GLAZUNOV (1865-1936)
«SUITE DI BALLETTO PER L’ORCHESTRA», Op.52
«SUITE CARATTERISTICA PER L’ORCHESTRA», Op.9
CD: «Melodia» CD 10 00160 
Dimensione: 48.54 KB
Visualizzato: 4842 volta(e)

ALEKSANDR GLAZUNOV.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
Aleksandr Glazunòv (1865-1936) Александр Глазунов
«TUTTE LE SINFONIE» (5 CD) «ВСЕ СИМФОНИИ»
Orchestra Sinfonica del Ministero della Cultura dell’URSS diretta dal maestro Ghennadij Rozhdèstvenskij (Геннадий Рождественский). REGISTRATO: 1983-1985 «MELODIA» CD 10 01790

Probabilmente è difficile rivalutare quale grande importanza ha avuto il compositore russo Aleksandr Glazunòv nello sviluppo della cultura mondiale. Aleksandr Glazunòv entrò nella storia come un grande musicista e come un grande esponente della cultura. Nell'opera di Aleksandr Glazunov il posto fondamentale è occupato dai generi della musica sinfonica. Le sue otto sinfonie costituiscono un valido contributo allo sviluppo del sinfonismo russo. Continuando le tradizioni dei suoi predecessori, Aleksandr Glazunov le unì creando il proprio stile unico nel suo genere e il genere completamente nuovo della sinfonia lirico-epica. Le sue sinfonie maestose e monumentali si svolgono senza fretta, con calma, colpendo con la luminosità del linguaggio musicale e dello stile perfetto, con il potere epico e con il carattere valente che esalta la vita. Nel presente album di cinque CD sono presentate otto sinfonie di Aleksandr Glazunov registrate negli anni 1983-1985 dall’Orchestra Sinfonica del Ministero della Cultura dell’URSS diretta dal maestro Ghennadij Rozhdèstvenskij (Геннадий Рождественский).

CD 1 «TUTTE LE SINFONIE» di Aleksandr Glazunov  
Sinfonia №1 mi maggiore, Op.5
Sinfonia №2 fa-diesis minore, Op.16
TOTALE: 81.56

CD 2 «TUTTE LE SINFONIE» di Aleksandr Glazunov  
Sinfonia №3 re maggiore, Op.33
TOTALE: 49.57

CD 3 «TUTTE LE SINFONIE» di Aleksandr Glazunov  
Sinfonia №4 mi-bemolle maggiore, Op.48
Sinfonia №5 si- bemolle maggiore, Op.55
TOTALE: 70.47

CD 4 «TUTTE LE SINFONIE» di Aleksandr Glazunov  
Sinfonia №6 do minore, Op.58
Sinfonia №7 fa maggiore, Op.77
TOTALE: 78.19
 
CD 5 «TUTTE LE SINFONIE» di Aleksandr Glazunov  
Sinfonia №8 mi-bemolle maggiore, Op.83
TOTALE: 47.39

REGISTRATO: 1983-1985
«MELODIA» CD 10 01790



Ultima modifica di Zarevich il 12 Gen 2018 14:19, modificato 4 volte in totale 

ALEKSANDR GLAZUNOV.jpg
Descrizione: Aleksandr Glazunòv (1865-1936)
«TUTTE LE SINFONIE» (5 CD)
«MELODIA» CD 10 01790 
Dimensione: 51.87 KB
Visualizzato: 5102 volta(e)

ALEKSANDR GLAZUNOV.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
LE FANTASIE PER ORCHESTRA DI ALEKSANDR GLAZUNOV
ФАНТАЗИИ ДЛЯ ОРКЕСТРА АЛЕКСАНДРА ГЛАЗУНОВА
Aleksandr Glazunov (1865-1936) Александр Глазунов

1. «La Foresta» («Лес»), fantasia per orchestra sinfonica, Op.19
2. «Il Mare» («Море»), fantasia per orchestra sinfonica, Op.28
3. «La Rapsodia orientale» («Восточная рапсодия») per orchestra sinfonica, Op.29

Orchestra Sinfonica dell’URSS
Direttore: Evghenij Svetlànov (Евгений Светланов)
Registrato: 1990
TOTALE: 64.11 «MELODIA» CD 10 00156

Alla musica di Aleksandr Glazunov sono inerenti immensamente larga ampiezza, l’ispirazione, la limpidezza dello stato d'animo, le bellezze della natura, la fantasia opulenta, a volte l’umorismo, il senso di elegia, la passionalità e sempre la chiarezza meravigliosa e la libertà della forma. Le due fantasie sinfoniche «La Foresta» e «Il Mare» e la «Rapsodia orientale» furono composte da Aleksandr Glazunov nel periodo della ricerca della propria strada artistica. La fantasia sinfonica «Il Mare» («Море») scritta sotto l’influenza del giovane Glasunov dell’orchestra wagneriana. L’autore dedicò questa fantasia alla memoria di Richard Wagner. La fantasia «Il Mare» è segnata dalle ricche trovate orchestrali. La prima rappresentazione della fantasia si svolse il 18 febbraio 1890 sotto la direzione di Nikolaj Rimskij-Korsakov. La «Rapsodia orientale» («Восточная рапсодия») rispecchia il tratto caratteristico di molti compositori russi di quell’epoca, l’interesse verso l’Oriente. La «Rapsodia orientale» è dedicata al pittore russo Ilja Rèpin (Илья Репин). La prima rappresentazione si svolse il 20 gennaio 1890 sotto la direzione dell’autore.



Ultima modifica di Zarevich il 12 Gen 2018 14:20, modificato 1 volta in totale 

ALEKSANDR GLAZUNOV.jpg
Descrizione: LE FANTASIE PER ORCHESTRA DI ALEKSANDR GLAZUNOV
«MELODIA» CD 10 00156 
Dimensione: 38.05 KB
Visualizzato: 4905 volta(e)

ALEKSANDR GLAZUNOV.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
«IL RE DEI GIUDEI» di Aleksandr Glazunov
«ЦАРЬ ИУДЕЙСКИЙ» «THE KING OF THE JEWS»

Il 23 aprile 2014 alla Capella di San Pietroburgo è stato presentato il dramma pasquale «Il Re dei Giudei» del compositore russo Aleksandr Glazunòv (Александр Глазунов). L’autore del testo del dramma è il Granduca Konstantin Konstantinovich Romanov (1858–1915), un nipote dell'imperatore Nicola I di Russia, nonché poeta e drammaturgo di un certo rilievo. È meglio conosciuto con il suo pseudonimo da scrittore, KR (in russo: КР), le iniziali del suo nome traslitterato, Konstantin Romanov (Константин Романов). L’azione del dramma «Il Re dei Giudei» («Царь Иудейский» «The King of the Jews») con la partecipazione di Gesu’ Cristo, Ponzio Pilato e sua moglie Claudia Procula si svolge negli ultimi giorni della vita di Gesu’. Il Coro e l’Orchestra Sinfonica della Capella di San Pietroburgo diretta dal maestro Vladislav Cernuscenko (Владислав Чернушенко), il quale ha fatto la versione da concerto del dramma di Glazunov.



Ultima modifica di Zarevich il 12 Gen 2018 14:21, modificato 1 volta in totale 

IL RE DEI GIUDEI 1.png
Descrizione: «IL RE DEI GIUDEI» di Aleksandr Glazunov
«THE KING OF THE JEWS» 
Dimensione: 98.63 KB
Visualizzato: 4748 volta(e)

IL RE DEI GIUDEI 1.png

IL RE DEI GIUDEI 2.jpg
Descrizione: «IL RE DEI GIUDEI» di Aleksandr Glazunov
«THE KING OF THE JEWS» 
Dimensione: 7.08 KB
Visualizzato: 4748 volta(e)

IL RE DEI GIUDEI 2.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
Ciao Zarevich, sto ascoltando le sinfonie di Glazunov; le esecuzioni di Gennadj Rozdestenvskij, per esempio della Sesta, sono molto molto più lente di quelle di altri esecutori, come Anissimov o Svetlanov.
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
Salve sto ascoltando Stenka Razin, poema sinfonico di Glazunov; l'introduzione è basata, per me, sul canto "i battellieri del Volga"; prima di ascoltare questo poema sinfonico, pensavo che l'unico uso del canto dei battellieri fosse nell'Adagio della sinfonia "sogni invernali" di Cajkovskij, movimento nel quale la melodia somiglia parzialmente al canto dei battellieri, anche se Cjakovskij riesce a trarne, secondo me, un suo tema nuovo ed originale che, alla fine, somiglia solo in parte al suddetto canto. Invece, nel poema di Glazunov, praticamente il tema del canto dei Battellieri, a differenza della sinfonia 1 di Cajkovskij, è quasi "citato".
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
Carissimo amico,
nel poema sinfonico di Aleksandr Glazunov «Stèn’ka Ràzin» suona la canzone popolare russa dei battellieri «Ej, ùhnem!» («Эй, ухнем!) che è, naturalmente, l'albero, che le radici e orlo «uhali» (tirare) che «si è andata» (caduto). Questa canzone ha avuto il giusto ritmo di chiedere al personale di svolgere un lavoro fisico pesante. Da spettacoli musicali, e il modello più popolare è stata la presentazione di Fiodor Chaliapin (Фёдор Шаляпин).
 
http://www.youtube.com/watch?v=AfqO1HmLTT8

http://www.youtube.com/watch?v=YGg_BEQrOMU

Per quanto riguarda Stepàn Ràzin o Stèn'ka (Степан Разин, 1630-1671) è stato un militare e rivoluzionario russo, appartenente alla comunità dei cosacchi del Don. Fu la figura principale della rivolta cosacca del 1670 contro lo zar Aleksej I Mikhajlovich. Nell’«Adagio cantabile» della prima sinfonia di Piotr Ciajkovskij «I Sogni Invernali» («Зимние Грёзы») suona la melodia dalla sua ouverture giovanile «Il Temporale» («Гроза») per il dramma di Aleksandr Ostrovskij.



Ultima modifica di Zarevich il 12 Gen 2018 14:22, modificato 1 volta in totale 

Stenka Razin 1.jpg
Descrizione: «Stènka Ràzin»
Il pittore russo Vassilij Sùrikov 
Dimensione: 28.41 KB
Visualizzato: 3872 volta(e)

Stenka Razin 1.jpg

Stenka Razin 2.jpg
Descrizione: Aleksandr Glazunov «Stènka Ràzin» 
Dimensione: 21.44 KB
Visualizzato: 3873 volta(e)

Stenka Razin 2.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
Mi sembra di capire che il poema sinfonico di Glazunov "Stenka Razin" non ha niente a che vedere con l'omonimo canto popolare "Stenka Razin", benché Glazunov citi " i battellieri del Volga".
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
Caro amico! Temo che le fonti italiane siano un po’ sbagliate. Non esiste nessuna canzone con il titolo «I battellieri del Volga». È una fantasia sui temi russi. Aleksandr Glazunov cita nel suo poema la canzone «Ej, ùhnem!» di cui avevo scritto prima. Questa canzone era cantata dai battellieri, ma non sola. Piuttosto un’altra canzone potrebbe essere chiamata come «la canzone dei battellieri». È una canzone «Dubìnushka» («Дубинушка»), del resto anche cantata da Fiodor Shaljapin. Quando da voi scrivono «I battellieri del Volga» non si può capire di che si tratta. Esiste una canzone popolare russa su Stenka Razin «Da dietro l’isola alla rapida» («Из-за острова на стрежень»), ma Glazunov non la cita nel suo poema.
  
«Волга, Волга, мать родная, = Volga, Volga, madre nostra,
Волга – русская река, = Volga, il fiume russo,
Не видала ты подарка = Non hai mai visto il dono
От донского казака! = Dal cosacco di Don!


http://www.youtube.com/watch?v=rXc4AXAm7l0




Ultima modifica di Zarevich il 12 Gen 2018 14:23, modificato 1 volta in totale 




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
Più ascolto Glazunov, meno capisco perchè questo immenso compositore sia sottovalutato. Le sue splendide 8 sinfonie (ce n'è anche una nona non ultimata) sono immensamente belle e meriterebbero di essere incise con più regolarità, ma sono belli anche gli altri suoi lavori orchestrali, per non parlare delle sue composizioni pianistiche, che ricordano un pò Chopin (secondo me). Quali sono i direttori migliori delle sinfonie di Glazunov? Io ho un'integrale di Neeme Jarvi, mi sembra bello, ma forse altri direttori russi sono migliori.
Esiste un'opera omnia? E' stata incisa?
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
Caro amico! Non direi che Aleksandr Glazunov fosse sottovalutato, in ogni caso in Russia. La sua musica è molto eseguita. Quasi in ogni teatro lirico russo, danno il suo celebre balletto «Rajmonda». È il balletto grande con la splendida musica. Per quanto riguarda l’Occidente che decida chi è un uomo, chi è un animale e chi è un insetto, sono le apparenze. È una setta «religiosa» con i propri vizi apparenti. Basta aprire le enciclopedie musicali edite all’Occidente per capire tutto. Chi decise che Glazunov fosse sottovalutato? Chi sono quei savi? Sbaglia anche il prete all'altare. Hai fatto bene a scoprire per te la musica di Glazunov. Non leggere mai i prontuari italiani dedicati alla musica russa perché sono belli e veri come la verginità di Cicciolina.
Mi chiedi dei direttori migliori delle sinfonie di Glazunov. Secondo me tutte le registrazioni di Ghennadij Rozhdèstvenskij il quale ha registrato «TUTTE LE SINFONIE» di Glazunov. Ne ho scritto prima in questo topic. Anche Evghenij Svetlanov era sempre eccezionale. Un'opera omnia non è stata incisa, per ora, perché la sua attività musicale è enorme. Penso che siano cose del futuro. Tutti i balletti di Glazunov sono incisi e videoregistrati più volte. Ti consiglio di ascoltare «Rajmonda».      

Teatro Mariinskij di San Pietroburgo

Link





Ultima modifica di Zarevich il 12 Gen 2018 14:24, modificato 1 volta in totale 




Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
Ciao Zarevich.
Come avrai capito, io sono molto interessato al rapporto tra il folklore e i grandi compositori russi, alle vere citazioni di temi popolari russi e all'uso che di esse fanno i compositori russi.
Delle citazioni dei temi popolari che Cajkovski usa in alcune sue composizioni abbiamo già estesamente parlato nel topic dedicato a Cajkovskij e sono contento che mi hai segnalato quel libro (ormai irreperibile) sulle citazioni dei canti popolari nelle composizioni Cajkovskiane.
Abbiamo anche parlato di alcune citazioni, più medio-orientali che russe, in alcune composizioni di Rimski-Korsakov.
Di Glazunov io ricordo il canto russo citato nel poema Stenka Razin, del quale abbiamo già parlato, e dei canti popolari presenti della suite op. 9.
Non ricordo altre vere citazioni di temi popolari russi in composizioni di Glazunov.
A te ne vengono in mente altre?
  



Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
«QUATTRO ROMANZE DIMENTICHATE»
«ЧЕТЫРЕ ЗАБЫТЫХ РОМАНСА»
Casa Editrice «Lan’» Mosca 2016 (Pagine 16)
Издательство «Лань» Москва 2016

La musica vocale da camera di Aleksandr Glazunov occupa relativamente un posto modesto nella sua attività artistica. Il compositore scriveva prima di tutto la musica sinfonica e strumentale. Fra le sue romanze per voce c’è un capolavoro assoluto «La canzone di Bacchus» («Вакхическая песня») sulla poesia di Aleksandr Pushkin. Scritte da giovinezza, le sue composizioni vocali, per molti anni erano quasi sconosciute. Il tenore del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo Konstantin Pluzhnikov ha trovato i manoscritti delle composizioni prime di Glazunov nella Biblioteca Nazionale del Conservatorio di San Pietroburgo. Il presente libro presenta quattro romanze di Aleksandr Glazunov scritte negli anni 1880 e 1882 sulle poesiae di Pushkin, Shakespeare e Heine:

I.«Грузинская песня» («La Canzone Georgiana»)
II.«Сонет Шекспира №66» («Sonetto di Shakespeare No.66»)
III.«Испанский романс» («La Romanza Spagnola»)
IV.«Песни мои ядовиты» («Le mie Canzoni velenose»)  

  

QUATTRO ROMANZE DIMENTICHATE.jpg
Descrizione: «QUATTRO ROMANZE DIMENTICHATE»
Casa Editrice «Lan’» Mosca 2016 (Pagine 16) 
Dimensione: 26.37 KB
Visualizzato: 1075 volta(e)

QUATTRO ROMANZE DIMENTICHATE.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Condividi Rispondi Citando  
Messaggio «TUTTO GLAZUNOV» 
 
Aleksandr Glazunòv (1865-1936) Александр Глазунов
«LE QUATTRO STAGIONI» «ВРЕМЕНА ГОДА»
Balletto in un atto e quattro quadri, Op.67
Libretto di Marius Petipa
Prima: San Pietroburgo, Teatro dell’Ermitage, 1900
  
PERSONAGGI:
L’Inverno (Зима)
La Primavera (Весна)
L’Estate (Лето)
L’Autunno (Осень)
La Brina (Иней)
Il Ghiaccio (Лёд)
La Neve (Снег)
La Grandine (Град)
I due gnomi (Два гнома)
Lo Zefiro (Зефир)
Gli Uccelli (Птицы)
La Spiga della segala (Колос ржи)
I Fiori (Цветы), la Naiadi (Наяды), i Satiri (Сатиры), la Bacanti (Вакханки), i Fauni (Фавны).

E' cominciata la stagione dell'inverno. Come la regina si erge sulla collina l’INVERNO. La BRINA, il GHIACCIO, la GRANDINE e la NEVE che sono sotto il dominio dell’INVERNO, si uniscono come un circolo intorno. La NEVE si è sparsa con i numerosissimi fiocchi scintillanti e ha coperto tutta la terra. La BRINA fa i suoi pizzi, brilla al sole il GHIACCIO e picchietta di tanto in tanto la GRANDINE. Dal bosco escono i due gnomi dai capelli bianchi. Loro scalpellano dalla pietra il fuoco e incendiano la ramaglia. I rami si sono infiammati forte e hanno cacciato fuori l’INVERNO. Il collicolo coperto di neve gradualmente si trasforma in un'aiuola di fiori. Il primo alito della PRIMAVERA confluisce con la respirazione del vento tiepido ZEFIRO. Gli uccelli e i fiori con l’amore circondano la PRIMAVERA. Ma si avvicina l’ESTATE. Il sole riscalda la terra con i suoi caldi raggi. Fa caldo in campagna. Il mare delle spighe snelle si agita sotto il respiro caldo del vento torrido. I fiordalisi frondosi e i papaveri scarlatti si girano in valzer abbracciando le spighe mature della segala. I fiori estenuati dal caldo si chinano verso la terra. Come una visione appaiono le Naiadi, leggere e belle con le sciarpe in mano. Le sciarpe personificano l’acqua trasparente chee avidamente assorbono i fiori. Risuonano i suoni della fistola. Entrano correndo i Satiri e i Fauni. Si combattono fra di loro tentando di rapire La Spiga della segala. Ma in aiuto arriva Zefiro e salva la Spiga. I Satiri e i Fauni spariscono sotto la terra. Il collicolo diventa chiosco di giardino dalle viti d’uva. Viene l’AUTUNNO e con esso viene la raccolta dell’uva. I Satiri e le Baccanti si girano e fanno i girotondi bizzarri attirando nella danza tutti i circostanti.

Aleksandr Glazunòv (1865 - 1936) Александр Глазунов
«LE QUATTRO STAGIONI»  «ВРЕМЕНА ГОДА»
Balletto in un atto e quattro quadri, Op.67

1. ЗИМА. Интродукция (L’INVERNO. Introduzione)
2. Вариация №1. «ИНЕЙ» (Variazione №1: «LA BRILA»)
3. Вариация №2. «ЛЁД» (Variazione №2: «IL GHIACCIO»)
4. Вариация №3. «ГРАД» (Variazione №3: «LA GRANDINE»)
5. Вариация №4. «СНЕГ» (Variazione  №4: «LA NEVE»)
6. Аллегро (Allegro)
7. ВЕСНА (La PRIMAVERA)
8. Вариация (Variazione)
9. Кода(Coda)
10. ОСЕНЬ. (L’AUTUNNO). «ВАКХАНАЛИЯ» («IL BACCANALE»).
Выход времен года (L’Uscita delle Stagioni). Малое адажио (Il Piccolo Adagio)
11. Вариация: Сатир (Variazione: Satiro)
12. Аллегро (Allegro)

  

le_quattro_stagioni_.jpg
Descrizione: Aleksandr Glazunòv «LE QUATTRO STAGIONI»
Balletto in un atto e quattro quadri, Op.67 
Dimensione: 24.96 KB
Visualizzato: 234 volta(e)

le_quattro_stagioni_.jpg






Offline Profilo Invia Messaggio Privato
Download Messaggio Torna in cima Vai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Ringrazia Per la Discussione  Pagina 1 di 1
 

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum
Puoi inserire eventi calendario in questo forum